Come preparare i ravioli al filetto con con crema di finferli e pistacchi

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
Come preparare i ravioli al filetto con con crema di finferli e pistacchi
112

Introduzione

In questo articolo vogliamo proporre la realizzazione di una nuova ricetta e nello specifico cercheremo di imparare insieme come preparare i ravioli al filetto con una buonissima crema di finferli e pistacchi.
Come prima cosa cerchiamo di capire cosa sono i finferli. I finferli, detti anche gallinacci, sono un tipo di fungo. È un fungo molto diffuso ed anche ben conosciuto, dagli esperti di funghi e non solo, infatti sono molto apprezzati anche dagli chef, in cucina. È un fungo che ha un sapore abbastanza dolce. Si può consumarli sia cotti che crudi. Alcuni sono soliti, essiccarli e metterli sott’olio, per creare delle vere e proprie conserve. Il loro periodo di diffusione inizia in estate e finisce in autunno. Ma vediamo nello specifico come poterli utilizzare, per creare una buonissima crema, in maniera tale da servirla con i ravioli al filetto di maiale.

212

Occorrente

  • farina 200 gr
  • pistacchi 200 gr
  • uova 3
  • olio di oliva
  • sale e pepe
  • filetto di maiale 300 gr
  • cipolla e aglio
  • formaggio grattugiato
  • funghi finferli 200 gr
  • noce moscata
  • vino bianco un bicchiere
  • panna fresca 200 ml
  • fogli di alloro 2
  • erba cipollina
312

Prendiamo tutti gli ingredienti, che sono necessari per creare i nostri ravioli. Quindi per iniziare cerchiamo di creare la sfoglia per i ravioli. Per farlo prendiamo una terrina ed al suo interno inseriamo la farina per sfoglia e le uova. Aggiungiamo anche un pizzico di sale ed amalgamiamo il tutto, in maniera tale da ottenere un impasto che sia ben compatto e liscio.

412

Quando la nostra sfoglia sarà pronta, possiamo metterla in un foglio di carta velina e riporla in frigorifero, facendola riposare per almeno 30 minuti. Quando questo tempo sarà passato, con l’aiuto di un mattarello stendiamo la nostra sfoglia.

Continua la lettura
512

Subito dopo possiamo passare alla preparazione del ripieno dei ravioli. Per farlo prendiamo una padella inseriamo al suo interno dell’olio di oliva, della cipolla tritata finemente ed uno spicchio d’aglio. Inseriamo anche del prezzemolo tritato e delle foglie di alloro. Facciamo rosolare il tutto.

612

Quando la cipolla sarà dorata, possiamo aggiungere il nostro filetto di maiale, che avremo insaporito con del sale, del pepe nero e della noce moscata. Facciamolo rosolare per bene da entrambi i lati e sfumiamolo con un bel bicchiere di vino bianco. Lasciamo cuocere per bene, aggiungendo un po’ d’acqua o del brodo vegetale, che avremo preparato in precedenza.

712

Quando il filetto sarà cotto, possiamo frullarlo al mixer, in maniera tale da creare una sorta di crema, non molto liquida. Aggiungiamo anche il formaggio grattugiato, un uovo, la noce moscata ed anche un cucchiaio di ricotta fresca, giusto per donare una consistenza in più, al nostro ripieno. Ora che il ripieno è pronto, possiamo riporlo con l’aiuto di un cucchiaio sulla sfoglia, chiudendola in maniera tale da formare un vero e proprio raviolo. Con l’aiuto di una forchetta, chiudiamo i lembi dei ravioli.

812

Non ci resta che lasciare riposare i ravioli e mettiamoci a preparare la crema di finferli e pistacchi. Prendiamo una padella, inseriamo dell’olio di oliva, della cipolla e del prezzemolo. Facciamo rosolare e poi inseriamo i funghi, che avremo tagliato a pezzetti ed anche i pistacchi, che avremo tritato un po' al mix.

