Come preparare i paccheri guanciale e pecorino

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se volete presentare in tavola un primo piatto molto sostanzioso durante il periodo invernale, ecco a voi i gustosi paccheri con guanciale e pecorino. Si tratta di un primo piatto molto amato da chi preferisce gustare una pasta molto consistente e che mantiene alla perfezione la cottura. Con pochi e semplici ingredienti, anche i meno esperti di cucina riusciranno a preparare un piatto squisito che sicuramente riscuoterà un grande successo. Leggendo le indicazioni riportate a seguire, vi risulterà semplice capire come preparare questi invitanti paccheri con guanciale e pecorino.

26

Occorrente

  • 400 g di paccheri
  • 200 g di guanciale
  • 5 tuorli
  • 200 g di pecorino
  • 100 di parmigiano reggiano stagionato
  • Sale
  • Pepe
36

Per prima cosa prendete il guanciale e tagliatelo a fette abbastanza sottili adoperando un coltello ben affilato. Sistematelo sopra una placca coperta con un foglio di carta da forno. Preriscaldate il foro a 180°C e, appena avrà raggiunto la temperatura desiderata, infornate la teglia e cuocete il guanciale per un quarto d’ora o fino a quando non risulterà croccante.
Rompete le uova separando gli albumi dai tuorli. Versate questi ultimi in una ciotola e aggiungete sia il pecorino grattugiato finemente che il parmigiano reggiano stagionato. Mescolate bene gli ingredienti con una frusta.

46

Intanto versate abbondante acqua in una pentola capiente e mettetela sul fuoco. Quando inizierà a bollire salatela e poi usatela per lessare i paccheri. Scolateli ancora al dente seguendo i tempi di cottura riportati sulla confezione e poi trasferiteli direttamente nella ciotola contenente il condimento a base di uova e formaggi. Tenete da parte un mestolo di acqua di cottura che vi sarà utile poi.
Mantecate i paccheri con i formaggi a bagnomaria in modo tale che l’uovo inizi a rapprendersi leggermente. Se notate che la pasta rimane troppo asciutta, aggiungete un po’ di acqua di cottura fino a dare la giusta consistenza al tuorlo dell’uovo.

Continua la lettura
56

Dopo un paio di minuti togliete la ciotola dal bagnomaria e aggiungete il guanciale croccante spezzettato con le mani. Mescolate e servite subito in tavola i vostri paccheri con guanciale e pecorino dopo averli insaporiti con una generosa macinata di pepe. Se volete rendere ancora più gustoso questo piatto, potete aggiungere dei pistacchi tostati triturati finemente o dei pinoli sempre tostati ma interi. Servite questo piatto assieme a un vino rosso di buona qualità e fatelo seguire da un secondo piatto molto leggero, preferibilmente a base di verdure di stagione in insalata o stufate a seconda delle vostre personali preferenze.
Se non amate la pasta di grande formato, sostituite i paccheri con linguine o penne rigate.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare il risotto agli asparagi, guanciale e pecorino

Il risotto agli asparagi è un primo piatto molto delicato da servire soprattutto in primavera, quando la natura si risveglia, regalando ogni sorta di verdure e ortaggi. Gli asparagi sono dei germogli dal gusto molto particolare che hanno pochissime calorie...
Primi Piatti

Ricetta: paccheri cozze e pecorino

Cozze e pecorino, vi suona strano? Fino a poco tempo fa, azzardare il binomio pesce-formaggio era come peccare di brutale eresia: risultato.... Un feroce storcere nasi e barricarsi dietro l'ottusa consuetudine (il pesce con aglio, olio, prezzemolo e nulla...
Primi Piatti

Come preparare gli spaghetti con fave e guanciale

Con l'arrivo delle temperature miti, è possibile gustare spesso delle fave fresche. Le fave fresche, possono essere preparate in svariati modi. Possono infatti essere cotte insieme a dei piselli, a dei carciofi o possono essere anche inserite all'interno...
Primi Piatti

Come preparare i paccheri cacio e pepe

Se vi capita di fare un viaggio in qualche località del Lazio, avrete la possibilità di ritrovarvi tra i piati proposti dai ristoratori, la pasta cacio e pepe. Si tratta di un primo piatto che si realizza con pochi ingredienti, ma seguendo un preciso...
Primi Piatti

Come preparare il risotto con zucca e guanciale

Ormai il risotto nelle cucine italiane non manca mai. Ed è proprio per questo motivo che in questa guida vi spiego come prepararlo. In particolare ecco come preparare il risotto con zucca e guanciale. Un primo piatto che al solo pensiero fa venire l'acquolina...
Primi Piatti

Come preparare i rigatoni con broccoli e pecorino

I rigatoni con broccoli e pecorino son un classico della cucina italiana. Sono economici e molto semplici da preparare: basta avere infatti tutti gli ingredienti a portata di mano per realizzare un primo piatto indimenticabile e che piace sempre a tutti....
Primi Piatti

Come preparare i paccheri ripieni

I paccheri ripieni rappresentano sicuramente uno dei primi piatti preferiti da tutti gli italiani. Essi infatti racchiudono un sapore semplice ma al contempo unico ed inimitabile. Inoltre i paccheri ripieni non sono molto complicati da preparare e perciò...
Primi Piatti

Come preparare la zuppa di zucca al guanciale croccante

Le temperature che troviamo d'inverno, contribuiscono a farci apprezzare cibi ben caldi, quali minestre, vellutate passati di verdura e zuppe. Anche se le abbiamo a disposizione per tutto l'anno, il momento migliore per gustare la zucca rimane senza ombra...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.