Come preparare il pesto di fave

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Come  preparare il pesto di fave

Tipico condimento primaverile, il pesto di fave o Marò è un'antica preparazione ligure. Veniva utilizzato dalle umili famiglie contadine per inumidire ed insaporire il pane secco. Dal gusto fresco e delicato, regala un sapore unico alla pasta. La salsina accompagna perfettamente secondi piatti a base di carne. Per non rinunciare al suo sapore anche in inverno, preparare il pesto con le fave congelate. Sbollentarle per qualche istante e poi procedere come segue.

27

Occorrente

  • 75 g di pecorino
  • 1 spicchio d'aglio
  • Qualche fogliolina di menta
  • 70 ml di olio extravergine di oliva
  • 150 g di fave FRESCHE
  • 100 g di pancetta o guanciale
  • Sale e pepe q.b.
37

Per preparare il pesto alle fave, acquistare prodotti freschi, preferibilmente a chilometro zero. Scegliere i legumi dal baccello turgido e dal colore verde smeraldo. Rispetto alle fave surgelate, sono più fragranti e dal gusto più intenso. Procedere quindi con la sgranatura. Con un coltello aprire l'involucro esterno e versarne il contenuto in una ciotolina. Preparare e portare ad ebollizione una pentola con abbondante acqua già salata. Sbollentare le fave per qualche minuto (3 o 4), giusto per ammorbidirle. Successivamente, passarle sotto il getto dell'acqua corrente fredda per bloccarne la cottura. In questo modo, inoltre, si manterrà vivo il colore delle fave. A questo punto, rimuovere la pellicina esterna più dura.

47

Preparare gli altri ingredienti per realizzare un gustoso pesto. Quindi, sbucciare uno spicchio d'aglio e grattugiare il parmigiano. Lavare e pulire accuratamente le foglie di menta. Per conferire più sapore e croccantezza, aggiungere a piacimento qualche mandorla tritata. Versare tutti gli ingredienti nel mixer ed unire un filo d'olio extravergine d'oliva. Azionare il robot da cucina e fermare le lame ad intervalli per non farle surriscaldare. In breve, si otterrà una crema omogenea e densa. Quindi mettere da parte e fare riposare. In alternativa, utilizzare il classico mortaio. Ci vorrà più tempo, ma il risultato sarà eccellente.

Continua la lettura
57

Per un pesto più sfizioso, rosolare in padella della pancetta oppure del guanciale a cubetti. Renderli croccanti ed aggiungerli al composto. Salare e pepare a piacere. Il pesto alle fave si abbina perfettamente alle pennette, ma qualsiasi altra pasta andrà benissimo. Alcuni lo servono anche sugli gnocchi di patate. Questa salsina è ideale anche sui crostini, oppure per accompagnare la carne alla griglia. Conservare il pesto alle fave in un contenitore con pellicola trasparente oppure con chiusura ermetica. In alternativa, congelarlo in vaschette in alluminio e scongelare quando serve.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Un altro consiglio per utilizzare il mixer: mettere le lame in frigo, in questo modo si riscalderanno più lentamente.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Come preparare il purè di fave

Le fave rappresentano indubbiamente un alimento molto salutare e ricco di proprietà e benefici per l'uomo. Per questo motivo esse sono molto utilizzate in ambito culinario e vengono adoperate per la realizzazione di numerose e deliziose ricette. Nella...
Antipasti

Come preparare i carciofi e le fave in agrodolce

Ci sono ricette che per prepararle non occorrono grandi doti culinarie. Esse vanno eseguite usando ingredienti sani e particolarmente facili da realizzare. Le verdure e i legumi sono alimenti che si possono adoperare per qualsiasi occorrenza. Dal primo...
Antipasti

Come preparare l'insalata di nocciole tostate con fave

L’insalata di nocciole tostate con fave può essere servita in tavola sia come inusuale antipasto che come contorno a un secondo piatto a base di carni bianche. È molto semplice da preparare e anche i meno esperti possono ottenere un eccellente risultato...
Antipasti

Come utilizzare le fave secche

In commercio è possibile trovare due tipi di fave secche: quelle con la buccia e quelle decorticate. La differenza tra le due è solo nel periodo di ammollo poiché le prime, devono rimanere in acqua almeno per 24 ore mentre per le seconde, basta mezza...
Antipasti

Come preparare le polpette di fave vegane

La cucina vegana prevede la preparazione di piatti conformi alle regole della dieta vegana, pertanto esclude totalmente l'uso di prodotti animali e loro derivati (carne, pesce, latticini, uova, miele e pappa reale). Per un approfondimento in merito alle...
Antipasti

Come preparare i grissini di sfoglia al pesto

Se volete preparare uno sfizioso antipasto da gustare assieme a un ottimo spumante brut, ecco a voi i grissini di sfoglia al pesto. Sono molto semplici da realizzare e, se avete dei bambini, potrete farvi aiutare anche da loro per arrotolare la pasta...
Antipasti

Come cucinare le fave fresche

Le fave sono dei legumi che, solitamente, vengono coltivate in zone climatiche temperate; oltre ad essere semplici da trattare, poiché non necessitano di una grande cura, sono molto veloci da cucinare. Il periodo migliore per mangiare le fave è sicuramente...
Antipasti

Ricetta: crocchette di fave

Le crocchette di fave costituiscono un un antipasto invitante, dal gusto unico e avvolgente, che impreziosirà il vostro menu e ingolosirà i vostri ospiti. La ricetta si presenta poco laboriosa nella preparazione e non richiede molto tempo. Questo piatto,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.