Come preparare il tifteli

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I tifteli sono polpette a base di carne di maiale, tipiche della cucina russa. Di solito questo piatto viene servito agli ospiti durante i banchetti, oppure viene destinato ai bambini. Col tempo è diventata una ricetta conosciuta in tutti i Paesi dell'ex Unione Sovietica e fa parte ancora oggi del loro retaggio culinario. Vediamo come preparare il tifteli secondo la ricetta originale, cucinando sia le polpette che la salsa che le accompagna.

25

Occorrente

  • 800 g di carne di maiale
  • 1 panino
  • Latte
  • 2 uova
  • 2 cipolle
  • 1 carota
  • 300 g di polpa di pomodoro
  • 1 cucchiaio di farina
  • Riso
  • 1 costa di sedano
  • 1 ciuffo di prezzemolo
  • 1 pizzico di origano
35

Preparazione delle polpette

Per prima cosa, fate ammorbidire un panino o una grossa mollica di pane nel latte. Strizzate per far uscire il liquido in eccesso e mettete il pane in una ciotola. Unitevi due uova, sale e pepe e mescolate l'impasto. Aggiungete adesso la cipolla e la carne tritata. Se volete rendere le polpette più croccanti, potete anche usare del riso bollito, ma ricordatevi di sciacquarlo prima di cuocerlo. In questo modo i tifteli non saranno mai troppo asciutti. Mischiate i chicchi con la carne prima di aggiungere gli altri ingredienti. Così facendo sarete sicuri di ottenere un impasto omogeneo e ben amalgamato.

45

Cottura delle polpette

A questo punto, non vi resta che formare delle polpette con le mani, avendo cura di non farle troppo grandi. I tifteli dovrebbero essere grandi come una noce e avere un diametro di circa 3 cm. Prima di cuocerli in padella con burro o olio bollente, rigirateli nella farina. In questo modo l'impanatura sarà ancora più croccante. Utilizzate una padella antiaderente per una cottura migliore. Dorate le polpette da entrambi i lati prima di spegnere il fuoco.
Se preferite delle polpette più morbide, utilizzate una purea di cipolle invece delle normali cipolle tritate.

Continua la lettura
55

Preparazione della salsa

Dopo la cottura, i tifteli devono essere tenuti in caldo nel frattempo che si prepara la salsa. Per fare ciò, tritate ancora una volta una cipolla, una carota, una costa di sedano e un po' di prezzemolo. Unitevi anche un pizzico di origano e fate soffriggere il tutto a fuoco medio. Dopo dieci minuti, aggiungete 300 g di pomodoro, del concentrato del pomodoro o se possibile dell'adjika. Si tratta di una salsa tipica russa a base di peperoni rossi dolci. Fate cuocere per 15 minuti (nel caso dell'adjika ne bastano tre), salate e pepate.
Diluite un cucchiaio di farina in mezzo bicchiere di latte caldo e aggiungetelo al sugo quando comincia a bollire. In questo modo otterrete una salsa ancora più densa, perfetta per essere versata sulle polpette. Accompagnate il piatto con delle patate tagliate a spicchi grandi e ricordatevi di servire tutto ben caldo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

Ricetta: polpette di sgombro

Le polpette sono una delle preparazioni culinarie più golose e versatili. Amate sia dai grandi che dai piccini, permettono di creare un'infinità di gusti. Solitamente quando si pensa alle polpette, subito si immaginano quelle di carne, ma le polpette...
Carne

Ricetta: polpette in salsa di birra

Le polpette sono un piatto classico della cucina italiana; quelle della nonna generalmente prevedono una bollitura nel sugo della domenica minimo di mezza giornata. In questo tutorial vengono dati dei consigli e delle informazioni su una ricetta facile...
Antipasti

Ricetta vegana: le polpette di lenticchie

Condurre una vita sana e mangiare cibi genuini è davvero importante per avere un corpo sano. Dopo la cucina vegetariana, è andata di moda la cucina vegana, che fa prettamente uso di legumi, verdure e altri prodotti della terra eliminando qualsiasi cibo...
Consigli di Cucina

Come servire le polpette

Le polpette sono un grande must della cucina italiana, che tramanda da generazioni deliziose cene nonché antipasti in compagnia di serate con amici o semplicemente in famiglia. Oggi scopriamo nel dettaglio come gustare e servire queste prelibatezze di...
Antipasti

Come preparare le polpette di quinoa

Per chi ama la cucina con quinoa e desidera imparare nuove soluzioni, oppure è alla ricerca di un sostituto per la carne ma non intende sacrificare molti dei propri piatti preferiti, le polpette a base di questo prodotto rappresentano l'ideale. Sono...
Carne

Come fare un soffritto per le polpette

Le polpette rappresentano senza dubbio uno dei piatti più presenti sulle tavole degli italiani. Preparate nelle modalità più svariate, rappresentano un secondo piatto gustoso e completo. In taluni casi, per migliorarne il sapore, si è soliti prepararle...
Antipasti

Come fare le polpette di carote

Le polpette sono una pietanza solitamente composta di carne tritata, spezie, uova e pangrattato. La sua realizzazione non risulta affatto difficile ed è possibile arricchire questa tradizionale pietanza con qualche verdura ai fini di renderla più appetitosa...
Antipasti

10 varianti delle polpette

Le polpette sono un piatto semplice e facile da preparare. Tanto che, una volta portate in tavola vengono sempre apprezzate! Di solito quando si sente parlare di polpette si riconduce il pensiero a una ricetta elaborata con la carne. Ciononostante le...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.