Come preparare l'acqua di avena

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Come preparare l'acqua di avena

L'avena sativa è una pianta annuale della famiglia delle Graminacee. Da essa si ricava una bevanda dalle molteplici proprietà: l'acqua di avena. Ottimo ricostituente, ricchissima di fibre e sostanze proteiche, questa bevanda è semplice da preparare e si presta ad essere utilizzata nelle cure depurative per la disintossicazione di tutto l'organismo. È inoltre un valido alleato nelle diete dimagranti, in virtù del suo alto contenuto in crusca. Vediamo allora come preparare l'acqua di avena, per godere dei suoi innumerevoli benefici!

26

Occorrente

  • avena in fiocchi (2 tazze)
  • miso d'orzo (2 cucchiai)
  • miele o zucchero di canna (a piacere)
36

Preparare l'acqua di avena

Preparare in casa l'acqua d'avena è piuttosto semplice: procuriamoci gli ingredienti necessari, meglio se provenienti da agricoltura biologica. Poniamo dunque un pentolino con circa un litro di acqua sul fuoco, facendolo arrivare a bollore. Togliamo dal fuoco e versiamo i fiocchi di avena e i cucchiaini di miso d'orzo (reperibile in erboristeria o nei negozi di alimenti naturali). Se amiamo i sapori dolci è possibile aggiungere qualche cucchiaino di miele o zucchero di canna, ma la nostra acqua d'avena risulterà gustosa anche senza dolcificanti. Eventualmente, potremo dolcificare la bevanda dopo averla assaggiata.

46

Filtrare il composto

Mescoliamo delicatamente il composto, successivamente lasciamolo riposare, coperto, per metà giornata a temperatura ambiente. In questo modo le sostanze benefiche dell'avena passeranno nell'acqua, permettendoci di assimilare tutti i nutrienti di questo prezioso cereale. Trascorso il tempo necessario, possiamo già assumere l'acqua d'avena. Se il nostro scopo è di rinforzare gli effetti della dieta dimagrante o purificante, filtreremo la bevanda con un colino, bevendone dunque la parte liquida. Assunta al mattino a digiuno, l'acqua d'avena depurerà il nostro organismo, con effetti benefici a carico dell'intestino e della circolazione cardiovascolare. La parte solida, cioè i fiocchi d'avena, che ci rimane potrà essere riutilizzata per un piacevole bagno tonificante, aggiunta all'acqua della vasca da bagno.

Continua la lettura
56

Utilizzare l'acqua di avena come ricostituente

Se il motivo per cui abbiamo deciso di preparare l'acqua di avena è ottenere una bevanda nutriente e ricostituente, potremo invece assumerla tale e quale, compresi i fiocchi d'avena ammollati. Se preferiamo, potremo frullare il composto prima di berlo. Diventerà un'eccellente colazione, specialmente se associata a frutta di stagione. Possiamo quindi tenere la bevanda in frigorifero, per berla la mattina successiva. In ogni caso, l'acqua d'avena si conserverà in frigo per due/tre giorni al massimo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Bere l'acqua d'avena al mattino a digiuno ci consentirà di godere appieno dei benefici di questo cereale
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Analcolici

Come preparare l'acqua aromatizzata alle viole

Ormai la moda delle acquee aromatizzate è spopolata ovunque. Dal gusto unico ed inimitabile sono diventate fondamentali per dissetarci. Oggi vi spiegheremo come andare a creare un gusto molto particolare e raffinato usando le viole. I fiori viola che...
Analcolici

5 drink dissetanti a base di acqua e frutta

L'estate è alle porte ed è il momento di stupire gli ospiti, che siano parenti, amici o colleghi di lavoro, con drink dissetanti, coloratissimi e mozzafiato. Ma chi ha detto che i drink debbano essere per forza contenere dell'alcol? In questo articolo...
Analcolici

Come conservare il kefir d'acqua

Il kefir, dalle origini caucasiche, è una bevanda a base di latte, oppure di acqua. Il latte, di mucca o di capra, fermenta in modo naturale, grazie a dei batteri e, forma una sostanza appiccicosa. Sono i granuli, un composto di lattosio e galattosio,...
Analcolici

Come preparare un aperitivo alla pesca

In quest' articolo andremo a parlare di drink. Nello specifico andremo a vedere come preparare un gustoso aperitivo alla pesca. Con questa guida impareremo a preparare un delizioso aperitivo alla pesca, sia in versione alcolica che analcolica, per soddisfare...
Analcolici

Come preparare lo sciroppo di menta

La menta, piantina con foglie profumate che di solito è presente nei nostri giardini, si presta bene alla preparazione di bevande rinfrescanti utilissime d'estate. A tal proposito, in casa si può preparare lo sciroppo di menta, che può essere diluito...
Analcolici

Come preparare lo sciroppo di rose

Tra i fiori più profumati e più belli da poter tenere in casa o da tenere in giardino, vi sono sicuramente le rose. Le rose sono dei fiori davvero splendidi dai colori vivaci e dall'aspetto delicato e sofisticato. Oltre a poter tenere in casa dei fiori...
Analcolici

Come preparare una tisana al basilico

Al giorno d'oggi le tisane rappresentano sicuramente una delle bevande maggiormente salutari, motivo per cui sono molto diffuse ed apprezzate. Esse, infatti, aiutano a depurare l'organismo, ad eliminare i liquidi in eccesso e le tossine. Ma oltre a tutto...
Analcolici

Come preparare il tè verde al limone

Il tè verde al limone è una gustosa bibita che può essere gustata sia calda che fredda. Estremamente dissetante, questa bevanda, ha anche molti effetti benefici sull'organismo quali l'effetto disintossicante e rienergizzante. Se anche voi volete gustare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.