Come preparare il margarita

tramite: O2O
Difficoltà: facile
Come preparare il margarita
17

Introduzione

Se siamo in cerca di alcune ricette per preparare drink o aperitivi tradizionali, Il Margarita potrebbe fare al caso nostro. Prima di provvedere ad elencare gli ingredienti utili per la sua realizzazione e il procedimento per la preparazione, bisogna conoscerlo meglio. Il Margarita è un cocktail di origine messicana dalle molteplici varianti: da quella classico al limone (o lime), alla frutta quali mango o fragola, a quelle particolarmente sfiziose ed originali tipo il margarita al basilico. Andiamo a vedere insieme quindi, come preparare un Margarita.

27

Occorrente

  • tequila
  • ghiaccio
  • succo di limone o lime
  • fettine di limone
  • triple sec o Coitreau
  • shaker o frullatore
37

Varianti del cocktail

Prima di tutto, dobbiamo specificare che ci sono due varianti principali di questo cocktail: il Frozen, con la semplice aggiunta di cubetti interi di ghiaccio, e l' On The Rocks, ovvero frullato col ghiaccio. Per quanto riguarda la sua preparazione invece, il mio consiglio è di adoperare un buon tequila, preferibilmente "reposado" ovvero invecchiato. Può essere facilmente riconoscibile, oltre che dall'etichetta sulla bottiglia, anche dal colore: quello chiaro, trasparente è "claro", mentre quello dal colore dorato o ambrato è "reposado". Detto questo, procediamo pure con la preparazione vera e propria del nostro Margarita.

47

Margarita Forzen

Per realizzare la versione Frozen, dobbiamo versare nel frullatore da tre a quattro cubetti di ghiaccio, aggiungendo anche due parti di tequila, una parte di triplesec e una parte di succo di limone. Successivamente, frulliamo per bene fino a che otterremo una certa consistenza, dato che il ghiaccio non si deve liquefare. Prima di versare il cocktail nel bicchiere, dovremo dargli il tocco finale, che consiste nel bagnare l'intero bordo del bicchiere con del succo di limone, appoggiarlo su un piattino contenente sale, affinché quest'ultimo si attacchi ai bordi. Infine, versare il Margarita e servire.

Continua la lettura
57

Margarita On The Rocks

Se invece, optiamo per la versione On The Rocks, iniziamo mettendo i cubetti di ghiaccio in uno shaker, aggiungiamo tutti gli ingredienti (due parti di tequila, una parte di triplesec, una parte di succo di limone) e agitiamo per bene. Naturalmente, come nel primo caso, non dovremo dimenticare di aggiungere anche dei tocchi decorativi che faranno la differenza. Per esempio, se vogliamo dare un tocco caraibico alla nostra bevanda, tagliamo una fettina di limone giallo o lime, realizziamo un piccolo taglio nel raggio del dischetto e infiliamola nel bordo del bicchiere. Per dare quel tocco in più al Margarita inoltre, scegliamo una simpatica cannuccia colorata per completare l'opera. Anche se, di regola, andrebbe bevuto direttamente dal bicchiere.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il Margarita si abbina bene a cibi fritti o piccanti.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

Come preparare il cocktail Margarita

Il cocktail è una bevanda che si ottiene tramite la miscela di diversi ingredienti alcolici, non alcolici e aromi. Tuttavia se eseguito senza l'uso di componenti alcoliche viene detto cocktail analcolico. Il cocktail può presentare all'interno del bicchiere...
Vino e Alcolici

Ricetta: margarita al mango e papaya

Se volete festeggiare il "Cinco de Mayo" con i vostri amici messicani, o semplicemente sorseggiare un buon cocktail nella vostra città chiudendo gli occhi ed immaginando di essere sdraiati con il sole in faccia su una candida spiaggia davanti ad un mare...
Vino e Alcolici

5 cocktails alcolici estivi da preparare in casa

Volete fare un aperitivo, oppure una bevuta dopo cena per rallegrare la serata e spassarsela un po'? O semplicemente volete farli per voi per assaggiarli e bere qualcosa di diverso? Allora benvenuti in questa lista dove vi elencherò 5 cocktails alcolici...
Vino e Alcolici

5 cocktail a base di tequila

Il Tequila è un tipo di liquore secco anzi più propriamente lo si può definire con il termine distillato. Esso si ricava dalla fermentazione della pianta di Agave Blu, chiamata anche agave Tequilana. Questa pianta viene coltivata nello Stato del Messico,...
Vino e Alcolici

Come preparare un cocktail alla papaia

Voglia di estate, di aperitivi a bordo piscina o in riva al mare. Cosa c'è di meglio di una festa con gli amici per dare il benvenuto alla bella stagione? Basteranno degli stuzzichini invitanti, dei piatti freddi e degli spiedini di frutta da abbinare...
Vino e Alcolici

Come preparare un fruit cup

Il cocktail Fruit Cup ha un gusto molto dolce e intenso. La frutta rende il cocktail un ottimo misto di gusti tropicali e cosa c'è di meglio per trascorrere una gradevole pausa per una serata insieme agli amici? Con questa semplice ricetta, puoi preparare...
Vino e Alcolici

Come preparare il liquore alla mela

Ideale da gustare a fine pasto, come rinfrescante digestivo o anche prima del pasto come aperitivo ghiacciato, il liquore alla mela non è particolarmente difficile da preparare. Il gusto delicato ma non invadente della mela lo rende anche perfetto per...
Vino e Alcolici

Come preparare un liquore di carrube

Oltre che per ricavare la farina, le carrube si possono impiegare anche per preparare un liquore. Il liquore di carrube è un ottimo digestivo ed è l'ideale per accompagnare un dessert di fine pasto. Se servito freddo, il liquore è anche un piacevole...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.