Come preparare il lavarello in carpione

Tramite: O2O 28/11/2017
Difficoltà: media
17

Introduzione

Se amate le specialità di mare questa ricetta è ciò che fa al caso vostro. In pochi passi vi spiegherà come preparare il lavarello in carpione arricchito con il profumo delle bacche di ginepro e della salvia. Per ottenere un risultato finale eccellente, non basta seguire tutti i passaggi descritti ma è indispensabile acquistare un lavarello freschissimo, appena pescato. Le dosi indicate sono per quattro persone ma se prevedete di avere molti ospiti da accontentare, raddoppiate le quantità degli ingredienti senza modificare le proporzioni fra gli stessi. Leggendo la guida a seguire, non vi risulterà particolarmente difficilecomprendere come preparare il lavarello in carpione.

27

Occorrente

  • 700 g di lavarello
  • 6 foglie di salvia
  • Una cipolla
  • Una carota
  • ½ costa di sedano
  • 2 spicchi d’aglio
  • Un rametto di timo
  • 200 ml di aceto bianco
  • 2 cucchiai di farina
  • 4 bacche di ginepro
  • Olio extravergine d’oliva
  • Sale
  • Pepe
37

Preparare il lavarello

Prendete il lavarello che avete a disposizione e incidete il ventre con un coltello ben affilato. Togliete le viscere e poi lavatelo accuratamente sotto il getto della fontana. Sfilettatelo e assicuratevi che non ci siano ancora lische nella polpa. In caso contrario sfilate quelle presenti adoperando una comune pinzetta per le ciglia. Dividete ogni filetto in quattro parti e poi passateli rapidamente nella farina. Versate un cucchiaio d?olio in una padella capiente e mettetela sul fuoco. Appena l?olio sarà ben caldo aggiungete i filetti di lavarello e scottateli da entrambe le parti per un paio di minuti. A quel punto prelevateli dalla padella e sistemateli in una terrina dopo averli salati.

47

Preparare le verdure

Sbucciate la cipolla e poi tagliatela a fettina sottili. Pelate la carota e, dopo averla lavata, riducetela a julienne non troppo sottili. Eliminate i filamenti più duri dalla mezza costa di sedano e tagliatela a tocchetti. Mettete un cucchiaio di olio in una casseruola e fatelo scaldare bene assieme allo spicchio d'aglio sminuzzato e alle foglie di salvia. Unite anche le verdure appena preparate e lasciatele insaporire per qualche minuto. Aggiungete l'aceto, mezzo bicchiere d'acqua e il vino poi mescolate e arricchite con le bacche di ginepro e il pepe. Portate il preparato a ebollizione, abbassate la fiamma e cuocete il tutto per cinque minuti.

Continua la lettura
57

Ultimare la preparazione del lavarello

Versate questa marinata bollente con tutte le verdure sopra i filetti di lavarello. Coprite immediatamente la pirofila con un coperchio di adeguate dimensioni e lasciate riposare la preparazione per almeno dieci ore. Trascorso il tempo indicato potete presentare in tavola il lavarello in carpione assieme a fette di pane fresco di tipo casalingo e con un buon bicchiere di rosso ben strutturato.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Potete prepare in carpione anche altri tipi di pesce di acqua dolce come ad esempio la trota
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

Ricetta: sarde in carpione

Capita a tutti di avere ospiti a pranzo o a cena e di non sapere cosa preparare per sorprenderli e deliziarli. Spesso, rispolverare un piatto tipico della nostra tradizione può essere la mossa vincente. Fanno al caso nostro le sarde in carpione, una...
Pesce

Coregone: 5 ricette

Il coregone è un pesce d'acqua dolce che in Italia non è autoctono, ma è stato introdotto sul finire dell'Ottocento. Ha però proliferato in poco tempo e ora si può trovare comunemente soprattutto nei laghi del settentrione d'Italia. Il suo nome scientifico...
Pesce

Come preparare le frittelle di granchio

Le frittelle di granchio sono una specialità tipica della cucina meridionale e facili da preparare. Si tratta inoltre di una pietanza che va servita calda, sia come antipasto che come secondo piatto. In riferimento a ciò, ecco dunque una guida su come...
Pesce

Come preparare le Polpette di Gamberetti

Se pensavate che le polpette si potessero preparare soltanto con la carne o con le verdure, è invece importante sapere che anche il pesce ed in particolare i gamberetti, si prestano per questa elaborazione. In riferimento a ciò, ecco dunque una guida...
Pesce

5 ricette di pesce da preparare in 10 minuti

Solitamente per preparare un buon piatto di pesce, è richiesta una preparazione molto lunga ed elaborata. In realtà in questa breve guida, vi indicheremo 5 pratiche e facili ricette a base di pesce da poter preparare in 10 minuti in casa vostra senza...
Pesce

Come preparare il salmone freddo al balsamico

Se desiderare proporre in tavola un piatto prezioso per iniziare bene una cena importante, ecco a voi la ricetta per preparare il salmone fresco al balsamico. Si tratta a tutti gli effetti di un carpaccio abbinato a peperoni gialli, verdi e rossi. È...
Pesce

Come preparare il carpaccio di polpo alla citronette

Il carpaccio di polpo alla citronette è un gustoso antipasto da servire ben freddo durante le cene estive organizzate all'aperto. È abbastanza semplice da preparare ma è necessario avere a disposizione un po' di tempo libero da dedicare ai fornelli....
Pesce

Come preparare la zuppa di stoccafisso

Tra le tante ricette esistenti in cucina da preparare in modo facile e allo stesso in modo davvero gustoso, c'è senza ombra di dubbio la zuppa di stoccafisso. Infatti oltre al suo gusto deciso e appetitoso, lo stoccafisso è un ottimo piatto anche dal...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.