Come preparare i tagliolini al nero di seppia

tramite: O2O
Difficoltà: media
Come preparare i tagliolini al nero di seppia
15

Introduzione

Il nero di seppia è una delle prelibatezze maggiormente apprezzate nelle cucine di tutto il mondo e viene utilizzato soprattutto per preparare degli squisiti primi piatti di pasta. I tagliolini al nero di seppia spesso li possiamo trovare già preparati e confezionati al supermercato, ma se vogliamo assaggiare un prodotto fresco e casereccio possiamo tranquillamente prepararli con le nostre mani. Vediamo allora, attraverso i passi della seguente guida, come preparare i tagliolini al nero di seppia.

25

Occorrente

  • 400 g di tagliolini
  • 700 g di seppie
35

Pulire le seppie

Innanzitutto occorre pulire bene le seppie. Prendetene ad una per volta ed estraete l’osso dopo aver inciso la superficie superiore. Rimuovete la testa, gli occhi e il rostro poi spellateli accuratamente e rimuovete le interiora facendo molta attenzione per evitare di far rompere la vescichetta contenente il nero. Riunite in una ciotola tutte le sacche piene del liquido e ricopritele con un panno di cotone umido, onde evitare che possano seccarsi in maniera eccessiva. Dopo aver lavato bene le seppie sotto l’acqua corrente appoggiatele su di un tagliere e con un coltello tranciante riducetele a cubetti piuttosto piccoli e, tutti più o meno delle stesse dimensioni.

45

Far rosolare gli ingredienti

Intanto in una padella di media grandezza versate 3-4 cucchiai di olio extravergine d’oliva e fatelo scaldare bene a fiamma viva. Appena inizierà a sfrigolare aggiungete lo scalogno tritato e lo spicchio d’aglio intero con tutta la buccia schiacciato col palmo della mano. Lasciate rosolare per almeno una decina di minuti poi eliminate l’aglio che avrà già rilasciato tutto il suo sapore nell’olio. Unite i cubetti di seppia e cuocete il tutto a fiamma moderata per altri 5 minuti, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. Salate e pepate secondo i vostri gusti, sfumate con il vino bianco secco e fate proseguire la cottura del condimento coprendo la padella con un coperchio.

Continua la lettura
55

Aggiungere il nero di seppia

Appena le seppie risulteranno tenere al tatto, unite tutte le sacche d’inchiostro e mescolate accuratamente. In una pentola profonda versate abbondante acqua e mettetela sulla fiamma viva. Appena inizierà a bollire salatela e versate dentro i tagliolini. Scolateli dopo pochi minuti ancora al dente e aggiungeteli al condimento contenuto nella padella. Mantecateli a fiamma viva per qualche istante e poi disponeteli in una ciotola da portata. Spolverizzate il tutto con abbondante prezzemolo tritato e serviteli in tavola ancora caldi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare il risotto al nero di seppia

Se ti interessa preparare un piatto gustoso e al tempo stesso accattivante, il risotto al nero di seppia è quello che fa per te. Questo è un primo piatto prelibato e molto scenico a base di pesce. Il nero di seppia conferisce al piatto un grande effetto...
Primi Piatti

Come preparare le trenette al nero di seppia

Se desideriamo realizzare un piatto originale e raffinato, che attirerà la curiosità dei nostri ospiti e ne solleticherà il palato, potremo preparare questa gustosissima ricetta: le trenette al nero di seppia. Questo piatto è un classico della cucina...
Primi Piatti

Come cucinare la pasta al nero di seppia

Come amano affermare i più grandi cuochi del mondo: in cucina bisogna osare. Questa frase può benissimo comprendere la preparazione di pietanze insolite e azzardate, come la pasta al nero di seppia. Purtroppo in commercio questa tipologia di alimento...
Primi Piatti

Come fare il risotto al nero di seppia

Il risotto al nero di seppia è un delizioso primo piatto di mare. Questo piattoè molto originale ed oltre che molto gustoso, è anche molto estetico. Il nero di seppia viene ricavato, appunto, dalla seppia ed è quello che comunemente viene detto inchiostro....
Primi Piatti

Ricetta: bavette al nero di seppia

Le bavette al nero di seppia sono un primo piatto di pesce tanto gustoso quanto accattivante, con il suo tipico colore "total black" conferitogli dallo stesso nero di seppia. Le bavette sono ottime per la preparazione poiché esaltano i sapori di questo...
Primi Piatti

Spaghetti al nero di seppia con asparagi

La guida che andremo a sviluppare nei prossimi tre passi si occuperà di alimentazione, in quanto, come avrete già avuto l'opportunità di comprendere leggendovi il titolo della guida, il tema centrale sarà la preparazione degli spaghetti al nero di...
Primi Piatti

Gnocchetti al nero di seppia con salsa di orata

Durante l'estate non c'è nulla di meglio di un buon piatto a base di pesce. Le opzioni a nostra disposizione sono molte e le ricette sono estremamente varie. Fra i piatti più particolari in questa categoria troviamo quelli al "nero di seppia". Questa...
Primi Piatti

Come fare le tagliatelle al nero di seppia e carciofi

Un piatto d'origine tipicamente mediterranea è la ricetta delle tagliatelle al nero di seppia e carciofi. Essa raccoglie i profumi ed i sapori sia della terra e sia del mare; è considerato, per la sua ricchezza delle sue componenti, è considerato un...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.