Come preparare il sorbetto all'amarena e mandorle

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se intendete deliziare il palato dei vostri ospiti dopo una bella cena estiva magari nel giardino di casa, potete preparare un gustoso sorbetto all'amarena e mandorle. La ricetta è piuttosto semplice da elaborare, e richiede anche poco tempo a disposizione. A tale proposito, ecco una guida con alcuni utili consigli su come procedere.

26

Occorrente

  • 200 di amarene
  • 150 g zucchero
  • 2 albumi
  • 400 g cubetti di ghiaccio
  • 150 di mandorle
  • Menta fresca q.b.
36

Abbrustolire le mandorle

Per iniziare prendete delle mandorle fresche e dopo averle sgusciate una per una, adagiatele in una teglia ed inserite poi quest'ultima nel forno in modo che si possano abbrustolire. Nel frattempo prendete anche le amarene secche che potrete trovare in un supermercato, oppure quelle fresche ma in questo caso, dovrete ovviamente togliere il nocciolo e poi tagliarle.

46

Frullare il composto

Fatto ciò, mettete in un recipiente dello zucchero e con l'aiuto di un mixer fatelo diventare a velo. L'operazione vi conviene ripeterla almeno due volte, affinché non rimanga nessun granulo intero. Adesso montate degli albumi con un frullino manuale oppure elettrico, ed eseguite questa elaborazione fin quindo non si crea un composto omogeneo e simile ad una spuma. A questo punto potete aggiungere allo zucchero le mandorle in precedenza sminuzzate ed abbrustolite, e a seguire versate anche l'albume, il ghiaccio triturato in precedenza e le amarene, dopodichè frullate tutto insieme per almeno 2 minuti. Una volta che il composto appare denso, allora procedete con il passaggio successivo, anche se è importante sottolineare che nel caso vi appaia eccessivamente duro allora potete aggiungere del latte, mentre viceversa se risulta troppo liquido, allora mettete delle altre mandorle che preventivamente avete messo da parte.

Continua la lettura
56

Riporre il sorbetto nel frigo

A questo punto aggiungete anche delle foglie di menta fresca, e poi il sorbetto adagiatelo direttamente nelle coppette con sopra una sprizzata di graniglia di mandorle e pezzetti di amarene, dopodichè riponetelo nel frigo per farlo leggermente indurire, e lasciandolo in questo stato per una buona mezz'ora. Trascorso tale tempo, potete servire il dessert in tavola ed eventualmente impreziosirlo ulteriormente versando anche della cioccolata fondente semiliquida, oppure affogare il sorbetto con del liquore proprio alle amarene che tempo addietro avete appositamente preparato con le vostre stesse mani. Il sorbetto sarà sicuramente gradito dai commensali, e per voi non resterà altro che ringraziare orgogliosamente per l'elaborazione portata a termine con successo ed in poco tempo.

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come preparare il sorbetto di uva

La storia del sorbetto, nonno del moderno "gelato" e cugino di "grattachecca" e "granita" risale a migliaia di anni fa.Nonostante questo, il sorbetto continua ancora oggi a deliziare i nostri palati in virtù della sua leggerezza, freschezza e delicatezza,...
Dolci

Come preparare il sorbetto al mandarino

Il sorbetto al mandarino è una ricetta veramente semplice, la cui preparazione non richiede l’utilizzo della gelatiera. Esso presenta un gusto molto più aromatico e profumato dell sorbetto al limone e può essere servito sia come digestivo dopo un...
Dolci

Come preparare il sorbetto all'avocado

La tavola estiva è una bellissima tavolozza di colori e profumi! Le ricette si fanno decisamente più leggere e fresche, perfette per contrastare le alte temperature. Per regalarci un fresco momento di relax, perché non lasciarci tentare da un dissetante...
Dolci

Come preparare il topping di frutta all'amarena

I topping sono salse dolci dalla consistenza più o meno densa, in commercio ne esistono di diversi tipi, per ogni esigenza e gusto. Come ad esempio quelli a base di frutta, caramello e i più classici al cioccolato. Quello all’amarena è uno dei più...
Dolci

Come preparare il sorbetto al mango

Il sorbetto è una ricetta rapida e gustosa per rinfrescare le calde serate estive, soprattutto se viene preparato con della frutta di stagione. A tal proposito, il sorbetto al mango è l'ideale perché è ottimo da gustare anche a fine pasto e non è...
Dolci

Come preparare il sorbetto al cocco

Un sorbetto al cocco è un delizioso dessert ghiacciato tropicale, a base di cocco grattugiato e latte di cocco, che viene sciolto nello zucchero e poi congelato. Nella semplicissima e pratica guida, con pochi e semplici passaggi, vi illustrerò come...
Dolci

Come preparare il sorbetto alla banana

Il sorbetto è un dessert che può essere consumato sia durante che a fine pasto. Ha una consistenza molto simile al gelato, ma la sua struttura si avvicina di più alla granita. Generalmente ha come ingrediente principale la frutta, che viene lavorata...
Dolci

Come preparare il sorbetto alla pesca

Il sorbetto alla frutta è un rinfrescante e delizioso dessert che di solito è amato da grandi e piccini. Esso è apprezzato specialmente nelle calde giornate estive, ma si può gustare anche nelle altre stagioni. Il sorbetto alla frutta si può preparare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.