Come preparare il risotto al pecorino

tramite: O2O
Difficoltà: media
Come preparare il risotto al pecorino
15

Introduzione

Il risotto al pecorino è un gustoso piatto semplice da preparare. Come tutti i risotti, è una pietanza abbastanza completa che può esser servito anche come piatto unico. A seconda del pecorino che si decide di utilizzare, il gusto sarà diverso. Se optiamo per un formaggio stagionato, il sapore del nostro risotto sarà molto più deciso. L'unica difficoltà può essere quella di sbagliare la cottura del riso ma, se seguite attentamente questa guida, farete un figurone!
Infatti l'errore comune è quello di far bollire precedentemente il riso in pentola. Invece, per un buon risotto, si consiglia di far cuocere il riso direttamente in padella con un po' di brodo.
Le dosi utilizzate in questa guida sono per un risotto al pecorino per 4 persone.

25

Occorrente

  • 400 gr di riso carnaroli
  • 1 litro di acqua
  • dado vegetale
  • 1 scalogno
  • 200 gr di pecorino grattugiato
  • olio
  • sale
  • pepe
  • 1 noce di burro
  • 1 pentola
  • 1 padella
35

Preparazione del brodo vegetale

Per prima cosa, prendiamo una pentola e versiamoci all'interno circa un litro di acqua. Aggiungiamo il dado vegetale e mettiamo la pentola sul fuoco, lasciando bollire. In questo modo otteniamo il brodo che andremo ad aggiungere successivamente al nostro risotto.
Infatti per fare un buon risotto non richiede che il riso venga bollito in acqua, ma dovrà essere cotto direttamente in padella con il brodo " a condimento".

45

Cottura del riso

Prendiamo quindi la nostra padella, mettiamola sul fuoco e aggiungiamo un po' di olio. Prendiamo il nostro scalogno, molto più indicato della cipolla per questo risotto, e tagliamola in pezzetti fini, da aggiungere poi successivamente in padella.
Lasciamo quindi soffriggere il tutto e, quando lo scalogno si è appena dorato, andiamo ad aggiungere il nostro riso. Il consiglio è quello di optare per un riso carnaroli, molto più indicato rispetto ad altri tipi di riso per un risotto.
Il riso deve dunque tostare per alcuni minuti. Appena comincia a tostare, aggiungere poco alla volta il brodo vegetale precedentemente ottenuto.

Continua la lettura
55

Aggiunta del pecorino e mantecatura

Lasciate cuocere il riso per almeno 10 minuti e, a cottura quasi ultimata, cominciate ad aggiungere il pecorino precedentemente grattugiato. Il consiglio è quello di utilizzare del pecorino sardo oppure romano, formaggi molto stagionati che possono dare un sapore deciso al nostro risotto. Assieme al formaggio grattugiato, aggiungere pure una noce di burro.
Iniziamo quindi ad amalgamare il nostro risotto all'interno della pentola con un mestolo, così che il riso prenda tutti i sapori che sono stati aggiunti. Continuare a mantecare possibilmente anche fuori dal fuoco, a cottura ultimata. Assaggiate e aggiustate di sale. State ben attenti a non eccedere (il pecorino è già un formaggio molto sapido di suo).
Servire il risotto ben caldo, grattugiare ancora del pecorino sopra al nostro risotto. Aggiungere, a piacere, anche del pepe.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Ricetta: risotto con funghi, crema di pecorino e tartufo

La ricetta per un risotto dal sapore tipicamente autunnale è il risotto con funghi, crema di pecorino e tartufo. Questo primo piatto di terra ricorda molto i sapori dell'Umbria e della Toscana, poiché sono terre ricche di funghi, tartufi ed anche di...
Primi Piatti

Ricetta: risotto carciofi zafferano e pecorino

Ogni volta che invitiamo amici e parenti per un pranzo o una cena, cerchiamo sempre di preparare qualcosa di particolare e che lasci tutti quanti a bocca aperta. Su internet, ormai, è possibile reperire moltissime ricette adatte ad ogni palato, ma se...
Primi Piatti

Come preparare i rigatoni con broccoli e pecorino

I rigatoni con broccoli e pecorino son un classico della cucina italiana. Sono economici e molto semplici da preparare: basta avere infatti tutti gli ingredienti a portata di mano per realizzare un primo piatto indimenticabile e che piace sempre a tutti....
Primi Piatti

Come preparare gli spaghetti agli asparagi, guanciale e pecorino

Preparare un primo veloce e gustoso è semplice, basta conoscere le ricette giuste. Esistono numerose varianti da presentare, magari da fare in poco tempo per qualche evento improvviso. In questa guida vedremo come unire il sapore degli asparagi insieme...
Primi Piatti

Come preparare i garganelli con crema di pecorino ai broccoli

Dall'Emilia Romagna arrivano diversi tipi di pasta. Tra le più buone e gustose c'è indubbiamente la specie chiamata "garganelli". I garganelli sono un tipo di pasta all'uovo, con la forma simile alle penne e sono anche rigati. Hanno una lunga storia...
Primi Piatti

Come preparare i ravioli con asparagi, ricotta e pecorino

Tra le eccellenze della gastronomia italiana, la pasta occupa certamente un posto d'onore! La sua semplicità la rende un alimento sano, nutriente ed estremamente versatile. Per stuzzicare il palato dei nostri ospiti con una preparazione "casalinga",...
Primi Piatti

Come preparare i paccheri guanciale e pecorino

Se volete presentare in tavola un primo piatto molto sostanzioso durante il periodo invernale, ecco a voi i gustosi paccheri con guanciale e pecorino. Si tratta di un primo piatto molto amato da chi preferisce gustare una pasta molto consistente e che...
Primi Piatti

Come preparare le linguine al pesto di mandorle e broccoletti con cozze e pecorino

In cucina non ci sono regole, basta usare la fantasia e la creatività per ottenere piatti deliziosi. Chi ha detto che le ricette classiche non possano essere rivisitate? A volte cambiare qualche ingrediente può risultare utile e piacevole al palato....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.