Come preparare l'astice alla diavola

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Tra le ricette a base di pesce da proporre ai propri ospiti per deliziarli e divertirli con gusto, non può mancare l'astice alla diavola. È un piatto ricco e dalla preparazione elaborata che premia l'impegno e il prezzo della materia prima con grandi soddisfazioni per occhi e palato. Il crostaceo delicato e pregiato arricchito dalle note piccanti della senape creano un contrasto accattivante e sfizioso. Ecco dunque come preparare un invitante astice alla diavola.

28

Occorrente

  • 1 astice
  • 40 gr di burro
  • 2 cucchiai di senape
  • 1 bicchierino di Brandy
  • pane grattugiato
  • olio sale e pepe q.b.
38

Preparazione del crostaceo

per prima cosa è necessario lavorare il crostaceo.
l'astice va spazzolato bene, lavato e asciugato. La parte più delicata della ricetta consiste proprio nel trattare con cura la preziosa materia prima. Pertanto, quando lo si divide in due nel senso della lunghezza, è bene prestare molta attenzione e operare un taglio deciso e preciso.
a questo punto il pesce va pulito: vanno eliminate le interiora ma conservate le parti grigi e verdi scure per riutilizzarle successivamente.

48

Preparazione della salsa

in una fondina capiente amalgamare bene il burro precedentemente ammorbidito e la senape. Unire al composto le parti cremose e scure dell'astice, dopo averle filtrate con un setaccio sottile e il brandy già sfiammato.
condire con sale e pepe secondo il proprio gusto, assicurandosi di aver ottenuto una salsa cremosa ed omogenea.

Continua la lettura
58

Cottura

scegliere una teglia abbastanza capiente per contenere il crostaceo e ungerla bene con olio EVO. A questo punto basterà adagiare l'astice sul fondo e cospargerlo con la salsa preparata assicurandosi che la copertura sia abbondante e completa.
perché il risultato sia ottimale è necessario avere l'accortezza di tenere da parte un po' della crema per aggiungerla di tanto in tanto durante la cottura.
riporre la teglia in forno riscaldato a 180° e lasciar passare 15 minuti prima di estrarla.

68

Gratinatura

trascorso il quarto d'ora, tirare fuori la teglia dal forno e ultimare la preparazione gratinando l'astice.
a questo scopo spolverare la superficie ancora umida del crostaceo con del pane grattugiato finemente. Quindi completare la cottura riponendo il pesce nuovamente in forno e lasciar passare qualche minuto perché il pangrattato diventi croccante.

78

Impiattamento

una volta ultimata la cottura sfornare definitivamente l'astice e disporlo con cura in un piatto di portata. Decorarlo con verdure di stagione e fettine di agrumi per donare freschezza e colore alla ricetta. Con queste semplici accortezze il piatto risulterà molto più scenografico e capace di colpire l'occhio degli ospiti dal momento stesso in cui sarà portato in tavola.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

Come cucinare i gamberi alla diavola

Chi ama i prodotti del mare, non può fare a meno di prepararli ed assaggiarli in svariati modi, e tra questi ci sono i gustosissimi gamberi; infatti, si possono cucinare in diversi modi ovvero fritti, con sugo ed in particolare alla diavola, tanto per...
Pesce

5 ricette facili per cucinare l'astice

In questo articolo vi illustrerò 5 ricette facili per cucinare l'astice. L'astice rappresenta un'ottima alternativa all'aragosta. L'astice deve essere sempre di buona qualità, che sia fresco oppure surgelato. Nei passi successivi vi fornirò qualche...
Pesce

Ricetta: la zuppa di astice

La zuppa di astice rappresenta un primo piatto saporito e prelibato, in grado di accontentare sia grandi che piccini. Per questa ricetta occorrono pochi ingredienti, ma un requisito fondamentale è che siano freschi. Seguendo questi semplici passi si...
Pesce

Come mangiare un astice

L'astice e l'aragosta sono entrambi dei crostacei che normalmente vengono categorizzati nellla famiglia dei Decapodi, anche se in realtà si tratta di due animali appartenenti a due famiglie completamente diverse. Se infatti si mettono a confronto, l'astice...
Pesce

Astice allo spumante con riso nero

L' astice allo spumante con il riso nero è un primo piatto molto raffinato, adatto ad una cerimonia o ad una cena in cui vogliamo fare un figurone. I tre ingredienti principali saranno adatti ai palati più raffinati e si sposeranno tra loro creando...
Pesce

Ricetta: astice al forno con provola

La bella stagione risveglia dolcemente il desiderio di trascorrere le nostre giornate all'aria aperta, assaporando il dolce tepore del sole. Perché allora non inaugurare l'arrivo dell'estate con un delizioso pranzo all'aperto in stile marinaro? Per portare...
Pesce

Come tagliare l'astice

Il pesce rappresenta certamente uno degli alimenti principali su cui si basa la cucina italiana. Sono tantissime infatti le tipologie di pesce adoperate per la preparazione di numerosissime e gustose ricetta. Tra i tipi di pesce più utilizzati in ambito...
Pesce

3 ricette con l'astice

L'astice è un crostaceo particolare che sicuramente a tavola fa sicuramente la sua gradita figura. Quando si presenta un piatto a base di questo crostaceo, sicuramente si può comprendere non solo la bravura di chi lo preparara, ma anche la bontà del...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.