Come preparare il baccalà fritto

tramite: O2O
Difficoltà: media
Come preparare il baccalà fritto
15

Introduzione

Se siamo amanti della cucina e vogliamo provare a cucinare un gustosissimo piatto a base di pesce, ma non sappiamo da dove cominciare, non dovremo assolutamente preoccuparci. Basterà semplicemente trovare una buona guida che potremo reperire su internet mediante l'utilizzo di un computer o uno smartphone e che ci mostrerà tutta la procedura che dovremo eseguire per poter cucinare la pietanza a base di pesce che abbiamo intenzione di provare. Sul web troveremo tantissime ricette, per cui non dovremo fare altro che scegliere quella che più ci attira e provare subito a cucinarla. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire a preparare correttamente il baccalà fritto.

25

Occorrente

  • Per 6 persone: 1 kg di baccalà, 300 grammi di farina, 10 grammi di lievito di birra, sale, olio extravergine d'oliva.
35

Pulitura del baccalà

Come prima cosa, dovremo acquistare del buon baccalà sotto sale e, metterlo in acqua fredda per almeno un paio di giorni. Per una completa ed ottimale procedura di eliminazione del sale in eccesso sarà opportuno cambiare l'acqua "di ammollo" del pesce almeno una volta ogni 12 ore o anche più spesso, se ne abbiamo la possibilità. Successivamente dovremo asciugarlo e tagliarlo a "pezzettoni".

45

Preparazione della pastella

Arrivati a questo punto prepariamo la pastella versando la farina in un recipiente piuttosto capiente ed in seguito incorporando l'acqua poco alla volta in quantità tale da ottenere un composto piuttosto morbido, corposo ed elastico. Mescoliamo energicamente per non lasciar formare grumi, poi aggiungiamo il lievito precedentemente sciolto in 2 cucchiai d'acqua facendo attenzione a non aggiungere sale in questa fase in quanto il composto potrebbe avere problemi di lievitazione; avremo tutto il tempo per aggiungerlo dopo.
Facciamo riposare la pastella così ottenuta per circa 2 ore, dandole il tempo di lievitare correttamente.

Continua la lettura
55

Frittura del baccalà

Quando il composto sarà lievitato, aumentando quindi di volume, aggiustiamolo di sale ed iniziamo a far scaldare in una padella piuttosto larga dell'abbondante olio extravergine d'oliva quindi, appena inizierà a "sfrigolare" prendiamo i pezzetti di baccalà, tuffiamoli nella pastella e poi passiamoli nell'olio caldissimo. Quando li vedremo prendere colore, giriamoli dall'altro lato e successivamente, una volta dorati e croccanti, togliamoli dall'olio avvalendoci di un mestolo forato che consentirà una prima eliminazione dell'olio in eccesso; collochiamoli poi su alcuni fogli di carta assorbente da cucina per facilitare la fuoriuscita di tutto l'olio assorbito dal baccalà durante la frittura.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

Ricetta: baccalà fritto con salsa alle olive

La tradizione culinaria campana, ed in special modo quella napoletana, è ricca di piatti gustosi al palato ed anche particolari, che sono stati in seguito riproposti in tutto il mondo. Basti pensare alla pizza che, nata a Napoli, è stata poi apprezzata...
Pesce

Ricetta: baccalà fritto al pomodoro e olive nere

Il baccalà per antonomasia è un pesce che si preferisce consumarlo fritto o lessato, e poi è possibile elaborarlo in svariati modi, anche del tutto insoliti, ma che alla fine regalano gusto e raffinatezza. In riferimento a ciò, ecco una ricetta in...
Pesce

Come preparare il baccalà alla crema di ceci

Il baccalà è un merluzzo sotto sale. Sano, delicato e piuttosto leggero, si presta a numerose preparazioni. Ideale per zuppe, polpettine, ma anche in padella, fritto o cotto in forno, si accompagna a diversi ingredienti, come i legumi. Il baccalà alla...
Pesce

Come preparare un fritto asciutto e croccante

La frittura rende più appetibile qualsiasi cibo. Ormai si frigge praticamente tutto, dalle verdure al pesce, dalla carne agli ortaggi. Anche se il fritto è molto buono, è consigliabile non abusarne, in quanto, se consumato in grosse quantità, può...
Pesce

Come preparare il baccalà in crema di caciotta

Per servire in tavola il baccalà in una veste golosa e sfiziosa, perché non provarlo accompagnato da una morbida crema di caciotta? Due sapori intensi e robusti, che mixati danno vita ad un piatto saporito e originale. Una ricetta che propone il baccalà...
Pesce

Come preparare il baccalà in casseruola

Diciamo pure che il baccalà è una delle pietanze emblematiche di tante cucine popolari e soprattutto delle abitudini culinarie dei luoghi più lontani dal mare, nei quali veniva trasportato già in epoche molto antiche grazie alla salatura, eccellente...
Pesce

Come preparare il fritto misto all'ascolana

Il fritto misto all'ascolana è uno dei piatti tipici della zona di Piacenza e si contraddistingue per il suo sapore forte e deciso, capace allo stesso tempo di accontentare i palati più raffinati ed esigenti. La preparazione di questo piatto non è...
Pesce

Come preparare un fritto misto di gamberi e calamari

Se sei amante del pesce e non vedi l'ora di andare in vacanza per poterlo gustare in riva al mare cullato dal rumore delle onde che si infrangono sugli scogli, prosegui con la lettura poiché questa guida fa proprio al caso tuo. Questa ricetta, tra i...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.