Come preparare il latte brulé

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Il latte brulè è un dolce che va cucinato a fuoco lento. Esso richiede molte ore di preparazione ed il suo aspetto assomiglia alla creme brulé ed alla panna cotta. La ricetta non prevede gli stessi ingredienti; infatti, il latte brulé si addensa grazie alle uova e ad una lunga cottura. Può essere considerato un dessert povero per gli ingredienti che vengono utilizzati. In questo tutorial vengono dati alcuni utili consigli e delle corrette informazioni su come preparare il latte brulé.

25

Occorrente

  • Ingredienti: un litro di latte, 60 g di zucchero, 4 tuorli, 1/2 baccello di vaniglia, zucchero per lo stampo
  • Per il caramello: 100g di zucchero, 50 ml di acqua
35

Il procedimento

All'inizio si deve versare il latte in una casseruola con lo zucchero ed il baccello di vaniglia; quest'ultimo si deve incidere. Il tempo di cottura dipende dalla quantità del latte; bisogna aspettare 2/3 ore in modo che il latte si riduce della metà. È opportuno mescolare di tanto in tanto per non far formare la panna in superficie in quanto può fuoriuscire dalla pentola durante la cottura. Quando il latte si è ridotto si spegne il fuoco e si lascia raffreddare per qualche minuto; successivamente si prende un colino e si filtra per togliere sia la panna che la bacca di vaniglia.

45

La ciotola

In una ciotola si mettono i tuorli e si lavorano con lo zucchero utilizzando uno sbattitore elettrico. Questa operazione va fatta fino a che il composto non diventa schiumoso; in seguito si versa il latte e si continua a lavorare per ottenere una crema omogenea. Si prende uno stampo in alluminio con foro centrale e si cosparge con qualche cucchiaio di zucchero semolato. Si mette lo stampo sul fornello accesso e si fa caramellare lo zucchero. Se invece lo stampo è in silicone bisogna preparare il caramello, cioè si mette sul fuoco un pentolino con 100 g di zucchero e si fa sciogliere. In un altro pentolino si fa bollire 50 ml di acqua e si versa sullo zucchero caramellato; poi, si lavora il tutto.

Continua la lettura
55

Il caramello

Si mette il caramello bollente nello stampo e si fa raffreddare. Si versa il composto di latte e uova nello stampo caramellato e si fa cuocere a bagnomaria (mettendo lo stampo dentro una teglia più grande con dell’acqua) in forno preriscaldato a 180 C° per 40 minuti. Per essere sicuri che il latte brulé è cotto si fa la prova dello stecchino; se resta dell’impasto attaccato il dolce deve cuocere ancora. Quando si è cotto si toglie dal forno e dal bagnomaria, si fa raffreddare e poi si mette in frigo per un paio d’ore. Dopo questo tempo si capovolge il latte brulé su un piatto da portata e si serve agli ospiti; per affettare questo dolce si bagna la lama del coltello con l'acqua.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Ricetta: torta vin brulè

Il vin brulè che tradotto significa vino bruciato, è una bevanda molto delicata, aromatizzata e gustosa. Viene preparata con vino, spezie, agrumi e zucchero. Va bevuto rigorosamente caldo. Oltre ad essere ottimo da sorseggiare, può essere impiegato...
Dolci

Come fare la torta brulè al limone

Un dolce molto profumato, che può essere preparato utilizzando una base di pasta frolla, è la torta brulè al limone. La farcitura a base di crema, l'aroma irresistibile del limone e lo zucchero caramellato in superficie donano a questo dolce un fascino...
Dolci

Come preparare i biscotti alle noci con cioccolato al latte

Se volete preparare dei gustosi biscotti da gustare in qualsiasi momento della giornata, questi arricchiti con noci e cioccolato al latte fanno proprio al caso vostro. Sono molto semplici da preparare e non è certo necessario essere dei pasticceri provetti...
Dolci

Come preparare il gelato con il latte condensato

Con il termine "latte condensato" si intende quel latte che è possibile conservare poiché è stato sottoposto ad un trattamento di sottrazione di umidità. Per far si che i batteri siano rimossi dal latte, esso deve essere evaporato e successivamente...
Dolci

Come preparare dolci senza latte

L'intolleranza al lattosio è sempre più diffusa, sopratutto tra i giovani. Chi adora i dolci e non può rinunciarvi per colpa del lattosio, deve sapere che esistono tantissime ricette di dolci che non prevedono il latte. In alternativa, esistono anche...
Dolci

Come preparare la crostata di crema al latte

Avete mai pensato di preparare una versione diversa della solita crostata? Ecco a voi la crostata con crema al latte e pan di Spagna. È una torta abbastanza semplice da preparare anche da parte dei meno esperti ai fornelli. Piace sempre a tutti e può...
Dolci

Come preparare il latte di gallina

Se intendi preparare una ricetta molto semplice come ad esempio il latte di gallina, potrai farlo nel modo più semplice che possa esistere ed ottenere questa bevanda che risulta poi alla fine salutare specie per combattere molti malanni fisici. In riferimento...
Dolci

Come preparare la marmellata di latte

La marmellata di latte è poco conosciuta e usata in Italia, ma piuttosto diffusa nel nord Europa e nei paesi dell'America meridionale. È da preparare nel periodo invernale, quando a disposizione c’è poca frutta da utilizzare per queste preparazioni....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.