Come preparare la burrida di stoccafisso alla ligure

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La burrida di stoccafisso alla ligure è un piatto di pesce preparato prima cuocendo i tranci di pesce in acqua e aceto e completando poi la cottura in una salsa a base di olio, aglio, pangrattato e frutta secca, in particolar modo pinoli e noci. Pur essendo un piatto tipico sardo, qui vediamo come prepararlo con lo stoccafisso alla maniera ligure. Lo stoccafisso viene acquistato essiccato, quindi è molto importante l'operazione di ammollo per poter procedere alla cottura. Dotiamoci quindi di un contenitore sufficientemente grande da contenere il pesce e dell' acqua fredda necessaria a ricoprirlo completamente. L'acqua va cambiata ogni otto ore per 3 o 4 volte, e tra un'operazione e l'altra il pesce va tenuto in frigorifero. A questo punto siamo pronti per iniziare la nostra ricetta.

24

Facciamo la spesa

Gli ingredienti per questa ricetta, che a differenza di quella sarda prevede anche i funghi, sono:-stoccafisso ammollato 600 gr-cipolla, sedano, carota, aglio e prezzemolo q. B.-un'acciuga sotto sale-fungi secchi 20 gr-noci 20 gr- mezzo bicchiere di vino bianco- quattro pomodori maturi. Volendo aggiungere ulteriore sapore e corposità al piatto, possiamo prevedere la presenza anche di una manciata di capperi, meglio se freschi, e qualche patata tagliata a tocchetti. Le dosi indicate sono quelle per sei persone.

34

Cuciniamo

Innanzitutto prepariamo un soffritto con l'olio, gli odori e l'acciuga dissalata. Prendiamo poi il nostro stoccafisso ammollato e facciamolo bollire per una decina di minuto in acqua e aceto. Dopo averlo privato di pelle e lische, tagliamolo a cubetti non troppo piccoli e aggiungiamolo al soffritto. A questo punto sfumiamo il tutto con il vino bianco e aggiungiamo i funghi precedentemente ammollati e strizzati e i pinoli. Dopo che il vino sarà sfumato, aggiungiamo i pomodori privati di pelle e semi. Aggiustiamo di sale e pepe e continuiamo la cottura a fuoco lento mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno per circa un'ora. Se dovessimo accorgerci che il pesce si attacca al fondo del tegame ci basterà aggiungere un mestolo di acqua calda e continuare a mescolare delicatamente.

Continua la lettura
44

presentazione del piatto

A cottura ultimata, presentiamo il piatto in tavola accompagnandolo con un buon vino bianco ligure o un rosato poco alcolico, adatti a sgrassare il palato e prepararlo al boccone successivo, e un'insalata di misticanza condita con una vinaigrette a base di olio e limone. La cena è pronta e i nostri ospiti rimarranno sicuramente soddisfatti da questa semplice prelibatezza!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare i ravioli alla ligure

I ravioli alla ligure sono una pietanza da preparare a Natale o nelle occasioni speciali. La ricetta tipica della tradizione culinaria regionale, prevede un ripieno a base di carne (cervella e filoni) e verdure. I ravioli, poi, vengono conditi con un...
Primi Piatti

Ricetta: pesto ligure fatto in casa

Il pesto alla ligure trova la sua prima apparizione in uno dei testi di Virgilio, una raccolta intitolata "Appendix Vergiliana", in cui il poeta parla del "moretum", un impasto che, nonostante la densità, poteva essere spalmato su varie pietanze e che...
Primi Piatti

Come preparare i passatelli al pesto con mollica

Un grande classico della cucina romagnola sono sicuramente i passatelli, una particolare pasta fresca preparata con il pangrattato al posto della farina. Solitamente i passatelli vengono consumati con un bel brodo di carne, ma non è difficile trovare...
Primi Piatti

Come preparare i tagliolini con zucchine e prosciutto cotto

Volete preparare un piatto goloso che possa piacere anche ai palati più raffinati? Ecco a voi la ricetta che vi illustrerà come preparare i tagliolini con zucchine e prosciutto cotto. Per realizzare questa specialità bisogna avere un po' di tempo da...
Primi Piatti

Come preparare le trofie con sugo d'anatra

Le trofie sono perfette con il pesto, come suggerisce la tradizione ligure. Tuttavia, esistono anche altre varianti che rendono questa pasta decisamente interessante. Qui vedremo come preparare le trofie con sugo d'anatra. Il primo piatto è perfetto...
Primi Piatti

Come preparare le trofie alla crema di spinaci

Le trofie sono un tipo di pasta, tipica della cucina ligure. Gli ingredienti sono farina e patate e si prestano alla realizzazione di piatti molto succulenti. Il condimento principe è il locale pesto, a base di basilico genovese. Tuttavia si associano...
Primi Piatti

Come fare la polenta bianca al baccalà

Qualsiasi piatti che arriva sulla nostra tavola ha un'origine e una storia ben precisa. Per quanto riguarda la polenta bianca al baccalà, parliamo di un piatto originario del Veneto, anche se è stata riprodotta in modo differente nelle diverse regioni...
Primi Piatti

Come preparare le lasagnette ai pomodori disidratati

Cosa c'è di meglio di un buon primo piatto per avviare un pranzo in famiglia o tra amici? Questa pietanza ci permette di dare libero sfogo alla nostra fantasia, perché si presta a qualunque tipo di ricetta. L'ingrediente base, naturalmente, è la pasta....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.