Come preparare l'aragosta in camicia

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'aragosta è un pregiato crostaceo diffuso nel mar Mediterraneo e nell'oceano Atlantico orientale. Delicata, prelibata, addirittura afrodisiaca, l'aragosta viene impiegata in molte ricette raffinate per la qualità della sua polpa dal sapore inimitabile. Ricca di proteine e sali minerali, l'aragosta garantisce anche un elevato apporto calorico e può essere cucinata in diversi modi: alla griglia, arrosto, alla catalana o in bellavista. In questa guida vedremo come preparare l'aragosta in camicia.

26

Occorrente

  • un'aragosta viva da circa 800-900 grammi
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • foglioline di alloro
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • aceto
36

L'occorrente

Probabilmente la ricetta dell'aragosta in camicia è la più semplice da preparare tra le molteplici possibilità che questo versatile crostaceo offre. Gli ingredienti per la preparazione sono pochi: un'aragosta viva da circa 800-900 grammi, 4 cucchiai di olio extravergine di oliva, alcune foglioline di alloro, sale, pepe ed aceto. Gli attrezzi da cucina che occorrono per procedere sono invece una tavoletta di legno, dei fogli di carta alluminio ed una teglia capiente.

46

La preparazione

L'aragosta è particolarmente pregiata e costosa perché va acquistata fresca, viva. La preparazione dell'aragosta in camicia prevede un procedimento che consiste nel legare alla tavoletta di legno l'aragosta evitando che in fase di cottura si avviluppi su sé stessa. Fissata l'aragosta alla tavoletta occorre immergerla ancora viva nell'acqua bollente insieme al sale, alle foglioline di alloro ed all'aceto.
Bisogna precisare che l'aragosta non è dotata di un sistema nervoso centralizzato ed il rumore che si può sentire al momento dell'immersione è solamente il sibilo del vapore che attraversa il carapace. Qualora l'operazione descritta risulti particolarmente cruenta è possibile optare per un prodotto congelato, possibilmente sul peschereccio in modo che non venga interrotta la catena del freddo e non si alteri irrimediabilmente la resa qualitativa finale.

Continua la lettura
56

La cottura

Dopo aver immerso l'aragosta lasciatela bollire per pochi minuti, quindi toglietela dall'acqua. Asciugate l'aragosta con carta da cucina, passatevi con un cucchiaio l'olio extravergine, quindi salate e pepate. Avviluppate il crostaceo con la carta alluminio, adagiatelo nella teglia e lasciatelo cuocere nel forno che avrete preriscaldato a 220° per circa 45 minuti. In caso utilizziate un'aragosta congelata lasciate invece cuocere in acqua bollente per circa 20 minuti. Prima di servire guarnite a fantasia l'aragosta e presentatela in un elegante piatto da portata decorato con alcune foglie di lattuga .

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • utilizzare un'aragosta viva

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come fare il ragù di aragosta

L'aragosta è un pregiato e delicato crostaceo, che solitamente viene consumato in occasioni speciali, per via del suo costo elevato. È uno dei crostacei più ricchi di proteine e di sali minerali. L'aragosta viene cucinata in svariati modi. Con la sua...
Pesce

Come riconoscere l'aragosta fresca

La scelta dell’aragosta, e dei crostacei in generale, non è un elemento da sottovalutare. Bisogna porre estrema attenzione alla freschezza del prodotto, così da ottenere piatti succulenti e gustosi. Spesso, l’aragosta arriva nelle pescherie ancora...
Pesce

Come preparare l'aragosta alla greca

La Grecia ha una antichissima tradizione culinaria. La cucina greca utilizza totalmente prodotti del Mediterraneo, dalle verdure al pesce. Tra i crostacei troviamo l'aragosta, la protagonista di uno dei piatti più famosi e richiesti della tradizione...
Primi Piatti

Come preparare i medaglioni di aragosta allo zabaione

Gentili lettori, nella guida che prenderemo in esame parleremo di ricette e, entrando più nel dettaglio ci occuperemo di capire come preparare i medaglioni di aragosta allo zabaione.Cercheremo di offrirvi una guida che vi accompagni passo dopo passo...
Pesce

Linguine all'aragosta

Se volete stupire i vostri commensali con una ricetta sfiziosa, genuina e di facile preparazione vi proponiamo un primo piatto a base di pesce: le linguine all'aragosta. Questa ricetta, nonostante quello che potete pensare, è molto semplice anche se...
Pesce

Come cucinare l'aragosta in salsa

L'aragosta è un gustosissimo crostaceo definito "nobile" per il sapore dolce e delicato della sua polpa. Inoltre, è prodotto di pregio e di un certo costo. Nella nostra ricetta vedremo come cucinare l'aragosta nel più semplice dei modi. La salsa rouille,...
Pesce

Come preparare le polpette di aragosta

All'interno di questa guida, andremo a parlare di cucina. Nello specifico, andremo ad occuparci di polpette di aragosta. Cercheremo di rispondere a questa domanda: come si devono preparare le polpette di aragosta? Vedremo la procedura ed anche alcuni...
Primi Piatti

Ricetta: crema di aragosta

Se dovete preparare una cena molto importante e volete sbalordire i vostri ospiti con un piatto davvero prelibato e nello stesso tempo semplice da preparare, dovrete necessariamente scegliere di preparare una ricetta a base di pesce. Uno dei pesci più...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.