Come preparare il risotto alle more e funghi porcini

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il risotto alle more e funghi porcini rappresenta un primo piatto particolarmente elaborato e delizioso, in cui si fondono ingredienti genuini e tipici del bosco. Il gusto deciso dei funghi si unisce infatti al sapore dolce delle more, dando vita ad un mix di sapori decisamente perfetto. La preparazione di tale piatto non è particolarmente difficile e non richiede molto tempo. Nella seguente guida, passo dopo passo, illustreremo il procedimento da seguire per preparare un gustoso risotto alle more e funghi porcini. Vediamo insieme come fare.

26

Occorrente

  • riso
  • funghi porcini
  • more
  • olio extravergine d'oliva
  • scalogno
  • sale
  • taleggio
  • burro
  • vino bianco
  • brodo vegetale
36

La prima cosa da fare per la preparazione di questo gustoso risotto è quella di occuparsi del risotto. Preparate preventivamente il brodo, portando ad ebollizione circa un litro d'acqua. Successivamente tritate uno scalogno e rosolatelo con una noce di burro, a fiamma bassa. Tagliate poi i funghi porcini ed aggiungeteli in pentola. Si consiglia di servirsi, per preparare tale piatto, di funghi porcini freschi per conferire alla ricetta un sapore maggiormente delizioso. Tuttavia se intendete preparare il risotto nei periodi in cui non è possibile reperire porcini freschi, potete utilizzare quelli surgelati. Sarà sufficiente tritarli, dopo averli scolati e sciacquati, versandoli poi nel soffritto.

46

Lasciate cuocere il tutto per circa 10 minuti ed aggiungete poi il riso. Fatelo tostare per qualche minuto nel soffritto, sfumandolo poi con del vino bianco. Lasciate cuocere il riso per almeno 20 minuti, aggiungendo un po' di brodo tenuto a caldo nel caso in cui il liquido si secchi. Aggiungete infine un pizzico di sale. Durante la cottura del riso, potete occuparvi delle more. Lavatele con accuratezza, conservandone alcune intere. Fruttale poi le restanti more, fino ad ottenere un cremoso liquido fucsia. Affettate in ultimo del taleggio a pezzettini.

Continua la lettura
56

Ora che tutti gli ingredienti sono pronti, non vi resta che attendere la cottura del riso. Spegnete la fiamma a cottura ultimata e mantecate il riso col taleggio a pezzettini, aggiungendo ancora una noce di burro se necessario. Versate dunque il succo di more precedentemente realizzato e mescolate il tutto. A questo punto, impiattate decorando con due more intere lasciate da parte e infine servite. Il risotto alle more e funghi porcini riuscirà sicuramente a conquistare e deliziare il vostro palato e quello dei vostri ospiti. Mettetevi dunque ai fornelli e sperimentate questo piatto originale ma allo stesso tempo gustosissimo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se lo gradite, il pepe rappresenta un ottimo complemento.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

Come preparare il pollo con funghi e bambù

Per una cena veramente speciale, la portata di un piatto di pollo con i funghi ed il bambù è elegante e prelibata: gli ingredienti necessari per due persone sono semplici da reperire e, oltre al petto di pollo, nei negozi che vendono prodotti alimentari...
Cucina Etnica

Come fare il risotto alla certosina

La pasta o il riso sono prodotti alimentari che la maggioranza degli italiani desidera consumare quasi tutti i giorni. Chi non lavora ha l'opportunità di cucinarsi un qualunque primo piatto da mangiare a pranzo. I lavoratori possono invece assumerlo...
Cucina Etnica

Come cucinare la quinoa e grano con spinaci e funghi

In questa nuova ricetta, vogliamo cercare di proporre il modo per utilizzare in cucina degli alimenti che siano sani ed anche molto utili, per il benessere del nostro organismo. Nello specifico cercheremo di imparare insieme, come poter cucinare la quinoa...
Cucina Etnica

Polpette di tofu con melanzane e funghi

Le polpette di tofu con melanzane e funghi è una ricetta leggera, sfiziosa e alternativa, che permette anche a coloro che non amano stare davanti ai fornelli, di cimentarsi in cucina e di stupire amici e parenti creando qualcosa di particolare: un ottimo...
Cucina Etnica

Ricetta: risotto con pollo alla tunisina

Il riso è un alimento molto nutriente e viene adoperato per la preparazione di tante ricette. I risotti sono quelli che riscontrano una maggiore attenzione. Infatti, in ogni luogo del mondo vengono fatti in vari modi. Uno dei risotti tipici della Tunisia...
Cucina Etnica

Quesadillas con funghi

La cucina Tex-Mex, ovvero il mix di tradizione gastronomica texana e messicana, sta prendendo piede in modo sempre più incisivo anche in Italia. Nelle principali città italiane, infatti, possiamo trovare molti ristoranti che ci offrono una cucina dal...
Cucina Etnica

Ricetta: risotto con zucca e curcuma

La zucca è uno degli ortaggi che primeggiano sulla tavola nel periodo autunnale e invernale. È un ortaggio molto versatile per questo ben si presta nella preparazione di antipasti, ma anche di primi piatti, di contorni e addirittura di dolci. Il piatto...
Cucina Etnica

Come preparare una cena vegana di 5 portate

Avete organizzato una cena e siete entusiasti nel pensare al variegato menù. Avete però appena scoperto che uno dei vostri invitati è vegano. Nessun patema d'animo! Bandite dalla lista della spesa carne e derivati animali, e dedicatevi alla realizzazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.