Come preparare i gratin di semolino con raspadura

Tramite: O2O 27/05/2016
Difficoltà: media
16
Introduzione

Siete a casa. Avete la cucina tutta per voi. Volete cimentarvi nella realizzazione di un piatto semplice e gustoso ma non avete idea su cosa far ricadere la vostra scelta? Niente timore! Perché se non ricordate dove avete messo l'antico ricettario della nonna, sappiate che con pochi e semplici ingredienti naturali, tra i quali latte di soia, farina, olio, parmigiano grattugiato e noce moscata avrete la possibilità di proporre in tavola un piatto molto sano e nutriente. Sto parlando di uno squisito gratin di semolino con raspadura. Non ci resta che scoprire insieme come preparare uno squisito gratin di semolino con raspadura.

26
Occorrente
  • 200 gr di semolino di grano duro
  • 90 gr di parmigiano grattugiato
  • 750 ml di latte di soia
  • 60 gr di burro
  • Sale
  • Pepe
  • 100 gr di prosciutto cotto
  • 4 foglie di salvia
  • 150 gr di mozzarella
  • 30 gr di pistacchi
36

I gratin di semolino con raspadura, ideali sia come primo piatto che come piccolo antipasto, hanno la peculiarità di essere serviti con raspadura. Con questo termine ci si riferisce a un particolare modo della tradizione gastronomica lodigiana di servire il formaggio grattugiato presentandolo a forma di sottilissime sfoglie che vengono raschiate con un coltello. Passando al procedimento di elaborazione dei gratin di semolino, iniziate versando in una pentola il latte, aggiungendo un pizzico di sale e portate il tutto a ebollizione. A questo punto versate nel tegame il semolino e cuocere il tutto per circa 15 minuti ricordandovi nel contempo di mescolare il tutto abbondantemente. Di seguito, dopo aver tolto la pentola dal fuoco, unite il formaggio, il burro e la noce moscata dopodiché aggiungete anche dei tuorli d'uovo uno per volta.

46

Ora il composto andrà versato e livellato. A tal fine, ricordate di proteggere il vostro piano da lavoro con la carta stagnola o con la carta forno. A questo punto siete pronti per versare il composto che avete preparato in precedenza. Armatevi di mattarello e iniziate a distribuire il composto in maniera omogenea. Continuate questo processo fin quando il composto non avrà raggiunto lo spessore di circa 1 cm. Posate quindi il mattarello e prendete un tagliapasta circolare dal diametro di 10 centimetri e dalla massa iniziale ricavate una dozzina di dischi. In 8 di questi 12 dischi realizzate un disco concentrico, con un diametro più piccolo di almeno due centimetri. Nel frattempo tritate il prosciutto, la mozzarella e una parte dei pistacchi. Condite con sale e pepe a vostro piacimento e aggiungete il parmigiano. Messi assieme tutti questi ingredienti non vi resta che mescolarli energicamente.

Continua la lettura
56

A questo punto potrete partire con la realizzazione dei vostri gratin tramite il seguente procedimento: prendete quattro dischi interi e poggiate sopra ad essi due degli otto dischi precedentemente ritagliati e riempitili con il composto realizzato in precedenza con il prosciutto e i condimenti. Fatto questo ricoprite i dischi ripieni con i 4 dischi di diametro inferiore, realizzando una sorta di "cappello". Insaporite il tutto con il parmigiano e i pistacchi rimanenti e, se preferite una consistenza più morbida aggiungete anche i fiocchetti di burro. Dopo tutte queste operazioni e questi "taglia e cuci", i vostri gratin sono pronti per essere infornati. Riscaldate per qualche minuto il forno a temperature basse, dopodiché aggiungete i vostri gratin. Alzate la temperatura a circa 200 gradi per circa 25 minuti, 20 se utilizzate un forno ventilato. Inserite in ultimo i 4 dischetti rimasti e gratinateli con formaggio e burro.

66
Consigli
Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: semolino

Il semolino può essere usato per cucinare diversi piatti, come budini, torte e gnocchi ad esempio, ma tradizionalmente viene utilizzato nella preparazione di minestre calde e nutrienti. È un alimento sano grazie alla quantità di proteine, potassio...
Primi Piatti

Gratin di riso al curry e scamorza

Il "Gratin di riso al curry e scamorza" è un primo piatto facile e veloce, e soprattutto, gustosissimo! Ricco e goloso con la sua crosticina croccante, questo delizioso riso profumato al curry infatti, è capace di risvegliare anche gli istinti più...
Primi Piatti

Come preparare i fagottelli di stinco al cappuccino

Preparare dei piatti diversi a volte sembra una cosa molto difficile in quanto siamo abituati a cucinare la maggio parte delle volte sempre gli stessi piatti. Per coloro però che amano diversificare il menù, una ricetta molto particolare da preparare...
Primi Piatti

Come preparare gli gnocchi alla romana con il Bimby

Gli gnocchi sono una pasta a base di semola e patate: quest'impasto li rende corposi e soffici, ideali da abbinare ad ottimi sughi. Inoltre è un tipo di pasta che viene molto apprezzata a tavola, poiché chiaramente si distingue come pasta fresca. Ma...
Primi Piatti

Come preparare il porridge di mais

Il porridge è una ricetta di cucina ottenuto dalla farina di cereali, famosa in Italia con il nome di polenta. Si tratta di un piatto che si mangia a pranzo o cena, in qualsiasi Paese del mondo (come quelli anglosassoni, caraibici o europei). Il porridge...
Primi Piatti

Lasagne gratinate

Per conquistare gli ospiti seduti al vostro tavolo per la cena che avete organizzato, potete preparare qualcosa di veramente squisito da gustare ma anche piacevole da guardare. Le lasagne ad esempio, rimangono uno dei primi piatti più classici e più...
Primi Piatti

Cosa abbinare agli gnocchi alla romana

Nella tradizione romana gli gnocchi sono il tipico piatto del giovedì. L'ingrediente base è il semolino; esso si ricava dalla macinazione di cereali, soprattutto il frumento. Quindi gli gnocchi alla romana non si preparano con le patate. Questa ricetta...
Primi Piatti

Come preparare la lasagna alla genovese

La lasagna è uno di quei piatti, preparati durante il periodo invernale. I modi per preparare la lasagna possono essere tantissimi: in bianco con besciamella e mozzarella, con il ragù di carne, ai funghi, al pesto ecc. In questa guida però, si parlerà...