Come preparare i sassi d'Abruzzo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

I sassi d'Abruzzo anche detti nocci atterrati, non sono altro che mandorle ricoperte di zucchero carammellato ed è quest'ultimo a conferirgli l'aspetto di sassetti con della terra intorno. La ricetta ha origine dalla famiglia Cicconi nel paese di S. Egidio alla Vibrata, in provincia di Teramo, e nasce dalla necessità di utilizzare le mandorle rotte che non erano buone per fare i confetti. L'esecuzione è molto semplice e veloce, si conservano a lungo in barattoli chiusi, anche se sicuramente non avranno lunga durata dato che uno tira l'altro! Di seguito vi illustro come prepararli con la ricetta tipica Abruzzese.

26

Occorrente

  • una tazza di mandorle crude con pelle
  • una tazza di zucchero
  • una tazza di acqua
  • un pentolino
  • un cucchiaio di legno
  • un vassoio foderato con carta forno
  • uno strofinaccio da cucina o un tovagliolo di stoffa
36

Preparare le mandorle

Avrete bisogno, prima di tutto, di buone mandorle crude con la pelle, misuratene la quantità con una tazza e mettetele su un panno che avrete precedentemente steso sul piano di lavoro, che può essere il classico strofinaccio da cucina o un tovagliolo di stoffa; dopodichè strofinatele leggermente per togliere un po' della polverina tipica che hanno intorno, mettetele da parte e passate allo step seguente.

46

Iniziare la cottura dello zucchero

Ora potete mettere sul fornello il pentolino, versare lo zucchero e poi l'acqua usando sempre la stessa tazza, ricordatevi di munirvi di un cucchiaio di legno per mescolare, che deve essere abbastanza lungo da evitare che eventuali schizzi vi possano finire sulla mano. Accendete il fuoco e portate ad ebollizione il tutto, la fiamma può essere alta se volete ridurre i tempi di ebollizione. Prima di procedere con il passo successivo assicurarsi che lo zucchero sia ben sciolto.

Continua la lettura
56

cuocere le mandorle

Una volta che lo zucchero è disciolto e bolle vivacemente prendere le mandore e versarle delicatamente nel pentolino; girarle inizialmente di tanto in tanto fin quando il composto comincia ad essere più denso; significa che l'acqua comincia ad evaporare. Continuate a fare cuocere le mandorle a fiamma media continuando a girare costantemente, dopo poco tempo inizierete a notare delle bollicine ed un cambio di consistenza improvviso dello zucchero, è in questo preciso istante che dovrete togliere il pentolino dal fuoco e girare bene per far ben separare tutti i nocci tra di loro, continuate a girare per far attaccare bene lo zucchero e se necessario riportate sul fuoco per brevi attimi in modo tale da far fondere leggermente lo zucchero e farlo attaccare meglio. Stendete i sassi su un foglio di cartaforno predisposto su un vassoio per farli rifreddare. Una volta che saranno a temperatura ambiente potrete gustarli o riporli in un barattolo di vetro con coperchio per conservarli.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come preparare la mousse di ricotta ai frutti rossi

La mousse di ricotta è una preparazione tipica dell'Abruzzo. Noi vi presentiamo la variante ai frutti rossi. È un dolce davvero squisito. È un'ottima alternativa alla classica ricetta al cioccolato. È leggera ed invitante. È perfetta anche per chi...
Dolci

Come preparare i bocconotti pugliesi

Ogni regione d'Italia ha i suoi dolci tipici, e la Puglia, una delle regioni più belle del nostro paese annovera i bocconotti, buonissimi dolcetti composti da una morbida pasta frolla che presenta un ripieno di crema, di cioccolato, di marmellata o...
Dolci

Come preparare i bocconotti abruzzesi

Se vogliamo incentrare il nostro pranzo di Natale sulla tradizione antica, in questo caso non possiamo non includere all'interno del menù ricette particolari che affondano le proprie radici nella notte dei tempi. Per i dolci ad esempio, possiamo pensare...
Dolci

Come preparare i mostaccioli ripieni

I mostaccioli sono dolci tipici della gastronomia centro-meridionale. Sono tipicamente natalizi e variano da regione in regione. Sono molto amati, perché profumano di "famiglia ". Nel napoletano si fanno con il cacao amaro. In Abruzzo e Molise, si utilizza...
Dolci

Come preparare la crostata con salsa di prugne al melograno fresco

In questa guida va darò dei consigli fondamentali per preparare la vostra crostata nel migliore dei modi. La crostata è da sempre considerata uno dei dolci più apprezzati dagli italiani e proprio per questo ancora oggi escono diverse ricette su come...
Dolci

Come preparare il migliaccio dolce con gli spaghetti

In cucina si possono preparare molteplici dolci, ma non solo. Infatti un piatto gustoso che non può mancare nella cucina degli italiani, è la pasta. La pastasciutta è un tipico piatto della tradizione culinaria italiana. Difatti gli spaghetti vengono...
Dolci

Come preparare i tartufini al liquore

La pasticceria consente di fare un infinità di dolci e pasticcini. Le ricette variano secondo gli ingredienti e le modalità di preparazione. Si possono creare torte classiche ed elaborate. Infine i piccoli e minuziosi dessert. Tra questi i tartufini...
Dolci

Come preparare un semifreddo al caffè

Quando non si ha molto tempo per cucinare ma si vuole comunque preparare un dessert per stupire i propri ospiti, è possibile optare per un dolce freddo. Tra quelli più amati in assoluto vi è senza dubbio il semifreddo al caffè, un dolce estremamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.