Come preparare il Bitter

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Come preparare il  Bitter

In commercio si possono trovare molteplici bevande che si distinguono fra loro in base alla tipologia ed alle caratteristiche. Troviamo quelle alcoliche e analcoliche, lisce ed infine miscelate con i cocktail realizzate con essenze, frutta, aromi naturali. Possono derivare dalla trasformazione e dall'infusione di sostanze vegetali. La produzione può variare da pochi minuti a svariati mesi o anni di invecchiamento. Tra le tante bibite troviamo il bitter, un amaro che raggruppa essenze naturali ed alcol. Nella guida che segue vedremo alcuni consigli semplici ed intuitivi su come preparare il bitter che, oltre ad essere gustato al naturale, può costituire un'ottima base di partenza per realizzare alcuni cocktail, in particolare aperitivi. Attenzione a non esagerare con il "fai da te", potrebbe portare ad effetti indesiderati.

28

Occorrente

  • Essenze
  • Frutta
  • Aromi naturali
  • Soluzione Idro-alcolica
38

Il Bitter è una bevanda alcoolica

Innanzitutto va detto che il Bitter è una bevanda alcoolica dal gusto prevalentemente amaro ottenuta dall'infusione di varie sostanze vegetali, comunemente utilizzato sia come bibita che come digestivo. Il motivo di questo impiego deriva dalle sue proprietà eupeptiche. Per la preparazione del bitter occorre seguire un preciso metodo di fermentazione e rispettare rigide tempistiche per quanto concerne la "miscelazione e macerazione" delle erbe e degli aromi naturali. Quindi solo seguendo la ricetta originaria, armandoci di pazienza, otterremmo il bitter e non una bevanda ad esso simile. Le erbe e le radici usate dovranno essere selezionate e conosciute. Non fidiamoci di quelle che non conosciamo, meglio chiedere a persone esperte. Inoltre occupiamoci della loro pulizia prima di usarle.

48

Il bitter si prepara in due fasi

La preparazione del bitter avviene in due fasi, l'infusione e la distillazione. Nella fase di infusione le erbe e le radici vengono macinate, polverizzate e successivamente immerse in una soluzione idro-alcolica. Successivamente la soluzione viene lasciata macerare per un periodo variabile, solitamente di alcuni mesi. Ultimata la macerazione la soluzione ottenuta viene fatta decantare affinché assuma un certo grado di limpidezza. Il bitter inizialmente veniva usato per fini terapeutici. Con esso infatti è possibile ottenere la remissioni di alcune patologie, ora curate con la penicillina. Con l'alcol si poteva estrarre ogni principio attivo presente nelle erbe usate, atto a migliorare la malattia. Prima di bere il bitter preparato con le nostre mani, facciamo attenzione ad eventuali allergie ed intolleranze e ricorriamo al medico in caso comparissero sintomi strani dopo l'assunzione.

Continua la lettura
58

Il bitter e le sue tipologie

Esistono moltissime tipologie di bitter che assumono nomi molto spesso derivati dal nome della miscela utilizzata per la realizzazione. Per esempio l'angostura è un bitter realizzato dalla fermentazione della corteccia della Cusparia febrifuga, una pianta sudamericana, con aggiunta di chiodi di garofano, radice di genziana, cardamomo, essenza di arance amare e china. L'orange bitter viene preparato con estratto di arancia amara in soluzione particolare mentre il peach bitter si ottiene con l'estratto di pesca fatto macerare in soluzione idroalcolica. Esistono poi in commercio bitter realizzati con essenza di carciofo, di rabarbaro, oppure con mix di varie erbe di montagna. Non parliamo delle aggiunte con frutta tropicale, che dona un tocco esotico ed irresistibile, soprattutto in estate.

68

Il bitter e lo "Spritz"

Generalmente i bitter vengono serviti lisci oppure con l'aggiunta di vino bianco frizzante come aperitivo. Lo "Spritz" è uno dei più conosciuti ed apprezzati, un classico senza tempo e segue questa ricetta a base di vino bianco, ghiaccio e una fettina di arancia per guarnire. I cocktail sono consentiti soltanto se il bitter impiegato ha gradazione alcolica compresa fra i 16 e 18 gradi mentre i bitter con gradazione maggiore, fra i 26 e i 35 gradi, sono serviti unicamente lisci, solitamente molto freddi e con aggiunta di ghiaccio. Il bitter viene realizzato con puro alcool oppure utilizzando alcool di vino e in quest'ultimo caso si ottiene da una precedente distillazione di uva a cui segue l'iter di "macerazione" assieme a varie erbe aromatiche.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Servirli freddi e con ghiaccio
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Analcolici

I 5 cocktail analcolici più economici

Il week-end è il momento della settimana che più aspettiamo. Dopo giorni di duro lavoro o studio, ci vuole una pausa, magari per svagarsi un po' con gli amici ed uscire dalla solita routine quotidiana. È ormai diventata una moda riunirsi la sera del...
Analcolici

Come preparare il cocktail aperitivo Bicicletta

Il cocktail aperitivo Bicicletta è famoso ovunque in Italia, ma anche in altri paesi. Dicono che chi lo beveva, non riusciva più a tornare a casa sulla propria bicicletta. Il fatto era dovuto forse dalla sua bontà, in quanto molto fresco e gradevole....
Analcolici

5 idee per preparare drink analcolici

Si avvicinano le feste natalizie e, tra giorni di festeggiamenti e appetitosi pasti con i parenti, incontrerete tantissime persone a voi care. In questa semplice e breve (ma allo stesso tempo utile ed interessante) guida, vi illustrerò 5 simpatiche idee...
Analcolici

Come fare un cocktail con il Campari

il Campari, tipico bitter italiano dal colore rosso rubino e dal sapore intenso, ha una lunga storia. Ampiamente diffuso all'estero, in ben 190 Paesi, è il prodotto di punta del Gruppo Campari dal 1860. Si ottiene dall'infusione in acqua ed alcol di...
Analcolici

I 10 cocktail analcolici più famosi

Non a tutti piacciono le bevande alcoliche e proprio per questo, è possibile spesso richiedere dei cocktail analcolici altrettanto gustosi e saporiti. In questa breve guida, troverete elencati i 10 cocktail analcolici più famosi e più amati, che molto...
Analcolici

Come preparare un aperitivo agrumi e zenzero

Piccola divagazione sul significato di aperitivo. Gli aperitivi sono bevande che hanno la funzione di predisporre il nostro organismo al cibo. Gli ingredienti usati per la preparazione degli aperitivi hanno delle proprietà che vanno a stimolare i succhi...
Analcolici

Come preparare drink analcolici

Per gustare un aperitivo, ma non volendo o non potendo assumere alcool l'alternativa altrettanto valida è la preparazione di un coktail analcolico. Esistono moltissime varietà di drink analcolici che possono soddisfare pienamente la sete di un vasto...
Analcolici

Come preparare l'acqua di avena

L'avena sativa è una pianta annuale della famiglia delle Graminacee. Da essa si ricava una bevanda dalle molteplici proprietà: l'acqua di avena. Ottimo ricostituente, ricchissima di fibre e sostanze proteiche, questa bevanda è semplice da preparare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.