Come preparare il ramen giapponese

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Come preparare il ramen giapponese

Il ramen è una zuppa ricca di sapori e aromi che richiamano l?oriente. Molto diffusa in Giappone, ha origini cinesi antiche e poco conosciute. Anche il significato della parola non è certo: le teorie più diffuse associano il termine ramen al tipo di pasta usata per la preparazione, altre sostengono che il termine indichi il gesto del "mescolare" il brodo con altri ingredienti. Il ramen è un piatto molto sostanzioso di cui esistono innumerevoli varianti, infatti ogni località giapponese ha la propria versione di ramen. Ora vi illustrerò come preparare il ramen giapponese realizzato in un gustoso brodo profumato e aromatico impreziosito da un mix di condimenti quali il sake, la salsa di soia, il miso e lo zenzero.

28

Occorrente

  • Brodo: 1,5 l di acqua, 300 gr di carne di maiale, 100 gr di di pollo, 1 carota, 1 cipolla, 1 patata, 1 porro, 2 o 3 spicchi d’aglio, 15 gr di zenzero, 2 cucchiai di miso (o salsa di soia), 1 cucchiaino di sale, 1 cucchiaino di zucchero di canna, 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • Pasta: 80 gr di noodles (o di tagliatelle sottili)
  • 2 uova sode, 4 cucchiai di salsa di soia, 3 cucchiai di sake, 2 cucchiaini di zucchero di canna
  • Carne: 200 gr di carne di maiale (lonza), 1 cipolla, 2 o 3 spicchi d’aglio, 2 cucchiai di salsa di soia, 2 cucchiai di sake, 1 cucchiaino di zucchero di canna, olio di semi q.b.
  • Guarnizione: germogli di soia, funghi, alga nori, erba cipollina
38

La preparazione del brodo

La prima cosa da fare per ottenere un ottimo ramen, è realizzare il brodo. Il segreto della riuscita del piatto, infatti, sta tutta nel gusto e nel sapore del brodo. Trattandosi di un piatto molto elaborato, è consigliabile preparare il brodo la sera prima, così che questo risulti ancora più saporito e ricco. Per prepararlo, basterà mettere a cuocere, in una pentola dai bordi alti e molto capiente, della carne di maiale, di posso e delle verdure, tutte in molta acqua fredda, e portare a bollore lentamente così che gli ingredienti possano pian piano rilasciare tutto il loro sapore nell'acqua che diventerà così un ottimo brodo.

48

La preparazione delle uova

Un altra parte della ricetta che potrete preparare in anticipo sono le uova. Queste andranno cotte sode, lasciandole però bollire per non più di 5 o 5 minuti, in modo che il tuorlo non risulti completamente sodo. Al momento giusto, per bloccare la cottura delle uova, tiratele fuori dall'acqua bollente e raffreddatele sotto acqua fresca corrente. Potrete, a questo punto, passare a sgusciarle delicatamente con le mani. Mentre le uova cuoceranno, potrete iniziare a preparare in un pentolino una salsetta composta da 3 cucchiai di sake, 4 cucchiai di salsa di soia e 2 cucchiaini di zucchero di canna e lasciarlo cuocere a fiamma bassa fino a completo scioglimento dello zucchero.

Continua la lettura
58

La preparazione del soffritto

In questo passaggio dovrete procedere innanzitutto filtrando il brodo con un colino e, subito dopo, rimettetelo sul fuoco e portatelo nuovamente a bollore. Intanto, ultimate la cottura della carne dopo averla tagliata a fettine sottili. Preparate poi un soffritto di cipolla e aglio tritati in poco olio di semi e fate poi rosolare la carne al suo interno, girandola spesso su ogni lato finché non risulterà bella dorata. Aggiungete a questo ounto 2 cucchiai di sake e lasciate evaporare a fuoco moderato. A fine cottura cospargete con 2 cucchiai di salsa di soia e 1 cucchiaino di zucchero, mescolate bene per amalgamare e versate il preparato nel brodo bollente.

68

La preparazione dei noodles

Portate a bollore abbondante acqua salata e cuocetevi i noodles proprio come fareste con un qualsiasi altro tipo di pasta. Una volta cotti, scolateli e preparate le porzioni versando i noodles in ciotole con il coperchio (servirà a mantenere caldo il piatto!) e riepitele con abbondante brodo fino a coprirli completamente. Ora dovrete aggiungere gli altri ingredienti, che serviranno anche da guardinizione. Inserite, dunque, la carne a fettine, le uova sode tagliate a metà, e altri ingredienti a vostro gusto, come germogli di soia, alga nori tagliata a listelli, funghi ed erba cipollina. Speziate a piacere. Il ramen va servito bollente, quindi coprite le ciotole per mantenere la temperatura fino al momento di servire e iniziare a gustarlo. Buon appetito!

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Create le porzioni in ciotole con coperchio: servirà a mantenere caldo il piatto che dovrà essere gustato bollente
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

5 ricette vegetariane di cucina giapponese

La cucina giapponese è molto varia e complessa, ma estremamente vicina alla cultura vegetariana. Basti pensare al mondo Zen e alle sue preparazioni vegane e vegetariane, come per esempio il "seitan". Quest'ultimo è un alimento ricco di proteine e senza...
Cucina Etnica

Condimenti comuni nella cucina giapponese

La cucina giapponese non è solo a base di sushi. In realtà, essa si fonda principalmente sui condimenti e sulla loro varietà; questi, infatti, si possono preparare in tantissimi modi, usando prodotto naturali e senza conservanti. Se siete in procinto...
Cucina Etnica

Come fare la tempura di pesce alla giapponese

Al giorno d'oggi la cucina giapponese sta riscuotendo molto successo in numerose parti del mondo. Si tratta infatti di una tradizione culinaria caratterizzata da piatti davvero gustosi e leggeri e adatti per essere consumati in diverse occasioni. Una...
Cucina Etnica

Ricetta giapponese: tonno tataki

Se siete alla ricerca di un piatto che si contraddistingua per la sua freschezza ed originalità, il tonno tataki fa davvero al caso vostro. Una specialità culinaria giapponese che vi conquisterà per il suo sapore e la sua bontà. Preparare questo piatto...
Cucina Etnica

Ricetta: tempura giapponese senza glutine

Ultimamente va molto di moda frequentare nuove tipologie di cucine, per provare sapori nuovi e diversi dalle nostre classiche tradizioni. Sicuramente una cucina che sta prendendo sempre più piede negli ultimi anni è quella giapponese. Come ben si sa...
Cucina Etnica

5 accessori essenziali per preparare il sushi in casa

Il sushi, è ormai amato in tutto il mondo per il suo sapore unico e in confondibile e per gli ingredienti delicati e ricercati. Il prezzo del sushi, è abbastanza alto, ma se volete risparmiare un po' potete anche preparare in casa un ottimo sushi, senza...
Cucina Etnica

Come preparare il riso per il sushi

La cucina giapponese è una delle più diffuse e apprezzate da tempo. Tanto che, esistono molti ristoranti che si occupano di servire ottimi piatti orientali. Il sushi è uno dei più richiesti per la sua particolarità. Questo si può fare anche in casa...
Cucina Etnica

Come preparare il katsudon

Nei giorni di festa o durante le domeniche potrebbe capitarvi di voler preparare una pietanza non esattamente italiana, pietanza che, naturalmente, richiede molto impegno e cura da parte vostra. La scelta dovrebbe ricadere su una pietanza che possa mediamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.