Come preparare i filetti di baccalà in pastella

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

I filetti di baccalà in pastella sono una tipica pietanza della cucina laziale. È un piatto gustoso che richiede pochi ingredienti e una semplice preparazione.
È uso comune mangiare il baccalà come antipasto per la cena della vigilia di natale oppure per il cenone di capodanno ma considerata la semplicità della sua realizzazione potrete cucinarlo in ogni occasione. Ecco dunque come preparare i filetti di baccalà in pastella.

27

Occorrente

  • Filetti di baccalà
  • Olio di semi
  • Lievito
  • Farina
  • Sale e pepe
37

passo 1

Per prima cosa procedete con la preparazione della pastella che potete anche utilizzare per realizzare altri piatti. Ecco di seguito il procedimento.
Sciogliete mezzo panetto di lievito di birra in un bicchiere di acqua calda. Mettete la farina di tipo 00 in un recipiente, creando una fontana, dentro cui andrete a versare il bicchiere di acqua e lievito. Salate e pepate, dunque coprite con un panno il recipiente e lasciatelo riposare per un’oretta in un luogo caldo. Volendo potete anche preriscaldare il forno, spegnerlo e lasciare che l'impasto lieviti lì.

47

Passo 2

Durante la lievitazione della pastella prendete il baccalà e tenetelo a bagno per tre giorni, cambiate l'acqua di frequente e sciacquatelo accuratamente. Lavatelo poco prima dell'utilizzo e asciugatelo. Con l'ausilio di un coltello togliete la pelle al pesce e le eventuali lische. Una volta terminata la lievitazione infarinate il baccalà e iniziate con la frittura.

Continua la lettura
57

Passo 3

Immergete il filetto di baccalà nell'olio di semi, non è necessario girarlo di frequente. Nell'arco di 5-7 minuti la frittura sarà terminata. Abbiate l'accortezza di non bucare la pastella, altrimenti rischierete che il liquido del pesce si sparga nella padella e rovinerà l'olio. Quando avrete finito di friggere il pesce, fatelo sgocciolare su fogli di carta per rimuovere l'olio in eccesso.

67

Variante

Altrimenti, per preparare il baccalà in pastella potete utilizzare una coppetta, nella quale mettete latte, farina, sale, mezza bustina di lievito e due tuorli d’uovo. Amalgamate bene utilizzando un cucchiaio di acciaio. Mettete la pastella nel frigorifero e lasciatecela per almeno mezz'ora, con sopra la pellicola trasparente. Intanto pulite il baccalà, sfilettatelo e ponetelo in pastella, ripassatelo nella farina e nel pan grattato. Mettete in una pentola una dose abbondante di olio di semi in cui andrete a friggere i filetti. Aggiungete il sale e rimuovete l'olio in eccesso assorbendolo con della carta assorbente. Se lo gradite, potete anche aggiungere nell'impasto un pizzico di prezzemolo, del parmigiano grattugiato e un po' di pepe nero.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Come preparare i funghi fritti in pastella

Per iniziare una cena o un pranzo al quale avete invitato parenti e amici, non c'è niente di meglio che un antipasto a base di funghi fritti in pastella. Esistono tanti tipi di pastella nel mondo e moltissime varietà di funghi: questa ricetta prevede...
Antipasti

Come preparare la pastella per i fritti

È ormai risaputo che l'alimentazione giornaliera deve essere sempre varia, ricca di frutta, verdura, pesce e carne. Anche il fritto ricopre un ruolo importante nel metabolismo umano. Non bisogna però abusarne, in quanto la frittura è ricca di colesterolo,...
Antipasti

Come preparare le cozze in pastella

Sono numerose le ricette gastronomiche che riguardano le cozze. Non bisogna mai dimenticare che è pericoloso mangiare le cozze crude. Anche se condite con aceto o limone, le cozze non vanno mai mangiate crude. È fondamentale che avvenga sempre una cottura...
Antipasti

Come preparare i gamberi in pastella

Se stiamo pensando di organizzare un pranzo o una cena molto speciale con tutti i nostri amici e parenti dovremo, prima di tutto, cercare di preparare delle pietanze molto particolari che possano soddisfare tutti i nostri invitati. Se siamo alle prime...
Antipasti

Come preparare i gamberi in pastella al sesamo

I gamberi per le loro caratteristiche nutritive e gustative sono molto spesso alla base di svariate preparazioni culinarie. In particolare i gamberi in pastella al sesamo, ideali da essere inseriti in un buffet e da servire come finger food in una cena...
Antipasti

Come preparare gli anelli di calamari in pastella

Molto simile al totano, il calamaro si distingue da esso per il colore bianco-rosato punteggiato di rosso o di bruno e dalla forma delle pinne poste nella parte terminale che, il più delle volte, oltrepassano la metà del corpo. Il calamaro viene pescato...
Antipasti

Come preparare i filetti di trota fritti alla birra

I filetti di trota fritti alla birra hanno un sapore delizioso e sono perfetti per essere presentati in tavola sia come antipasto che come secondo piatto. Sono abbastanza semplici da preparare ma, per ottenere un buon risultato, procuratevi ingredienti...
Antipasti

Come preparare degli antipasti di baccalà

Gli antipasti a base di pesce, sono senza dubbio tra i più gustosi e richiesti da coloro che amano assaporare tanti tipi di pesce cucinati in svariati modi. Tuttavia, stiamo parlando di un aperitivo piuttosto rinfrescante e ricco di proteine e di ferro,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.