Come preparare l'impasto al nero di seppia

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

La pizza è un'invenzione del tutto italiana, un alimento in grado di soddisfare anche i palati più esigenti. È possibile gustarla in tutte le sue numerose varianti: dalla semplice Margherita, alla più condita e gustosa quattro stagioni. Ma naturalmente non ci si ferma qui, infatti sono moltissimi gli ingredienti che si sposano bene con la pizza rendendola un vero e proprio connubio di sapori. Oggi però andiamo a prendere in esame una vera e propria innovazione in materia di pizza, creata con un ingrediente molto particolare in grado a sua volta di regalare all'impasto un gusto a dir poco unico. Andiamo quindi a scoprire tutti i segreti su come preparare l'impasto al nero di seppia.

25

Occorrente

  • 500 gr di farina tipo 00
  • 12 grammi di lievito di birra fresco
  • un cucchiaino da caffè di zucchero
  • 1 bustina di nero di seppia
  • un pizzico di sale
  • due cucchiai di olio
  • acqua tiepida quanto basta
35

Fase uno: preparazione del lievito di birra

Il primo passo da fare è quello di preparare tutti gli ingredienti e la relativa attrezzatura in modo tale da avere sempre tutto a portata di mano. Prendiamo quindi la farina e andiamo a sistemarla sul piano di lavoro conferendo con le mani la classica forma a fontana. Prendiamo poi un contenitore non troppo grande, versiamo al suo interno un pochino di acqua tiepida. Aggiungiamo il lievito di birra e un cucchiaino da caffè di zucchero. Con lo stesso cucchiaino andiamo a rimescolare il composto, continuiamo fino a quando il cubetto di lievito non si sarà completamente sciolto.

45

Fase due: preparazione del nero di seppia

Prendiamo adesso un altro contenitore possibilmente in vetro in maniera tale da poter controllare l'interno. Per questa operazione un bicchiere sarebbe l'ideale. Riempiamolo per metà con acqua tiepida, versiamo al suo interno il nero di seppia. Utilizzando nuovamente un cucchiaio da caffè mescoliamo il composto, continuiamo fino a quando il nero di seppia non si è completamente sciolto e il liquido non si presenta bello liscio.

Continua la lettura
55

Fase tre: impasto

Versiamo adesso all'interno della fontana di farina tutto il composto di acqua e lievito e due cucchiai da cucina di olio d'oliva. Con i rebbi di una forchetta mescoliamo i due ingredienti con la farina. Aggiungiamo subito anche il nero di seppia, mescoliamo cercando di conglobare la farina ai liquidi in modo omogeneo. Se durante questa operazione l'impasto dovesse presentarsi troppo duro, aggiungiamo qualche cucchiaio di acqua. A metà di questa operazione, ovvero quando liquidi sono ormai stati assorbiti dalla farina, aggiungiamo qualche pizzico di sale. Da questo preciso momento in poi iniziamo ad impastare con più vigore possibile, continuando fino a quando il nostro impasto non risulta essere morbido ed elastico. Formiamo ora una palla con la pasta, ricopriamola con un canovaccio e lasciamo che il lievito faccia il suo corso. Quando l'impasto ha raggiunto circa il doppio della sua dimensione originale e al tatto risulta essere bello soffice, possiamo iniziare a stenderlo e preparare la base per la nostra pizza.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Consigli di Cucina

Come conservare il nero di seppia

Il nero di seppia è un liquido di colore molto scuro che viene estratto dalle vesciche o sacche delle seppie. Il colore scuro del nero di seppia è dovuto al contenuto di melanina. Spesso nel passato si utilizzava per scrivere come inchiostro naturale....
Primi Piatti

Come fare il risotto al nero di seppia

Il risotto al nero di seppia è un delizioso primo piatto di mare. Questo piattoè molto originale ed oltre che molto gustoso, è anche molto estetico. Il nero di seppia viene ricavato, appunto, dalla seppia ed è quello che comunemente viene detto inchiostro....
Primi Piatti

Come cucinare la pasta al nero di seppia

Come amano affermare i più grandi cuochi del mondo: in cucina bisogna osare. Questa frase può benissimo comprendere la preparazione di pietanze insolite e azzardate, come la pasta al nero di seppia. Purtroppo in commercio questa tipologia di alimento...
Primi Piatti

Ricetta: pasta fredda con seppia, pachino e olive

Una ricetta originale per preparare un primo piatto freddo è la ricetta della pasta fredda con la seppia, i pomodori pachino e le olive. Questa ricetta è molto semplice ed abbastanza veloce da preparare. È l'ideale per un pranzo al sacco o per coloro...
Antipasti

Come preparare i bocconcini di patate al nero di seppia

I bocconcini di patate al nero di seppia sono un contorno originale da portare sulla nostra tavola. Il colore nero attirerà la curiosità di grandi e piccini, che gusteranno questi bocconcini buoni e appetitosi. Possiamo preparare i bocconcini di patate...
Antipasti

Come preparare la pastella al nero di seppia

La pastella è un alimento molto facile e veloce da realizzare. Questo ingrediente è un elemento indispensabile in cucina se si ha intenzione di preparare dei piatti a base di frittura. Esistono diverse tipologie di preparazione della pastella, è possibile...
Primi Piatti

Ricetta: tagliolini al nero di seppia con panna e salmone

Le calde sere d'estate sono la cornice perfetta per esplorare nuovi sapori e profumi. Per una cena elegante, magari nella tiepida aria serale, perché non lasciarci ispirare dei sentori marini del nero di seppia e del salmone? I tagliolini al nero di...
Primi Piatti

Spaghetti al nero di seppia con asparagi

La guida che andremo a sviluppare nei prossimi tre passi si occuperà di alimentazione, in quanto, come avrete già avuto l'opportunità di comprendere leggendovi il titolo della guida, il tema centrale sarà la preparazione degli spaghetti al nero di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.