Come preparare il gratin di capesante ai pistacchi

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se volete presentare in tavola un antipasto originale, sfizioso ma semplice da realizzare, provate a preparare il gratin di capesante ai pistacchi. Si tratta di un piatto estremamente facile da preparare e non è certo indispensabile essere dei cuochi provetti per ottenere un eccellente risultato finale. Assicuratevi di avere tutti gli ingredienti nelle quantità indicate a portata di mano e mettetevi subito al lavoro. Leggendo questa guida non vi risulterà difficile comprendere come preparare il gratin di capesante ai pistacchi da gustare assieme a dell’ottimo spumante secco italiano.

25

Occorrente

  • 12 capesante
  • 100 g di pistacchi sgusciati
  • uno spicchio d'aglio
  • un rametto di maggiorana
  • 2 cucchiai di pangrattato
  • 6 cucchiai di olio extravergine d'oliva
  • sale
  • pepe
35

Per prima cosa prendete i pistacchi e metteteli in un padellino. Fateli tostare bene a fiamma vivace fino a quando il loro profumo inizierà a divenire più intenso. Spegnete la fiamma e trasferiteli sopra un piano di lavoro poi sminuzzateli passandoci sopra più volte un mattarello pesante.
Lavate accuratamente le capesante sotto il getto della fontana sfregando bene le conchiglie con una spazzola a setole dure. Apritele con cautela adoperando un coltellino adeguato e inserendolo direttamente fra le due valve. Staccate i molluschi dalle conchiglie poi eliminate le pellicine e il filo nero.

45

Lavate sia le noci che i coralli poi asciugatele attentamente. Trasferite il tutto nel mixer, aggiungete le foglie della maggiorana fresche, il prezzemolo, i pistacchi tostati e frullate. Versate quanto ottenuto in una terrina poi salate e insaporite con una generosa macinata di pepe. Aggiungete tanto pangrattato quanto basta per ottenere un composto compatto. Condite con l’olio extravergine d’oliva e mescolate ancora.

Continua la lettura
55

Riempite le conchiglie delle capesante con questa farcia poi compattate bene la superficie adoperando il dorso di un cucchiaio. Sistemate le capesante su una teglia di adeguate dimensioni e cuocetele in forno già caldo impostato sui 180°C. Dopo circa un quarto d’ora saranno cotte a puntino. Sfornatele e presentatele subito in tavola sopra un piatto da portata. Se volete realizzare una presentazione piuttosto coreografica, disponetele sopra uno strato di sottili fette di arance e limoni. Il gratin di capesante ai pistacchi è perfetto per essere servito durante occasioni speciali come aperitivi prima di una cena di gala organizzata a casa vostra o come gustoso antipasto prima di un pranzo tutto a base di pesce fresco. Quando andate ad acquistare le capesante assicuratevi che siano freschissime altrimenti il risultato finale non sarà quello atteso. Rivolgetevi dunque a una pescheria di fiducia che propone alla clientela sono pescato di giornata e di ottima qualità.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Come preparare le capesante allo scoglio

Se amate la cucina e vi dilettate spesso con la preparazione di gustosi manicaretti, non potete non apprezzare le capesante, anche conosciute come pettini di mare. Questi molluschi sono tra i più pregiati: certo non possono essere consumati ogni giorno,...
Antipasti

Come preparare gli sformatini di capesante con crema ai broccoli

Il dolce profumo delle sere d'estate, ci invita a lasciare le mura domestiche per assaporare il fresco serale. Per rendere ancora più speciale una cena estiva all'aperto, perché non renderla indimenticabile con una preparazione raffinata e dai sentori...
Antipasti

Come preparare il gratin di aringhe con patate

Anche una cena estiva last minute può riservare delle inaspettate sorprese! Per portare in tavola tutto il profumo del mare, lasciamoci ispirare da una ricetta semplicissima ma ricca di sapore. Le aringhe al gratin sono una preparazione veloce e molto...
Antipasti

Come preparare le capesante aromatiche al pane

Le capesante aromatiche al pane sono un delizioso antipasto, ottimo da servire durante una cena estiva all'aperto a base di pesce fresco e crostacei. Sono molto semplici da preparare e anche chi non è abituato a cucinare potrà ottenere un risultato...
Antipasti

Come preparare il gratin di finocchietti con pane all'acciuga

Se desiderate preparare un insolito antipasto o un gustoso contorno da servire assieme a secondi a base di pesce, ecco qua il piatto che fa proprio al caso vostro: il gratin di finocchietti con pane all'acciuga. Si tratta di una ricetta molto semplice...
Antipasti

Come preparare la crema di orate alle capesante

La crema di orate alle capesante è un goloso antipasto particolarmente apprezzato da chi ama i sapori di mare. È ottimo da gustare caldo assieme a un vino bianco frizzante servito a temperatura molto bassa. È una specialità semplice da preparare e...
Antipasti

Come preparare il gratin di scarola con acciughe

Il gratin di scarola con acciughe è un goloso secondo piatto a base di pesce e verdure. Può essere gustato caldo oppure freddo a seconda dei gusti personali. Assicuratevi di avere a portata di mano tutti gli ingredienti e iniziate subito a realizzare...
Antipasti

Come preparare i cavolfiori al gratin

Nell'orto invernale sboccia uno degli ortaggi più sorprendenti per bontà e proprietà nutritive. Stiamo parlando del cavolfiore, un vero e proprio elisir di benessere, perfetto per fare il pieno di vitamine e sali minerali. Le innumerevoli virtù nascoste...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.