Come preparare il rotolo di pasta all'emiliana

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

La preparazione di una ricetta in cucina può nascondere tante insidie. Bisogna quindi eseguire dei passaggi in maniera sicura, onde evitare di impantanarsi. In questa guida vedremo come poter realizzare un piatto tipico di una regione dell'Italia. Vedremo per l'appunto come poter preparare il rotolo di pasta all'emiliana. Seguite accuratamente i passi di questa guida per ottenere un risultato delizioso.

28

Occorrente

  • pepe
  • 300 g di farina
  • sale
  • 3 uova
  • noce moscata
  • 1 kg di spinaci freschi
  • 2 cucchiai di olio
  • 400 g di ricotta fresca
  • un ciuffo di salvia
  • 100 g di burro
  • 80 g di parmigiano raggiano grattugiato
38

Prima di tutto dobbiamo lessare gli spinaci. Quindi scoliamoli, strizziamoli e tritiamoli. Lasciamo soffriggere in un tegame la cipolla tritata con l'olio e 20 grammi di burro. Poi aggiungiamo anche gli spinaci e lasciamoli insaporire, quindi raccogliamoli in una terrina con della ricotta e almeno due cucchiai di parmigiano. Infine aggiustiamo di pepe, sale e noce moscata e mescoliamo per bene.

48

Quindi impastiamo la farina con le uova e un pizzico di sale. Lavoriamo la pasta ottenuta fino a quando non sarà completamente liscia e compatta, per cui lasciamola a riposo coperta per circa un quarto d'ora. Stendiamola per bene allo spessore di circa 2 millimetri, ricavandone un rettangolo largo una ventina di centimetri. Poi stendiamogli sopra il ripieno con l'ausilio di una spatola.

Continua la lettura
58

Nella stesura del ripieno lasciamo libero un bordo di pasta di circa un centimetro. Poi arrotoliamo la sfoglia dal lato più corto, facendo dei giri molto stretti senza però premere esageratamente. Quindi alla fine tagliamo via una fettina dalle due estremità, così da togliere la parte più irregolare del nostro rotolo.

68

Collochiamo il rotolo su di un telo bianco più lungo di una decina di centimetri circa e avvolgiamolo piuttosto stretto. Con uno spago da cucina leghiamo le due estremità, creando una sorta di caramella. Quindi realizziamo sul rotolo cinque/sei legature equidistanti, cosicché che il telo rimanga bene aderente anche durante le fasi di cottura.

78

Portiamo a ebollizione nella pesciera molta acqua salata, quindi immergiamoci dentro il rotolo e lasciamolo per circa mezzora. Durante la cottura controlliamo che esso sia continuamente immerso nell'acqua. Eventualmente aggiungiamo dell'altra acqua, e alla fine scoliamolo per bene.

88

Svolgiamo dunque il rotolo e appoggiamolo su di un tagliere. Dopodiché tagliamolo a fette con uno spessore di circa un centimetro. Predisponiamole nel modo che più ci aggrada su un piatto da portata. Lasciamo fondere del burro e aggiungiamo della salvia, quindi irroriamo le fette e cospargiamole con abbondante parmigiano grattugiato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare il rotolo di lasagne

Le lasagne sono una delle preparazioni madri della cucina nostrana, probabilmente la più famosa, apprezzata e copiata in tutto il mondo. Nonostante la ricetta più rinomata sia quella classica, con il ragù e il sugo al pomodoro, le lasagne si prestano...
Primi Piatti

La ricetta del rotolo agli spinaci

Capita a tutti di trovarsi nella situazione di avere ospiti inattesi a casa e di non avere nulla di pronto da servire. Un'ottima idea, facile e veloce da preparare, è quella di servire un rotolo agli spinaci, un piatto molto gustoso, da servire come...
Primi Piatti

Come preparare la pasta con melanzane e funghi

Oggi prepariamo uno dei piatti più noti della cucina calabrese, la pasta condita con un sugo di melanzane, funghi e salsa di pomodoro. Una vera e propria prelibatezza, ricca di gusto, ideale da servire a pranzo in un giorno di festa. La ricetta che...
Primi Piatti

Come preparare una pasta fredda veloce

Le invitanti insalatone e la pasta fredda sono sicuramente dei piatti perfetti per l'estate, perché si tratta di piatti freschi e leggeri per i periodi più caldi. Tuttavia anche in inverno si può gustare una bel piatto di pasta fredda. Si tratta infatti...
Primi Piatti

Come preparare la pasta ai fiori di zucca

Come ben sappiamo, la pasta è il grande orgoglio della gastronomia italiana. Sono in tanti ad amarla, in tutto il mondo. Un'ottima pasta sa esaltarsi con ogni tipo di condimento e aroma. È facile immaginare un piatto di pasta adatto a qualunque gusto....
Primi Piatti

Come preparare la pasta alla molisana

La pasta alla molisana è un piatto tipico del Molise. Come per ogni ricetta regionale, vi sono infinite varianti e ogni cuoca molisana mette il suo ingrediente segreto. In linea generale la ricetta prevede di preparare un semplice ragù con cipolla,...
Primi Piatti

Come preparare la pasta con salsa di peperoni

La pasta con salsa di peperoni è uno dei piatti classici della cucina italiana, una ricetta unica nel suo genere, davvero gustosa e adatta a qualsiasi palato. E’ un piatto apprezzato anche dai vegetariani ed è ideale anche per le persone che sono...
Primi Piatti

Come preparare la pasta con la Simmenthal

Tante volte non si riesce a rinunciare ad un bel piatto di pasta che sia saporito, ma nello stesso tempo abbastanza leggero.Ricette che offrono in tal senso gusto e leggerezza ce ne sono, ed anche tante, ma chi ha davvero voglia di assaporare qualcosa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.