Come preparare i savoiardi sardi

Tramite: O2O 19/12/2017
Difficoltà: media
17

Introduzione

I savoiardi sardi, detti anche pistoccus o pistokkos, sono una deliziosa variante dei tradizionali biscotti originari del Piemonte, spesso utilizzati per fare il tiramisù. Le differenze principali stanno nella forma e nella consistenza: i pistoccus sono più grandi, più lunghi e più duri nell'impasto ma il loro sapore è altrettanto delicato. Sono biscotti di antica tradizione ideali per realizzare dolci ma anche da gustare così come sono, magari accompagnati da una cioccolata calda o da inzuppare nel tè. Di seguito vi mostrerò come preparare i savoiardi sardi con pochi e semplici ingredienti.

27

Occorrente

  • 10 uova intere
  • 2 tuorli
  • 400 grammi di zucchero
  • 400 grammi di farina
  • una presa di sale
  • zucchero a velo q.b.
37

Montare gli albumi

La prima cosa da fare è montare gli albumi. Iniziamo, dunque, col separarli dai tuorli che terremo da parte insieme agli altri due previsti nella ricetta. In una ciotola piuttosto capiente, versiamo gli albumi delle dieci uova insieme a 300 grammi di zucchero e ad un pizzico di sale. Con l'ausilio di un frustino elettrico, impostato alla massima velocità, montiamoli a neve fermissima finché il composto non diventa bianco e lucido.

47

Sbattere i tuorli

Procediamo col sbattere i tuorli. In un altro recipiente, versiamo i dodici tuorli insieme alla restante quantità di zucchero e con una cucchiaia di legno e un bel po' di olio di gomito li mescoliamo energicamente procedendo sempre nella stessa direzione, fino a creare un composto dalla consistenza chiara, leggera e spumosa. A questo punto, incorporiamo delicatamente gli albumi, montati in precedenza, alla crema di tuorli e zucchero, e mescoliamo con leggeri movimenti dal basso verso l'alto, prestando molta attenzione a non smontarli. Successivamente, aggiungiamo un po' per volta la farina setacciata e amalgamiamo per bene tutti gli ingredienti.

Continua la lettura
57

Formare i biscotti

Ora siamo pronti per formare i biscotti, la fase più delicata che necessita di grande abilità manuale. Versiamo il composto all'interno di una tasca da pasticciere riempiendola fino all'orlo e chiudendola con il beccuccio adeguato, preferibilmente quello liscio dal diametro di 1,5 centimetri. Poi, direttamente su una placca o teglia, rivestita da carta da forno, formiamo i nostri biscotti dandogli la forma allungata e ripassando più volte se necessario. Bisogna creare una sorta di rettangolo dagli angoli leggermente curvi, lungo circa 10-12 centimetri e largo al massimo 3 centimetri. Cerchiamo di distanziarli tra loro per evitare che si appiccichino durante la cottura. Cospargiamoli di zucchero a velo ed inforniamoli in forno statico preriscaldato a 180 gradi per circa mezz'ora, fino a quando non diventeranno dorati. Facciamoli raffreddare prima di servire.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come preparare i gueffus, dolci sardi

I gueffus, sono dei dolci sardi tipici davvero squisiti e composti da mandorle. La ricetta specifica consente di preparare un dolce versatile ed adatto per qualsiasi occasione, ed è molto semplice da elaborare, anche se richiede un processo sequenziale...
Dolci

Torta con savoiardi e mele

La torta con savoiardi e mele è di origine francese. Questo dolce arriva sulle tavole italiane a partire dal 1800. Ha infatti grande successo soprattutto a nord del paese. Si tratta di una ricetta di facile esecuzione. Essa infatti non ha bisogno dell'utilizzo...
Dolci

Torta di ricotta e savoiardi senza cottura

La ricotta da sempre è protagonista indiscussa dei dolci casalinghi, proprio come la torta di ricotta e savoiardi. Golosa, soffice e aromatica, è uno dei migliori dessert che si possa desiderare, e sopratutto è molto semplice da preparare dal momento...
Dolci

Rotolo dolce con savoiardi

Esistono momenti della vita in cui servono le leccornie per tirarci su! Eccovi una leccornia!. Più un dolce è goloso e più ci si sente autorizzati al peccato della gola. Del resto mettere insieme qualcosa da far fuori una sera esalta la vita. Avete...
Dolci

Dolci sardi: i Bianchini

I bianchini sono dei tipici dolci sardi, chiamati così per il loro caratteristico colore bianco. Questi hanno un aspetto simile alla meringhe, e come in quest'ultime, hanno come ingrediente principale il bianco d'uovo. Ma i bianchini sardi hanno delle...
Dolci

Dolci sardi: come fare le seadas

Oggi andremo a conoscere un dolce tipico della tradizione sarda impareremo come fare le Seadas. Anticamente questa ricetta veniva considerata un piatto unico, per via dei 2 ingredienti principali miele e formaggio, e delle dimensioni, infatti avevano...
Dolci

Come preparare la charlotte alle mele

Le mele, in particolare le Golden o le Renette, si prestano molto bene alla preparazione di dolci golosi. Oltre alla classica e conosciutissima torta di mele, puoi cimentarti nella realizzazione di gustose frittelle, budini oppure strudel. In alternativa,...
Dolci

Come preparare il tiramisù

Ingredienti tipicamente italiani danno vita ad una prelibatezza senza uguali: il tiramisù. Invidiatoci in tutto il mondo nella sua versione classica al caffè, il tiramisù è un dolce al cucchiaio dal sapore deciso e che si scioglie in bocca: è composto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.