Come preparare i pici al ragù di coniglio

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Se siete alla ricerca di un primo piatto sostanzioso da preparare durante i pranzi domenicali in famiglia, questi pici al ragù di coniglio fanno proprio al caso vostro. Chi ha un po’ più di tempo a disposizione può preparare con le proprie mani i pici, altrimenti è possibile ricorrere a quelli già pronti per essere cucinati.
Mettetevi il grembiule e iniziate a preparare questa specialità tipicamente toscana. Leggendo attentamente la guida riportata a seguire, non vi risulterà difficile comprendere come preparare i pici al ragù di coniglio.

27

Occorrente

  • 500 g di pici
  • 2 cosce di coniglio
  • 2 zampe anteriori di coniglio
  • Una carota
  • Una costa di sedano
  • Una cipolla
  • Una foglia di alloro
  • 100 ml di vino rosso
  • 50 g di pancetta
  • 300 ml di pomodoro
  • 100 m di brodo
  • Un rametto di prezzemolo
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale
  • Pepe
37

Come preparare il soffritto

Per prima cosa raschiate la carota, eliminate i filamenti alla costa di sedano e sbucciate la cipolla. Appoggiate questi ortaggi sopra un tagliere e sminuzzateli finemente a coltello. Lavate accuratamente le parti del coniglio che avete a disposizione e poi tamponatele con un panno di cotone pulito per asciugarle bene.
Versate un paio di cucchiai di olio extravergine d’oliva in una casseruola, aggiungete il trito degli ortaggi e soffriggete il tutto a fiamma moderata per qualche minuto. Quando la cipolla inizierà a dorarsi, unite la pancetta tagliata a dadini, l’alloro e lasciate insaporire per un paio di minuti mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno.

47

Come cuocere il coniglio

Aggiungete al contenuto del tegame anche i pezzi di coniglio e rosolateli accuratamente, girandoli spesso sotto sopra. Dopo una decina di minuti insaporite con un pizzico di sale e una macinata di pepe e poi sfumate con il vino bianco. Unite la salsa di pomodoro solo quando il vino si sarà asciugato. Mescolate e coprite il tegame con un coperchio di adeguate dimensioni. Proseguite la cottura a fiamma dolce, aggiungendo quando necessario, uno o due cucchiai di brodo ben caldo.
Ultimata la cottura spegnete la fiamma e prelevate i pezzetti di coniglio. Sfilacciate la polpa con le dita e poi unitela di nuovo al resto del condimento per la pasta.

Continua la lettura
57

Come cuocere e servire i pici

Versate abbondante acqua in una pentola capiente e mettetela sul fuoco. Appena inizierà a bollire salatela e poi usatela per cuocere i pici. Scolateli al dente e trasferiteli direttamente nel tegame contenente il sugo di coniglio. Mantecate la pasta a fiamma vivace per un minuto e poi portatela subito in tavola prima che si raffreddi troppo. Arricchite la vostra preparazione con del prezzemolo fresco sminuzzato. Servite i pici al ragù di coniglio con un vino Piceno Dop o con un altro rosso ben strutturato e corposo: il successo sarà assicurato e i vostri commensali vi ringrazieranno.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se volete rendere i vostri pici ancora più golosi, aggiungete delle olive nere snocciolate al sugo
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare i pici toscani

I pici sono un tipo di pasta fresca, rigorosamente fatta a mano, tipico della tradizione culinaria toscana, in particolare senese. Si tratta di un piatto molto antico, che viene fatto risalire addirittura al tempo degli Etruschi. Essendo una specialità...
Primi Piatti

Come preparare i pici con asparagi e ceci

Se desiderate preparare un insolito primo piatto a base di pasta fresca e avete un po’ di tempo a disposizione, questi pici con asparagi e ceci fanno proprio al caso vostro. Questo piatto è di poca spesa e contiene solo ingredienti genuini. Per ottenere...
Primi Piatti

Come preparare i pici all'aglione

I pici all’aglione sono un piatto tipico toscano della Val di Chiana. Tradizionalmente vengono preparati un una speciale varietà di aglio autoctona che cresce solo in quelle zone ma è pur sempre sostituire questo ortaggio con un aglio più comune...
Primi Piatti

Ricetta: pici con salsa all’uovo e tartufo

Per questa ricetta sfrutteremo l'eccezionale consistenza dei pici, spaghetti piuttosto grezzi. La loro superficie particolare permette a qualsiasi condimento di incorporarsi perfettamente alla pasta. In questa variante, vedremo come cucinare i pici con...
Primi Piatti

Come fare i pici all'aglione

L'Italia si sa è famosa per la sua squisita pasta, ma ogni regione nasconde delle tradizioni legate a questo primo piatto davvero incredibili. I "pici" per esempio, sono tipicamente toscani e possono essere conditi con moltissimi sughi saporiti, per...
Primi Piatti

Ricetta: pici con guanciale e asparagi

I "pici" sono un formato di pasta antichissimo e strettamente legato al territorio toscano, specialmente al Senese e al grossetano anche se la loro origine pare essere etrusca. Se leggerai la seguente guida ti indicherò la ricetta dei "pici con guanciale...
Primi Piatti

Ricetta: pici all’aglione

Se siete stanchi dei soliti piatti di pasta con il pomodoro dovete assolutamente provare i pici all'aglione. L'aglione è una varietà di aglio della Chiana che, a differenza dell'aglio tradizionale, ha un gusto veramente molto più delicato e un sapore...
Primi Piatti

Come preparare il ragù napoletano

Il ragù napoletano è un pilastro della cucina partenopea. Ogni buona massaia custodisce gelosamente il segreto di un eccellente ragù. Ogni famiglia personalizza questo straordinario piatto come meglio crede. In alcune case si utilizza solo la carne...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.