DonnaModerna

Come preparare i lupini

Di: Team O2O
Tramite: O2O 20/09/2021
Difficoltà: media
15

Introduzione

Come preparare i lupini

I lupini fanno parte della famiglia dei legumi ma non seguono le stesse regole di preparazione. Quanto al loro valore nutrizionale e alle proprietà benefiche non hanno eguali: recenti studi infatti, hanno confermato che un consumo giornaliero di questo legume previene l'ipertensione, il diabete di tipo 2 e il tumore al colon; aiutano a ridurre il colesterolo; normalizzano il processo digestivo. Sono ricchi di Omega 3 e Omega 6 indispensabili per la nostra salute ma anche di zinco che aiuta il sistema immunitario e di magnesio utile ai muscoli e alle ossa. Insomma, per quanto fanno bene non resta che correre a comprarli.

25

Dolcificazione

Il primo step per preparare i lupini è la dolcificazione. Per farla bisogna tenere presente che la preparazione di questo particolare legume comincia con la sua reidratazione. I lupini vanno tenuti a bagno nell'acqua fredda almeno 48 ore e l'acqua va cambiata ogni giorno. Trascorse le 48 ore vanno scolati e sciacquati così sono pronti per essere cotti.Trascorso questo tempo, versate i lupini in una pentola e ricopriteli con abbondante acqua. Devono cuocere per 40 minuti dal bollore. Fatto ciò scolateli e sciacquateli sotto acqua fredda corrente. Poi, metteteli nuovamente in ammollo in acqua fredda e conservateli in frigo o in un luogo a temperatura bassa. Dovrete cambiare l'acqua e sciacquarli bene tutti i giorni trascorsi sei giorni potete assaggiarli e se non risultano amari procedete con la salamoia altrimenti teneteli a bagno ancora qualche giorno.N.B. È possibile ridurre i tempi della fase uno ma questo comporta l'aumento del tempo di cottura, ad esempio se tenete in ammollo i lupini per ventiquattro ore (cambiando l'acqua ogni 12) poi vi toccherà farli cuocere per almeno un ora dal bollo quindi circa due ore.

35

Conservazione in salamoia

La salamoia è fondamentale non solo per la conservazione ma anche per rendere più gustosi e saporiti i lupini. Per questo motivo troverete per ogni ricetta una proporzione di acqua e sale differente. Quella che qui consigliamo è una quantità minima che permette di avere lupini gustosi ma dei quali vengono preservate le proprietà benefiche. Quindi per 1kgr di lupini, occorreranno 300gr di sale e 5 litri di acqua. 1- Portate ad ebollizione l'acqua e il sale, girate l'acqua spesso così il sale si scioglie bene. Aggiungeteci i lupini e fateli cuocere per una decina di minuti. 2- Versate i lupini con tutta la salamoia in barattoli sterili e caldi. Non bisogna riempirli fino all'orlo. Fatto questo chiudete ermeticamente i barattoli e fateli raffreddare a testa in giù. Questo procedimento serve a fare il sottovuoto.

Continua la lettura
45

Consumo

I barattoli così fatti durano qualche mese in un luogo fresco e buio. Senza il sottovuoto invece, i barattoli vanno tenuti in frigo e consumati nel giro di un mese. I lupini possono essere consumati come sfiziosi snack, semplici ed efficaci, durante l'ora di aperitivo o semplicemente dopo cena.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come si cucina il riso integrale

Il riso integrale a differenza di quello brillato (quello bianco che siamo soliti adoperare) viene venduto grezzo e sfuso e non sottovuoto, in quanto non rischia di ossidarsi dal momento che la sua caratteristica principale, che lo differenzia dal riso...
Consigli di Cucina

Come pulire i cardi facilmente

Il cardo è un ortaggio invernale simile al sedano, dunque dalla consistenza dura e filamentosa, ma che appartiene alla stessa famiglia del carciofo. Già gli antichi Egizi e i Greci tessevano le lodi del cardo, culinarie e non. Oggi il cardo è poco...
Consigli di Cucina

Come preparare il fricandò

Se in cucina siete abbastanza abili con i primi, i secondi e i dolci, ma non avete mai l'idea giusta per un contorno gustoso e rapido da preparare, questa guida potrebbe esservi molto utile. Nel breve testo di seguito infatti vi proporremo alcuni suggerimenti...
Consigli di Cucina

Come preparare il tè alla vaniglia

La maggior parte delle persone ritiene che preparare un buon tè sia una delle operazioni più semplici e rapide che esistano: basta comprare le bustine preferite, scaldare l'acqua, inserirvi all'interno la bustina e lasciare in infusione per circa cinque...
Consigli di Cucina

Come preparare le uova al sugo

Le uova sono uno di quegli alimenti che non possono mancare nella nostra cucina, infatti possono essere utilizzate in tantissime preparazioni sia dolci sia salate. Anche quando consumate da sole permettono di dare sfogo alla fantasia, in quanto possono...
Consigli di Cucina

Come preparare una panatura con farina integrale

La panatura di farina di grano integrale è molto diversa da quella classica fatta con grano tenero. Essa si differenzia sia nel colore che nel sapore. Il primo. Infatti tendere ad essere più scuro rispetto al normale colore, me tre il secondo è decisamente...
Consigli di Cucina

Come preparare una cena per 20 persone

L'estate non è solo periodo di grande caldo. È anche il periodo, per antonomasia, dedicato alle ferie, al relax e alle feste, dove incontrarsi con amici e trascorrere del tempo insieme simboleggia uno dei grandi piaceri che solo l'estate sa offrire....
Consigli di Cucina

Come preparare una cena tirolese dall'antipasto al dolce

La tradizione culinaria di tutto il mondo offre una vasta gamma di opzioni da scegliere per creare un pranzo strepitoso. Stupire i propri ospiti con un menù molto particolare non è certo un'operazione troppo difficile. Se ci si riferisce ad una cena...