Come preparare il liquore di melone

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Dopo la fine di un pranzo o di una gustosa cena con amici o parenti arriva il momento di offrire agli ospiti un bicchierino di liquore per finire in bellezza. O anche nei caldi giorni di estate è sempre piacevole gustare degli ottimi liquori, magari al sapore di frutta e fatti in casa con ingredienti freschi e genuini senza aggiunta di conservanti. Un frutto adatto soprattutto per i periodi più caldi dell'anno è sicuramente il melone. In questa guida vi mostrerò come preparare un ottimo liquore di melone da servire fresco.

26

Occorrente

  • Melone
  • Zucchero
  • Alcool
  • Colino e panno di stoffa
  • Barattolo con chiusura ermetica
36

Prima di tutto dovete acquistare un melone giallo dal vostro fruttivendolo di fiducia cercandone uno abbastanza maturo ma non troppo. Evitate di prenderne uno troppo verde in quanto il liquore risulterebbe troppo aspro. Una volta trovato il vostro melone maturo sbucciatelo per bene e, aiutandovi con un coltello a lama liscia ben affilato, eliminate tutta la parte interna dei semi e la parte esterna più bianca. Ora sciacquate le fette per bene a mettetele ad asciugare su un panno. Acquistate anche dell'alcool puro, lo trovate in qualsiasi negozio alimentare.

46

Ora prendete un barattolo di vetro, perfettamente pulito ed asciutto (acquistatene uno grande di circa 5 litri che abbia un tappo), e che sia a chiusura ermetica, o comunque una chiusura ben salda, che non lasci traspirare aria e versateci all'interno dell'alcool. Tagliate a piccoli cubi il melone, ed inserite i cubetti all'interno del barattolo, in modo da occupare poco spazio e farne stare parecchi. Fate macerare il melone all'interno dell'alcool, per almeno 3-4 settimane. A questo punto, prendete un pentolino, mettetelo sui fornelli, e versateci all'interno acqua e zucchero. Quindi portate ad ebollizione, fino a quando il composto comincerà ad addensarsi. Spegnete il fuoco e lasciate che lo sciroppo si raffreddi completamente.

Continua la lettura
56

Mentre aspettate il raffreddamento, prendete un colino, metteteci dentro un panno di stoffa, e filtrate l'alcool, e quando lo sciroppo si sarà raffreddato, unitelo all'alcool filtrato. Rimettete tutto nel barattolo e lascia a riposo per una notte. Il giorno dopo, potrete filtrare nuovamente l'alcool con lo sciroppo. Ora tappate il barattolo ermeticamente, e tenetelo in un luogo fresco e buio per due mesi almeno. Dopodiché potrete degustare il vostro buonissimo e semplicissimo liquore al melone. Chiaramente questa ricetta potrete adottarla per creare altre varianti di liquore, ad esempio: mandarino, arancia, pesca, o perché no, unendo i vostri due frutti preferiti. Sbizzarritevi con la vostra fantasia per creare degli ottimi liquori da servire ad amici e parenti

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Crea etichette personalizzate ai tuoi liquori, per stupire gli ospiti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

Come preparare il liquore allo zenzero

Lo zenzero è molto usato nella cucina italiana. Dai primi piatti ai dolci, offre un sapore aromatico molto simile a quello del limone. Un uso molto particolare dello zenzero è quello che lo vede protagonista in un liquore dal gusto forte e deciso, quello...
Vino e Alcolici

Come preparare il liquore alla panna e fragole

Per concludere un buon pranzo o una buona cena, generalmente si offre ai propri ospiti un buon liquore che aiuta la digestione delle pietanze appena consumate. Esistono moltissimi tipi di liquori e generalmente in questi casi preferiamo acquistarli già...
Vino e Alcolici

Come preparare il liquore alla mela

Ideale da gustare a fine pasto, come rinfrescante digestivo o anche prima del pasto come aperitivo ghiacciato, il liquore alla mela non è particolarmente difficile da preparare. Il gusto delicato ma non invadente della mela lo rende anche perfetto per...
Vino e Alcolici

Come preparare il liquore di mirto

Il liquore di mirto è un tipico liquore della regione sarda, ottenuto a partire da una pianta arbustiva spontanea che ricopre gran parte del territorio naturale di questa regione: il mirto. Nei semplicissimi passi successivi di questa breve guida, in...
Vino e Alcolici

Come preparare il liquore alla banana

Il liquore è un alcolico molto forte che spesso si usa per accompagnare i dolci dopo cena. Proprio per la sua caratteristica di essere fortemente alcolico non è sempre gradito da tutti.Esistono moltissimi gusti di liquori e moltissime gradazioni. Ad...
Vino e Alcolici

Come preparare il liquore al melograno

Il melograno è un frutto che si presta molto bene ad essere consumato fresco, sia per preparare deliziosi piatti a base di carne, ma anche per realizzare dei liquori molto buoni. Se siete interessati a volete preparare un buon liquore con le vostre mani,...
Vino e Alcolici

Come preparare il liquore di more

Agli appassionati di liquori e grappe fatte in casa ecco l'ultimo ritrovato del gusto: il liquore di more. Forse non se ne è sentito parlare abbastanza negli ultimi tempi... Sarà perché è una novità, ma il suo gusto è sicuramente unico e prelibato....
Vino e Alcolici

Come preparare il liquore di mirto bianco

La Sardegna è una regione che ha tanto da offrire, sotto ogni punto di vista: dai paesaggi incontaminati ai reperti archeologici, dall'ospitale folklore ad una enogastronomia ricca e variegata, non c'è persona al mondo che non possa amare un po' di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.