Come preparare il "sos pinos"

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

I dolci mettono d'accordo bambini e adulti. Nessuno può resistere al profumo di un manicaretto appena sfornato, specialmente se questo viene preparato con amore. È risaputo che ogni regione ha il suo piatto tipico, e lo stesso discorso vale anche per i dolci. Il sos pinos, ad esempio, ha come terra d'origine la Sardegna, una delle isole più belle del mediterraneo. La sua realizzazione non è affatto complicata, cosicché anche i meno esperti possano cimentarsi nel campo della pasticceria. Vediamo insieme, nella guida che segue, come preparare il sos pinos in maniera corretta.

27

Occorrente

  • 6 uova
  • 1 limone
  • 1 arancia
  • 750 gr di farina 00
  • 100 gr di strutto
  • 350 gr di miele
  • 1 l di olio di oliva
  • confettini di zucchero colorati q.b
37

Grattugiate la scorza degli agrumi

Come prima cosa reperite una ciotola abbastanza capiente e versate al suo interno la farina. Se vi trovate più comodi, potete benissimo realizzare la classica fontana su di un piano di lavoro precedentemente pulito. Disponete quindi nel recipiente le uova. Per quanto riguarda il secondo metodo, fate attenzione a non disperdere le uova. Amalgamate i due ingredienti energicamente con le mani, con l'aiuto di uno sbattitore elettrico o di una frusta. Mentre mescolate unite lo strutto a filo. Successivamente procedete grattugiando un limone o un'arancia e aggregate il risultato ottenuto nel composto di farina e uova.

47

Scaldate l'olio

È preferibile che i due agrumi non siano stati trattati con pesticidi, ovvero che siano biologici. Potete benissimo acquistarli al supermercato nella sezione adatta, oppure, se avete un appezzamento di terra a disposizione, potete coltivarli voi stessi. Continuate ad impastare per una decina di minuti. Nel caso in cui notaste che il miscuglio creato sia eccessivamente secco, aggiungete un cucchiaino di acqua. A questo punto trasferite l'impasto su di una spianatoia e stendetelo con un mattarello. Successivamente arrotolatelo come se fosse un "salsicciotto" e riducetelo in cilindretti costituiti da uno spessore di circa un centimetro e mezzo. A questo punto prendete una padella di medie dimensioni e versate al suo interno un litro di olio d'oliva. Se non ne siete in possesso, potete benissimo utilizzare quello di semi.

Continua la lettura
57

Cospargete con i confettini di zucchero colorati

Fate riscaldare accuratamente il liquido, poi aggiungete i dadini di impasto. Lasciateli cuocere per una manciata di minuti, rimestandoli affinché non si brucino. Una volta che avranno raggiunto un ottimo colorito dorato, estraeteli dall'olio e metteteli su di un piatto da portata precedentemente rivestito di carta apposita. Nel frattempo che si raffreddano, prendete un pentolino, unite sul suol fondo il miele e mettete il tutto sul fuoco, facendolo sciogliere leggermente. Aggregate quindi i tocchetti di impasto e mantecateli per una ventina di minuti, rigirandoli di tanto in tanto. Spegnete adesso la fiamma, spostate i sos pinos dentro una ciotola e cospargeteli di confettini di zucchero colorati. Buon appetito.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' preferibile che i due agrumi non siano stati trattati con pesticidi, ovvero che siano biologici.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.