Come preparare il pasticcio di cacciagione

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'inverno ben si presta alla realizzazione di piatti più calorici rispetto a quelli che si cucinano nella stagione calda, nella quale si tende a preparare ricette più leggere e meno grasse. Nelle fredde notti d'inverno ci si può così sbizzarrire con piatti più impegnativi, mettendo in moto la propria fantasia per stupire i commensali. Uno dei piatti consigliati per l'inverno è sicuramente il pasticcio di cacciagione; un piatto tipicamente inglese, realizzato anche in suolo italiano, soprattutto nelle regioni nelle quali la pratica della caccia è ancora diffusa. Lungo i prossimi passi vedrete come preparare questo piatto.

26

Occorrente

  • 200 gr di cacciagione a scelta
  • 150 fr di macinato di salsiccia
  • Cipolla a piacimento
  • Timo a piacimento
  • Pasta brisè, 2 fogli
36

Per preparare il pasticcio potete utilizzare la cacciagione che più soddisfi il vostro gusto personale: si può infatti cucinare con il cinghiale, con la lepre, con la pernice, con l'anatra ed altri tipi di carne. Solitamente si sceglie un solo tipo di carne, ma si possono abbinare anche due varietà. Se avete già scelto la cacciagione da impiegare per realizzare questa ricetta, proseguite come segue. In una terrina unite il macinato di salsiccia con mezza cipolla, un po' di timo e realizzate delle piccole polpette.

46

Prendete ora una padella antiaderente e ungetela con un giro d'olio; fate scaldare leggermente prima di mettere le polpette a rosolare. Queste ultime dovranno cuocere sino a quando non saranno leggermente dorate. Al posto dell'olio potete utilizzare una noce di burro, che aumenterà, però, la quantità di calorie del piatto. Scolate le polpette e mettetele in un piatto con della carta assorbente, in modo che l'olio in eccesso non ristagni. Nello stesso olio nel quale avete cotto le polpette, cuocete ora la selvaggina. Se possibile tagliatela a cubetti; in caso contrario disossate la cacciagione e portatela a cottura in piccoli pezzetti. Anche la carne dovrà essere cotta e scolata allo stesso modo delle polpette.

Continua la lettura
56

Lasciate raffreddare il tutto; nel mentre stendete su una teglia foderata con della carta da forno, un foglio di pasta brisè. Al posto della brisè potete utilizzare anche la sfoglia, che ben si presta per questo tipo di ricette. Adagiate la carne sulla pasta, realizzando, con un altro foglio di brisè, un coperchio e dei dei bordi laterali unendo i lembi. Portate il tutto a cottura in un forno pre riscaldato a 180 gradi. Attendete 20 minuti circa prima di sfornare. Servite il pasticcio posizionandolo al centro del tavolo, dopo averlo già tagliato a fette. Ogni commensale, dopo aver ammirato il risultato finale, potrà servirsi a suo piacimento ed, eventualmente, fare il bis.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La realizzazione di questo piatto è particolarmente indicata con la carne di cinghiale, che ben si sposa col sapore della salsiccia

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Carne

Ricetta: pasticcio di faraona in crosta

Il pasticcio di carne è una ricetta molto rustica e tradizionale, che in origine veniva utilizzata come valida preparazione per riutilizzare le parti di carne avanzate da altri piatti o da pasti precedenti. Nella cucina moderna questo piatto tradizionale...
Carne

Ricetta: pasticcio di pollo al forno

Il pasticcio di pollo al forno è una vera prelibatezza dal gusto unico e inconfondibile, un sapore particolare che profuma di funghi, pancetta e prosciutto crudo. Può essere proposto ai propri ospiti e commensali come piatto unico o come gustoso e abbondante...
Carne

Come condire la carne di selvaggina

Ecco come condire la carne di selvaggina.La selvaggina costituisce quell'insieme di fauna commestibile dall'uomo e che in genere è preda dei cacciatori, ma che in certi casi può essere allevata a questo scopo, come il coniglio, che si può acquistare...
Carne

Ricetta: cinghiale alle mele

Le ricette aventi come soggetto la cacciagione sono da sempre considerate come le più saporite e sfiziose da assaporare. Il cinghiale può essere preparato in svariati modi e preparazioni, tra cui brasato, arrosto e via dicendo. Questa ricetta vi guiderà...
Carne

5 modi per cucinare il cinghiale

La carne di cinghiale la si può utilizzare per la preparazione di tantissime ricette. Infatti è possibile preparare con essa gustosissimi primi e secondi piatti. Questo tipo di carne ha un sapore molto deciso, tipico della selvaggina. Ad ogni modo vediamo...
Carne

Come cucinare la fagianella

Un tipo di carne non sempre apprezzata è quella relativa alla cacciagione. In realtà questo genere di carne, preparata nel modo e nella maniera più giusta, è piuttosto deliziosa. La fagianella è senza ombra di dubbio molto gustosa. Quest'ultima la...
Carne

Come preparare gli involtini di bresaola alle nocciole

La bresaola è un gustosissimo salume crudo dal gusto dolce e delicato. Così invitante, nutriente e leggera, la bresaola è ottima per preparare dei secondi piatti saporiti. Magari con un semplice condimento di pinzimonio. Oppure in accompagnamento a...
Carne

Come preparare il coniglio al sidro di mele con patate

Oggi vi andrò a spiegare come preparare il coniglio al sidro di mele con patate. Lo stufato risultante è incredibilmente semplice e delizioso. Il coniglio è un animale laborioso da preparare. Vi piace il petto di pollo costituito da carne fondamentalmente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.