912

Bagniamo un po’ con il brodo vegetale e lasciamo cuocere. Insaporiamo con del sale e del pepe nero e quando i finferli saranno ben cotti, possiamo iniziare a frullare il tutto in un mixer. Aggiungiamo a questo composto anche un po’ di panna fresca e del formaggio grattugiato. Ed ecco che in pochi passi, anche la nostra crema è pronta.

1012

Cuociamo in abbondante acqua salata i ravioli al filetto e poi saltiamoli in padella, con una noce di burro e serviamoli in un bel piatto da portata, con alla base la crema di finferli e pistacchi che avremo preparato. Spolveriamo con un po’ di formaggio grattugiato, del pepe, dei pistacchi e dell’erba cipollina. Ed ecco che i nostri ravioli al filetto, con crema di finferli e pistacchi sono pronti, per essere gustati in compagnia di amici e parenti! Buon appetito!

1112

Guarda il video

1212

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Preparare la pasta fatta in casa, nella propria cucina, è qualcosa di divertente ed anche molto utile, per mettere alla prova la propria fantasia e creatività.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare gli gnocchi con porcini e finferli saltati

Quando si parla della cucina italiana, il pensiero va spesso nei primi piatti che hanno la deliziosa pasta fatta in casa. Tra i formati più in voga nelle casalinghe del nostro meraviglioso Paese ci sono le tagliatelle, le pappardelle, i ravioli, i cannelloni...
Primi Piatti

Ravioli con crema di cavolfiore

I ravioli sono prodotti tipici della cucina italiana. Questi sfiziosi quadratini di pasta all'uovo, contengono un ripieno sorprendente, a base di carne, ricotta e spinaci, funghi, prosciutto e scamorza, verdure o pesce. In alternativa al classico condimento,...
Primi Piatti

Come fare la pasta con crema di zucca speck e pistacchi

La pasta con crema di zucca, speck e pistacchi è una portata gustosa ed invitante. È un primo dai colori e dai sapori tipici dell'autunno. È perfetto per una cena tra amici. È ottimo da portare in tavola per il pranzo della domenica. La dolcezza della...
Primi Piatti

Ricetta: ravioli con salmone affumicato e crema di patate

Per un buon pranzo domenicale, la pasta ripiena è senza dubbio un'ottima scelta. Ravioli, tortelli e cappelletti fanno tutti parte di questa grande tradizione. La pasta ripiena può soddisfare tutti i gusti, offrendo tantissime combinazioni tra i sapori....
Primi Piatti

Risotto con crema di pistacchi e pescatrice

Se decidiamo di fare una cena per stupire i nostri ospiti, possiamo preparare un risotto con crema di pistacchi e rana pescatrice, ossia un pesce dalle carni pregiate nonostante il suo aspetto non molto gradevole. Il piatto non è difficile da preparare,...
Primi Piatti

Ricetta: scialatiello alle cozze su crema di pistacchi

Ecco una nuova ed interessante ricetta, che ci permetterà di portare in tavola, tutto il sapore del mare, in particolar modo durante questo periodo estivo, che stiamo vivendo. Nello specifico cercheremo di utilizzare le cozze, un prodotto che durante...
Primi Piatti

Crema di vitelotte e latte di bufala con granella di pistacchi

Le patate viola sono una varietà di patate con buccia e polpa color porpora. Ci sono diversi tipi di patate viola come Purple Majesty, Purple Viking, Purple Peruvian e Black Vitelotte e sono dei tuberi molto popolari in Sud America. Sebbene meno popolari...
Primi Piatti

Ricetta: risotto ai finferli

Siete amanti dei funghi e state cercando un modo semplice e gustoso di cucinarili per avere il piacere di proporli a tavola ai vostri commensali?! Si sa esistono diversi modi di cucinare i funghi, ma uno dei più gustosi è sicuramente quello di preparare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.