Come preparare il kofte turco

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le kofte sono un piatto tipico turco, che tradotto letteralmente significa "polpette". Preparate con carne d'agnello speziata, le kofte vengono preparate in tantissimi modi e a seconda della zona della Turchia le ricette sono differenti tra loro, tranne che per l'impiego della carne d'agnello. Pensate che esistono circa 300 modi di preparare le kofte, ognuna ugualmente buona. L'unica nota dolente è che occorre lavorare l'impasto delle kofte per lungo tempo e poi farlo riposare per alcune ore prima di passare alla loro cottura. Queste gustosissime polpette d'agnello possono essere accompagnate con diverse salse, come quella allo yogurt, al sugo di pomodoro e tante altre ancora. Ma vediamo insieme come preparare le kofte.

26

Occorrente

  • 500 gr di carne macinata di agnello
  • mezzo cucchiaino di cumino
  • paprica q.b.
  • 2 cipolle medie
  • 3 fette di pane raffermo
  • prezzemolo tritato
  • sale e pepe q.b.
36

Preparate tutti gli ingredienti

Come prima cosa preparate il macinato d'agnello che dovrà essere tritato molto fino. Mettete in ammollo in acqua il pane raffermo ed eliminate la buccia delle cipolle. Lavate e tritate molto finemente il prezzemolo e tenetelo da parte. Per ottenere una consistenza molto morbida, vi consiglio di tritare insieme la cipolla e il prezzemolo usando un mixer. In questo modo i sapori riusciranno a mischiarsi perfettamente con quelli della carne.

46

Preparate il composto delle kofte

Prendete il pane che avete messo in ammollo in acqua, strizzatelo e riducetelo a pezzettini. Mettete in una ciotola la carne macinata, il pane ammollato, il trito di cipolla e prezzemolo e iniziate a impastare il tutto. Unite poi tutte le spezie, ovvero la paprica, il cumino, il pepe e il sale. A questo punto iniziate ad impastare il composto di carne con le mani per almeno una mezz'ora in modo da ottenere un impasto omogeneo, liscio e morbido. Una volta fatto ciò, coprirete con un panno in cotone o una pellicola e fate riposare in frigorifero per circa 4 ore.

Continua la lettura
56

Formate le kofte e cuocetele

Una volta che il composto di carne ha riposato per il tempo necessario, prendetelo dal frigo e iniziate a formare le kofte. Potete darle la classica forma della polpetta un po' abbondante, oppure una forma ovale; in questo caso è d'uso infilarle in uno spiedino di legno. Fatte tutte le kofte non vi resta che cucinarle nel modo che preferite, ovvero friggendole in olio di semi di girasole, oppure sopra una piastra, in padella o in forno. Naturalmente, la cottura sulla piastra o in forno sarà molto più leggera rispetto alla versione fritta. Qualsiasi modo scegliate per cucinarle, saranno ugualmente saporite. Le kofte si accompagnano molto bene alla salsa di yogurt, oppure potete servirle con un insalata verde, o con delle patate fritte.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Mangiate le kofte appena cucinate.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

Come preparare un dessert turco con zucca e noci

Se ci si trova a visitare la Turchia, si noterà come in tutti i bazar e nelle vetrine dei negozi, è diffusissima la presenza di dolci di ogni tipo. In qualsiasi strada o mercato, si vede comparire un venditore ambulante con tanti dolci che sono delle...
Cucina Etnica

Come fare il borek turco

Il borek è una torta salata tipica della tradizione turca, che si può gustare anche in altri luoghi dei Balcani. La sua preparazione si ottiene impastando farina e lievito ed aggiungendo poi uova, yogurt e olio. Ingredienti semplici che abbiamo spesso...
Dolci

Come preparare il salame turco

Cari lettori golosi e appassionati di dolci, siete pronti a preparare l'impasto di cioccolato per la realizzazione del salame turco?  Il salame turco è un dolce semplicissimo da realizzare ma, nonostante questo, squisitissimo. La cosa bella è, inoltre,...
Cucina Etnica

I migliori ristoranti etnici di Roma

Da secoli i processi migratori contribuiscono ad imprimere una netta caratterizzazione di tipo globale alla nostra società. Quando i migranti approdano in una terra straniera, infatti, portano con se le loro tradizioni, religioni, dialetti e, non da...
Cucina Etnica

Gyros con salsa tzatziki e patate

Gentili lettori, all'interno della guida che seguirà ci dedicheremo ad una ricetta di origine greca, detta Gyros con salsa tzatziki e patate.as">Proveremo a fornire una guida alla preparazione che risulti essere semplificata, sintetica ma, allo stesso...
Cucina Etnica

Come cucinare un adana kebab

Il Adana kebab è una variante da barbecue del kebab che solitamente siamo abituati a mangiare. Esso è un mix tra le spezie e la carne macinata e prende questo nome dalla città turca che letteralmente significa proprio kebab di carne macinata. Nella...
Carne

Come fare le polpette di agnello

Le polpette sono uno di quei piatti che possono essere realizzati con ogni tipo di ingrediente, come carni, pesce, verdure o legumi. Inoltre, è uno dei modi migliori per far mangiare la carne o il pesce ai bambini che solitamente si mostrano molto restii...
Carne

Ricetta: bocconcini di agnello in crosta di pistacchi

Se avete ospiti a pranzo o a cena, se volete presentare una pietanza innovativa su un buffet, insomma volete fare bella figura anche per un'occasione speciale, un evento raro, potete cucinare i bocconcini di agnello in crosta di pistacchi. Si tratta di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.