Come preparare il pesto di cavolo nero

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Se volete realizzare una salsa davvero gustosa e dal sapore originale potete senza dubbio orientarvi sul pesto di cavolo nero. Si tratta di una ricetta piuttosto comune che conferisce ai piatti un gusto unico e può essere utilizzata per la preparazione di lasagne, riso, pasta o qualsiasi altro alimento. Preparare questa ricetta non è molto complicato, basta infatti seguire solamente alcuni fondamentali accorgimenti. Nella seguente guida pertanto verrà spiegato, in pochi e semplici passaggi, come fare.

27

Occorrente

  • PESTO CON CAVOLO NERO CRUDO: 400g di cavolo nero, 70g di noci, 20g di pinoli, 80g di formaggio pecorino, 6 cucchiai di olio extravergine d’oliva, sale
  • PESTO CON CAVOLO NERO COTTO: 500g di cavolo nero, 100g di mandorle, 100g di formaggio pecorino, 5 cucchiai di olio extravergine d’oliva, sale
37

Adottate alcuni semplici accorgimenti

Per essere sicuri della freschezza del cavolo nero, adottate alcuni semplici ma utili accorgimenti. Innanzitutto controllatene accuratamente la consistenza. Le foglie del cavolo, con la loro caratteristica forma arricciata ed oblunga, devono infatti risultare molto sode e carnose. Il colore deve essere invece di un verde scuro ed intenso. È bene dunque evitare accuratamente gli esemplari che presentano ingiallimenti. Per la pulizia invece, staccate le foglie dallo stelo centrale e disponetele su un tagliere. Con un coltello affilato, provvedete ad inciderle longitudinalmente, per eliminare la nervatura centrale. Successivamente lavate in abbondante acqua fredda e lasciate scolare bene.

47

Lavate le foglie

Se optate per la preparazione del pesto senza cottura, è consigliabile scegliere le foglie interne del cavolo. Esse infatti risultano meno coriacee e fibrose rispetto alle esterne. Dopo averle lavate, tamponatele delicatamente con un canovaccio. In seguito introducetele in un mortaio, insieme alla frutta secca, allo spicchio d’aglio e ad un pizzico di sale. Tritate il tutto fino ad ottenere una poltiglia cremosa. A questo punto unite il pecorino e l’olio extravergine ed amalgamate bene. Se il pesto di cavolo nero dovesse risultare troppo denso potete allungarlo con altro olio d’oliva. In alternativa al mortaio, potete frullare la salsa anche adoperando un semplice frullatore ad immersione ed il risultato sarà altrettanto valido.

Continua la lettura
57

Fate cuocere per mezz'ora

Se invece volete preparare il pesto con la verdura cotta dovete prendere una pentola abbastanza capiente e versarci all'interno dell'acqua. Fatela bollire e successivamente inserite nella pentola le foglie di cavolo nero. Fate cuocere per circa mezzora, poi scolate e lasciate che tutto si raffreddi bene. A questo punto mettete la verdura all'interno di un frullatore ed unite anche le mandorle e l'aglio. In ultimo inserite un filo di olio e del pecorino. Così si conclude la nostra guida su come preparare il pesto di cavolo nero.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare la zuppa di cavolo nero al cotechino

Quando arriva l'inverno inevitabilmente il freddo la fa da padrone. Quindi è fondamentale contrastare il freddo magari adoperandosi in cucina. A tal proposito possiamo prendere in considerazione l'idea di preparare ai fornelli qualcosa di caldo, così,...
Primi Piatti

Come preparare la zuppa di cavolo nero con pollo e whisky

Quando le temperature si abbassano ed arrivano le stagioni fredde, è bello coccolarsi alla sera con un pasto caldo, che aiuti a lasciare fuori dalla porta stress e tensioni della giornata appena trascorsa. Un piatto perfetto per questo scopo sono le...
Primi Piatti

Come preparare la pasta col cavolo nero

La natura mette a nostra disposizione un'infinità di prodotti differenti che potremo utilizzare per preparare moltissime pietanze molto gustose e salutari, ma se siamo alle prime armi con il mondo della cucina, riuscire a combinare i vari ingredienti...
Primi Piatti

Come fare la zuppa di cavolo nero

Il cavolo nero è una verdura che si caratterizza per le foglie di colore alquanto scuro e dotate di differenti bolle. Si distingue, inoltre, dagli altri tipi di cavolo perché non ha la consueta forma rotonda. È universalmente riconosciuto come fonte...
Primi Piatti

Come cucinare la zuppa di cavolo nero e ceci

Di origine toscana, la zuppa di cavolo nero e ceci è un primo piatto nutriente e gustoso particolarmente adatto anche a chi segue una dieta vegana. Se da una parte i ceci sono infatti una importante fonte di energia, proteine e fibre in grado anche di...
Primi Piatti

Ricetta: Bigoli al cavolo nero

Volete cucinare un primo piatto semplice, gustoso e nutriente? Se la risposta è sì, allora potreste cimentarvi nella preparazione della pasta al cavolo nero. Il cavolo nero è un ortaggio caratterizzato dalle numerose proprietà nutrienti e da un sapore...
Primi Piatti

Ricetta: risotto saporito con foglie di cavolo nero

Il cavolo nero è una varietà del cavolo coltivata soprattutto in Toscana. Si tratta di una pianta invernale costituita da lunghe foglie carnose e grinzose di colore verde scuro. Questo ortaggio è apprezzato non solo per il suo gusto, più dolce e meno...
Primi Piatti

Ricetta: minestra di cavolo nero

Durante i periodi invernali è bene assumere i più svariati tipi di cibi, in modo tale da assicurarsi il giusto nutrimento quotidiano e, perché no, anche diverse proprietà e benefici. Non tutto quello che mangiamo, in effetti, contiene delle proprietà...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.