Come preparare i cracker dolci

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I cracker dolci al miele, chiamati dagli americani Graham Crackers, sono stati messi in vendita nel 1851, inventati dal dottor Sylvester Graham per una dieta ricca di fibre. Insipidi in origine, sono stati poi insaporiti in seguito con della farina raffinata, più zuccherina e certo meno sana rispetto alla ricetta originale, anche se lo è assai di più rispetto ad un biscotto al cioccolato. Quella che vogliamo proporvi è una versione intermedia tra quella originale e quella in commercio. Vi sveleremo subito come preparare i cracker dolci.

26

Occorrente

  • 150 grammi di farina integrale
  • 130 grammi di farina
  • 2 cucchiai di zucchero semolato
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • un cucchiaino di cannella
  • un cucchiaino di lievito in polvere
  • mezzo cucchiaino di sale
  • un uovo grande, sbattuto
  • 60 grammi di olio vegetale
  • 80 grammi di miele
  • 5 cucchiai di latte
36

Ponendoli una ciotola media, setacciate tutti gli ingredienti secchi mescolandoli: la farina di frumento integrale, quella normale, il lievito ed il sale, lo zucchero semolato, lo zucchero di canna, la cannella. In un'altro contenitore unirete l'uovo all'olio, aggiungendo miele e due cucchiai di latte. Mescolate bene finché si saranno perfettamente amalgamati.

46

Usate un cucchiaio di legno per mischiare gli ingredienti secchi a quelli umidi. Su di un ripiano lievemente infarinato, lisciate l'impasto, lavorandolo con le mani. In partenza friabile, esso diventerà sempre più compatto una volta impastato. Fornite alla pasta una forma quadrata, con uno spessore di circa un centimetro. Dopo, passate una pellicola di plastica intorno all'impasto e riponetelo in frigo per tutta la notte. I vari sapori si fonderanno armoniosamente, donando una maggiore compattezza all'impasto durante la cottura.

Continua la lettura
56

Preriscaldare il forno a 190 gradi. Intanto foderate due grosse teglie con della carta da forno. Ponete di nuovo la pasta su un piano infarinato, e impastate a mano con una certa delicatezza per dare luogo a un composto compatto ma che sia leggermente friabile sui bordi. Per maggiore comodità, potreste suddividere in due porzioni il preparato, lavorandole separatamente: ne terrete una in frigorifero mentre impastate l'altra. In tal modo, non farete ammorbidire troppo la pasta.

66

Stendete la pasta in una forma grosso modo quadrata, in modo da ottenere una sfoglia spessa circa mezzo centimetro. Per ottenere un cracker più sostanzioso, tenete la sfoglia un po' più spessa. Tagliatela in quadretti di sette centimetri, con un coltello o un taglia pizza. Trasferiteli tutti nelle teglie con una spatola. Poi spennellate bene col latte rimasto e infine spostate il tutto in forno per una quindicina di minuti. Saranno pronti quando saranno dorati. Adesso lasciate raffreddare per qualche ora, poi potrete servirli in tavola.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come preparare i dolci con vincotto

Il vino cotto è un alimento che viene utilizzato per la realizzazione dei dolci; nella maggior parte dei casi i dolci con il vino cotto sono preparati a Natale. Questi tipi di dolci hanno un retrogusto simile al miele e il sapore è come i mostaccioli....
Dolci

Come preparare la glassa effetto neve per dolci natalizi

Arriva il periodo natalizio vogliamo preparare dei dolci sfiziosi così da rendere la nostra tavola colorata e fantasiosa, vediamo come preparare la glassa effetto neve per dolci natalizi. Prepariamo un dolce semplice come per esempio dei biscotti che...
Dolci

Come preparare le frittelle dolci di zucchine

Tutti conosciamo il sapore dolce delle zucchine, ma pochi le usano per preparare dei dolci. In realtà esistono alcune ricette tradizionali, come quelle sarde, in cui invece sono la base per delle golose frittelle, buone a fine pasto o per un aperitivo....
Dolci

Come preparare le frittelle dolci senza uova

Le frittelle dolci senza uova, sono una variante più leggera delle frittelle classiche. Realizzarle senza uova, è utile per chi è intollerante a questo ingrediente, o per chi desidera realizzare qualcosa di buono, ma allo stesso tempo leggero. La preparazione...
Dolci

Come preparare dolci senza latte

L'intolleranza al lattosio è sempre più diffusa, sopratutto tra i giovani. Chi adora i dolci e non può rinunciarvi per colpa del lattosio, deve sapere che esistono tantissime ricette di dolci che non prevedono il latte. In alternativa, esistono anche...
Dolci

Come preparare dolci senza uova

Difficile immaginare di preparare dolci senza utilizzare le uova. Nel nostro immaginario collettivo assieme alla farina e allo zucchero le uova sono il primo ingrediente che compare quando pensiamo ad un dolce. Eppure, incredibile a dirsi, è possibile...
Dolci

Come preparare dolci senza forno

In questo articolo, che state per leggere, vogliamo aiutarvi a capire come e cosa occorre fare, per poter preparare, con le nostre mani e le nostra buone intenzioni, dei buonissimi dolci, questa volta però senza l' utilizzo del forno, che molto spesso...
Dolci

Come preparare la torta di patate dolci all'americana

Se desiderate preparare un dessert diverso dal solito, ecco a voi la torta di patate dolci all'americana. Si tratta di una ricetta tipica d'oltre oceano, caratterizzata da un sapore delicato. Per ottenere un eccellente risultato finale non è necessario...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.