Come preparare il tè alla salvia

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Infusi, tisane e tè sono bevande con caratteristiche benefiche per il nostro organismo. Alcune hanno proprietà calmanti e lenitive. Altre aiutano a combattere infezioni e piccoli malanni di stagione. Qualunque sia la nostra esigenza, è altamente probabile che troveremo un infuso adatto a noi. Il tè è una delle bevande calde che amiamo maggiormente consumare. Si può bere anche freddo, soprattutto in estate. La presenza di caffeina rende il tè molto dissetante, dando subito una sensazione di fresco. Tra i tanti aromi che possiamo infondere nel tè troviamo anche la salvia. Preparare un tè al profumo di salvia è tutto fuorché difficile. E in pochi passaggi scopriremo come fare.

25

Occorrente

  • 1 cuc.no di tè nero ogni 250 ml di acqua
  • 3 foglie di salvia (o più, se vogliamo un aroma più intenso)
  • 1 litro di acqua
  • Per dolcificare: miele o zucchero, a scelta
35

Conoscere le qualità della salvia

La salvia si presta particolarmente alla preparazione di bevande. Può essere una semplice bibita rinfrescante o un toccasana per la salute. La salvia era, infatti, un'erba dalle proprietà medicinali anche in tempi antichi. In estate possiamo produrre un tè capace di rinfrescare il corpo. Contiene, inoltre, degli oli essenziali e dei principi attivi che aiutano la digestione. In caso di un pasto troppo abbondante, il tè alla salvia può aiutarci a stare meglio. La salvia ha capacità decongestionanti, e ciò la rende perfetta contro i sintomi da raffreddamento. Le sue qualità da cardiotonico, inoltre, aiutano a proteggere il cuore.

45

Acquistare l'occorrente

Ma ora mettiamoci all'opera per preparare il nostro tè. Innanzitutto dovremo acquistare l'occorrente. Ci serviranno alcune foglie di salvia, abbastanza fresche e integre. Potremo acquistarle in qualunque supermercato o in erboristeria. Acquistiamo, inoltre, del semplice tè nero. È facilmente reperibile ovunque, sfuso o in pratiche bustine. Se abbiamo un infusore da tè, la preparazione sarà ancora più semplice. Usiamo preferibilmente dell'acqua minerale, per avere un gusto senza alcuna contaminazione.

Continua la lettura
55

Preparare il tè

Versiamo un litro d'acqua all'interno del bollitore o di una pentola. Scaldiamo l'acqua fino a sfiorare il pieno bollore, dunque spegniamo il gas. Uniamo due o tre foglie di salvia e alcuni cucchiaini di tè nero. Un cucchiaino ogni 250 ml dovrebbero essere sufficienti. Lasciamo in infusione le erbe per circa 10 minuti. Prima di servire il tè alla salvia dovremo filtrarlo attraverso un colino. Come detto, questo tè si può consumare anche in estate. Versiamolo in una caraffa di vetro e lasciamo che raffreddi in frigo. Aggiungiamo dei cubetti di ghiaccio poco prima di servire, per mantenerlo ben freddo. Potremo decorare la bevanda con delle fettine di limone fresco.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come preparare la salvia fritta in pastella

In cucina, oltre alle salse ed ai condimenti, si utilizzano moltissimo anche le erbe aromatiche. Esse conferiscono un particolare aroma ad ogni genere di piatto. Una delle erbe aromatiche più utilizzate in cucina è la salvia che, in abbinamento al burro,...
Analcolici

Come fare un tè alla salvia

La salvia è una delle piante che più facilmente si adattano al clima divenendo facilmente coltivabile e, in alcuni casi, crescendo spontaneamente. Il nome di questa pianta, originaria del Mediterraneo, deriva da "salus", una parola latina che oggi traduciamo...
Antipasti

Come preparare i crostini con salvia

Per essere davvero completo, un pasto che si rispetti deve presentare più portate. Per ingolosire e stuzzicare i commensali non può mancare uno sfizioso antipasto. Gli antipasti possono essere di vario tipo, a base di carne, pesce, verdure o farinacei....
Antipasti

Come conservare la salvia

La salvia è una pianta intensamente aromatica che cresce in luoghi erbosi e che, a differenza dei suoi "cugini", ovvero il basilico e il prezzemolo, le sue foglie sono molto più robuste e hanno una consistenza resinosa. Ma una volta raccolta, tutte...
Cucina Etnica

Come fare la salsa burro e salvia

Uno dei piatti più gustosi ed amati della nostra fantastica tradizione culinaria italiana sono i tortellini burro e salvia. Infatti anche i meno esperti in cucina possono mettersi alla prova e creare un piatto davvero unico con questo condimento facilmente...
Primi Piatti

Come preparare il pesto di salvia

Il pesto è uno dei condimenti più amati dagli italiani. Esistono molte varianti del pesto alla genovese, come quello di rucola, zucchine, di broccoli e così via. Oggi ci cimenteremo in cucina a prepararne uno, il pesto di salvia. È un pesto molto...
Primi Piatti

Come preparare gli gnocchi di patate e zafferano alla salvia

Se avete ospiti a pranzo e volete stupirli, preparate gli gnocchi di patate e zafferano alla salvia. Di solito questo primo viene molto apprezzato e riceverà molti consensi. Inoltre, gli gnocchi sono un'ottima alternativa, se non si vuole mettere a tavola...
Vino e Alcolici

Come preparare il vino alla salvia

Nel tempo libero esistono una marea di attività da svolgere, ma ritengo che una delle più interessanti sia la preparazione di una ricetta. Gustarsi una propria produzione ci offre la possibilità di goderci i frutti del nostro lavoro, e questo ci fa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.