Come preparare i ricciarelli di Siena

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Ogni festività ha un dolce tipico che la rappresenta: la colomba per Pasqua, il pandoro o il panettone per Natale, le lenticchie per Capodanno e così via. Ogni regione, inoltre, sviluppa delle tradizioni particolari. È il caso di un dolce tipicamente natalizio, nato a Siena nel 1879: i Ricciarelli. Si tratta essenzialmente di biscottini a base di mandorle e zucchero a velo, davvero semplicissimi da preparare per i vostri amici e parenti. Se volete sapere come preparare queste leccornie, continuate a leggere la guida che segue.

26

Occorrente

  • 250 gr di zucchero a velo
  • 200 gr di mandorle dolci pelate
  • 20 gr di mandorle amare pelate
  • 2 albumi d'uovo
  • 40 gr di farina 00
  • la scorza tritata di un'arancia
  • un pizzico di sale
  • 20 ostie
36

Tostate le mandorle

Una volta preso tutto, potete cominciare. Se le mandorle sembrano essere un po' umide, è possibile tostarle leggermente nel forno a 50°C per circa 20 minuti. Dopo aver effettuato questa operazione, prendete le mandorle, sia quelle dolci che quelle amare e con un frullatore elettrico oppure un mixer tritatele insieme a 20 g di zucchero a velo, fino ad ottenere un composto molto fine. Versate il tutto dentro una ciotola capiente, unite il restante zucchero a velo e mescolate bene fino ad ottenere un composto omogeneo e privo di grumi.

46

Montate gli albumi

Montate successivamente gli albumi con l’aggiunta di un pizzico di sale fino: per questa operazione è consigliabile utilizzare uno sbattitore elettrico, che vi consentirà di ottenere un composto gonfio e sodo. Aggiungete poi gli albumi montati al composto tritato, sempre un po' alla volta e mescolando con un cucchiaio di legno dal basso verso l’alto con movimenti lenti e delicati. Questo passo è molto importante: se gli albumi montati vengono mescolati in maniera grossolana rischiano di smontarsi, compromettendo la riuscita dei vostri ricciarelli. A questo punto aggiungete anche la scorza dell’arancia e mescolate bene.

Continua la lettura
56

Servite i biscotti

Infarinate il piano di lavoro della vostra cucina e rovesciate il composto; cominciate a lavorarlo con le mani mentre aggiungete lentamente la farina bianca. Quando avrete ottenuto un composto liscio ed omogeneo potete cominciare a stenderlo con il mattarello, creando un rettangolo dello spessore di massimo 2 cm. Utilizzando una formina per biscotti di dimensioni medie, oppure semplicemente un coltello, ricavate dal rettangolo circa 20 biscotti. Disponete quindi le 20 ostie su una placca da forno foderata con carta forno e, su ciascuna ostia, depositate un biscotto. Infornate il tutto nel forno preriscaldato a circa 150°C per 20 minuti. I biscotti sono pronti quando inizieranno a formare una sorta di screpolatura dorata sulla superficie. Una volta pronti è meglio non staccarli subito, ma lasciarli riposare: in questo modo eviterete che si possano rompere. I ricciarelli di Siena sono pronti, non resta che servirli!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Le ostie sono utili per evitare che i biscotti si attacchino alla carta e sia poi difficile staccarli
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Ricetta: panforte di Siena senza glutine

Questa ricetta vi stupirà. Stupirà anche tutti coloro che la mangeranno. Preparata da voi ovviamente sarà una specialità della casa. Ecco quindi le istruzioni per realizzare questa prelibatezza. Parliamo ovviamente del Panforte di Siena. Ma è particolare...
Dolci

I 10 dolci natalizi più buoni del mondo

Come ogni festa che si rispetti, anche il Natale ha i suoi dolci tipici. Ci sono quelli più famosi e quelli meno conosciuti, ma comunque tutti belli e molto buoni. Ogni regione, città o paesello segue la tradizione, preparando i dolci che la propria...
Dolci

5 dolci natalizi

Il freddo di fuori, le sciarpe e i cappelli, ampi cappotti in cui potersi nascondere dal gelido vento di fuori e poi finalmente dopo una lunga traversata si ritorna nel rassicurante tepore di casa, dopo una lunga giornata di lavoro. Niente è più dolce...
Dolci

Come preparare la torta fredda al mascarpone

I dessert risultano particolarmente graditi in qualsiasi momento della giornata. Tanto che, non esiste regola per poterli servire. Ma, il menù delle feste deve necessariamente contenerle. In questo caso vi propongo una buonissima torta fredda al mascarpone....
Dolci

Come preparare la crostata con salsa di prugne al melograno fresco

In questa guida va darò dei consigli fondamentali per preparare la vostra crostata nel migliore dei modi. La crostata è da sempre considerata uno dei dolci più apprezzati dagli italiani e proprio per questo ancora oggi escono diverse ricette su come...
Dolci

Come preparare il migliaccio dolce con gli spaghetti

In cucina si possono preparare molteplici dolci, ma non solo. Infatti un piatto gustoso che non può mancare nella cucina degli italiani, è la pasta. La pastasciutta è un tipico piatto della tradizione culinaria italiana. Difatti gli spaghetti vengono...
Dolci

Come preparare i tartufini al liquore

La pasticceria consente di fare un infinità di dolci e pasticcini. Le ricette variano secondo gli ingredienti e le modalità di preparazione. Si possono creare torte classiche ed elaborate. Infine i piccoli e minuziosi dessert. Tra questi i tartufini...
Dolci

Come preparare un semifreddo al caffè

Quando non si ha molto tempo per cucinare ma si vuole comunque preparare un dessert per stupire i propri ospiti, è possibile optare per un dolce freddo. Tra quelli più amati in assoluto vi è senza dubbio il semifreddo al caffè, un dolce estremamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.