Come preparare il risotto alla verza

tramite: O2O
Difficoltà: media
Come preparare il risotto alla verza
16

Introduzione

La verza è un ortaggio tipico dell'inverno e si presta a varie ricette, per antipasti, contorni e secondi. Un tipico primo piatto settentrionale italiano è il risotto alla verza. Apporta nutrienti preziosi alla nostra salute ed insieme al riso si associa alla perfezione, donando un primo piatto leggero ed ipocalorico, oltre che poco costoso e semplice da preparare. Vediamo come preparare il risotto alla verza.

26

Occorrente

  • 200 g di verza,
  • 1000 g di brodo vegetale,
  • Un cucchiaio di olio extravergine di oliva,
  • Uno scalogno,
  • Sale,
  • 160 g di riso,
  • Parmigiano Reggiano,
  • Pepe.
36

Tagliare e lavare la verza

Prendiamo, innanzitutto, la verza e scartiamo ogni foglia esterna che non si presenta fresca. Chi ha l'orto può raccoglierla poco prima di realizzare la ricetta, ma anche dai fruttivendoli di fiducia o dagli agricoltori, per chi abita in campagna, possiamo trovarne di ottima qualità. Dopo averla tagliata a metà, poniamo la verza su di un tagliere e tritiamola in modo grossolano con un coltello affilato. Poniamo la verza tagliata in un scolapasta o dove solitamente laviamo l'insalata e mettiamola sotto l'acqua di rubinetto, finché non sarà perfettamente pulita. Scoliamola bene e, dopo avere versato su un pentola capiente del brodo vegetale, portiamolo ad ebollizione.

46

Cuocere il riso

Mondiamo lo scalogno e tritiamolo finemente, versiamolo quindi in un tegame insieme ad un cucchiaio di olio, meglio se extravergine di oliva, precedentemente scaldato. Lasciamolo indorare ed uniamo anche la verza, lasciandola cuocere per circa cinque minuti. Mescoliamo continuamente ed aggiungiamo piano piano il brodo, precedentemente fatto bollire. Continuiamo la cottura per una decina di minuti e aggiungiamo anche il riso. Dopo averlo lasciato tostare, aggiungiamo del brodo così da coprire il riso; ora, mescoliamo bene e lasciamo cuocere a fuoco medio, coprendo il tegame. Se il risotto si asciuga troppo, aggiungiamo altro brodo vegetale.

Continua la lettura
56

Ultimare il piatto e servire

Per preparare questa ricetta è preferibile usare il riso vialone nano, speciale nei risotti oppure il carnaroli. Ogni chicco di quest'ultimo è grande e non scuoce molto in fretta, risultando alla fine di una densità cremosa (anche se non aggiungiamo burro o panna). A cottura ultimata aggiungiamo abbondantemente del parmigiano grattugiato e, dopo avere spento il fuoco, mescoliamo e mantechiamo. Aggiustiamo di sale e, a piacere aggiungiamo un po' di pepe, lasciamo riposare per un paio di minuti e serviamolo. Possiamo sostituire il parmigiano con del formaggio di altro tipo, come il taleggio o il groviera precedentemente tagliato a pezzettini, per personalizzare il risotto a piacere.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare gli strozzapreti con verza e lenticchie

Se siete alla ricerca di un primo piatto gustoso che possa però essere preparato in pochi minuti, ecco a voi gli strozzapreti con verza e lenticchie. Sono ottimi da gustare caldi assieme a un bicchiere di vino rosso ben strutturato a temperatura ambiente....
Primi Piatti

Come preparare le penne gratinate al prosciutto con verza

Se avete voglia di preparare un primo da fare al forno, di quelli che si mangiano la domenica con tutta la famiglia o con gli amici, ma non avete molto tempo a disposizione, allora questa guida potrebbe esservi davvero molto utile. Se si pensa ai pranzi...
Primi Piatti

Come preparare la zuppetta di verza e fagioli

In natura sono presenti moltissimi prodotti che possono essere facilmente utilizzati per riuscire a preparare pietanze molto gustose e sempre genuine. Tuttavia, sopratutto se siamo alle prime armi nel mondo della cucina, riuscire a capire come utilizzare...
Primi Piatti

Come preparare gli involtini di verza con quinoa, funghi e tofu

Gli involtini di verza cotti al forno sono un piatto tradizionale molto ricco e gustoso. Generalmente vengono preparati con la carne e il formaggio, poi arricchiti con delle verdure. Se vogliamo però possiamo prepararne anche una versione vegana, con...
Primi Piatti

Come fare il riso alla verza

La verza è un tipo di cavolo molto amato in cucina, anche per le sue proprietà benefiche. Come tutti i cavoli è molto ricca di vìtamine, di proteine, fibre ed elementi minerali come calcio, ferro, potassio, fosforo e zolfo. Questo alimento apporterà...
Primi Piatti

Ricetta: tortino di riso e verza

Siete bravissime in cucina e avete molta fantasia nel realizzare dei piatti gustosi ed eleganti, ma volete imparare a fare alcune nuove ricette facili e veloci per quando avete poco tempo? Siete delle cuoche alle prime armi e vorreste stupire la vostra...
Primi Piatti

Come preparare il risotto veggy con funghi e zucca

In questa guida spiegherò brevemente come preparare il risotto veggy con funghi e zucca. Per chi non fosse pratico con questi termini moderni, dei giorni d'oggi, ecco un appunto. Con veggy si vuole abbreviare il termine vegan o vegano. Questo termine...
Primi Piatti

Come preparare un risotto alla frutta esotica

Preparare un risotto con la frutta esotica è molto facile. Basta decidere che tipo di frutta utilizzare. Non è il caso usare troppi tipi di frutta, per non confondere esageratamente i gusti. Un risotto esotico è un primo piatto dal sapore davvero particolare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.