Come preparare il caffè valdostano

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Aria di festa? Voglia di un raduno tra amici? Niente lo suggellerà di più che l'accompagnamento di un buon caffè valdostano! Si dovrà bere da un apposito contenitore realizzato in terracotta oppure intagliato artigianalmente in un pezzo di legno, dotato di coperchio e con diversi beccucci, chiamato comunemente con il nome di "coppa dell'amicizia" o più semplicemente "grolla". Si tratta infatti di una tradizione pressoché particolare, che prevede una sorta di convegno comunitario dedicato al sorseggio del caffè all'interno di un'usanza di costume tipica della Regione Valle d'Aosta, in uso nel paese tra il sedicesimo e il diciassettesimo secolo. Vediamo insieme come preparare questa specialità secondo una ricetta per quattro persone. Ora iniziamo come questa breve guida.

25

Occorrente

  • 4 tazzine di punch aromatizzato all'arancia o al mandarino, 1 tazzina di liquore Génépy, 4 chiodi di garofano, 4 tazzine di grappa, 4 tazzine di grappa, 4 tazzine di caffè gamma arabica o robusta, 1 arancia, zucchero q.b.
35

Preparate il caffè come di consueto per 4 invitati quindi con la vostra solita caffettiera posta sul fornello che copra un rispettivo numero di tazzine. Non scottatevi e versatele tutte direttamente nel recipiente prescelto, che sia una grolla o una coppa dell'amicizia. Fate scaldare, a parte e in un pentolino, quattro tazzine di grappa bianca insieme ad altrettante di punch all'arancia o al mandarino più una tazzina di liquore aromatico alle erbe Genepy. Cospargete dunque il bordo di apertura del contenitore con dello zucchero. Aggiungete due cucchiaini di zucchero e poi altri due, quindi 4 chiodi di garofano.

45

Otterrete così del caramello che dovrete riversare nella coppa. Potrete ora chiudere con un coperchio ed iniziare la degustazione della bevanda in compagnia. Abbiate premura di tappare, con i pollici delle mani, i beccucci posti accanto a quello da cui sorseggerete il caffè valdostano, passando il contenitore al vicino senza mai appoggiarlo sul tavolo, se non soltanto alla fine di questa piacevole seduta analcolica. Proprio così vuole la tradizione!

Continua la lettura
55

Prendete ora una grossa arancia, lavatela accuratamente, privatela della buccia con le dita o aiutandovi con un coltello, buttate quest'ultima nel preparato insieme ai precedenti ingredienti e mescolate delicatamente con un cucchiaio. Controllate che lo zucchero sia sciolto e aggiungete al caffè questo liquido, filtrandolo con un colino che impedisca la discesa di residui solidi. Ponete il tutto con notevole cura sul fuoco permettendo alla fiamma viva di caramellare la sostanza zuccherina sul bordo, che ogni tanto inumidirete mediante un poco di acqua posta in un cucchiaio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Analcolici

Come preparare un caffè shakerato

Noi italiani siamo famosi in tutto il mondo per essere amanti del caffè e, infatti, lo si consuma a tutte le ore della giornata e in tanti modi diversi. Basti pensare alla classica "pausa caffè", che sta ad indicare una rapida interruzione, spesso una...
Analcolici

Come preparare il caffè verde

Il caffè verde rappresenta una valida alternativa al caffè tradizionale, anche se viene ricavato dalla medesima pianta: l'unica differenza è che i chicchi del caffè verde non hanno subito il processo di torrefazione e, quindi, non perdono le loro...
Analcolici

Come preparare il caffè parigino

Parigi è indubbiamente una splendida città e nessuno può mettere in dubbio questa convinzione. Romantica e suggestiva, è spesso meta di artisti e innamorati che si riuniscono appassionatamente attorno ai tavolini dei bistrot per assaggiare un fragrante...
Analcolici

Come preparare il caffè con la moka

Ecco un bell'articolo, attraverso il cui aiuto, poter essere in grado di capire come poter preparare il caffè con la moka, in maniera tale da poter avere un buonissimo caffè e poterlo offrire con cuore sincero, ad amici e parenti. Si sa che saper preparare...
Analcolici

Come preparare un affogato al caffè facile e veloce

Quando arriva finalmente la meravigliosa stagione estiva, la maggioranza delle persone adorano molto passare le serate in compagnia: qualora vengano invitati degli amici a cena, non basterà rimpinzarli con le classiche lasagne, in quanto il loro appagamento...
Analcolici

Come preparare il caffè all'americana

Il caffè all'americana è una bibita conosciuta in tutto il mondo, che viene consumata particolarmente negli Stati Uniti d'America, in Europa del Nord ed anche in Italia. La quasi totalità dei supermercati italiani vende ormai ogni tipo di miscela per...
Analcolici

Come preparare il caffè nero americano

È ormai risaputo che il caffè è una bevanda bevuta in tutto il globo terrestre. Solitamente, al fine di renderlo più saporito per il nostro palato, vengono aggiunti al suo interno altri ingredienti, come ad esempio il latte o il cioccolato. Appena...
Analcolici

10 consigli per preparare il caffè lungo all'americana

Come iniziare al meglio la giornata se non con una bella tazza di caffè caldo al mattino appena svegli? E bene si, il caffè è il motivo per cui ci si alza al mattino perché senza questo non si riuscirebbe ad affrontare la routine quotidiana. Oggi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.