Come preparare la calamarata al cartoccio

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se volete deliziare il palato dei vostri ospiti in occasione di una cena, non c'è niente di meglio che preparare una gustosa calamarata al cartoccio. Si tratta di una ricetta molto comune, e che come si evince dal nome stesso, prevede l'uso di calamari a cui si aggiungono delle verdure, alcune specie e una pasta speciale di forma tonda ed abbastanza grande. La ricetta non è difficile da elaborare e richiede soltanto un minimo di attenzione man mano che si procede con i vari passaggi. A tale proposito, ecco dunque una guida su come preparare la calamarata al cartoccio.

25

Occorrente

  • 300 g di calamari
  • 400 g di calamarata
  • 200 g di asparagi
  • 100 g di porri
  • 200 g di pomodorini pachino
  • 120 g di olive
  • Aglio 1
  • Sale e pepe
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • Timo 30 g
35

Marinare i calamari

Per iniziare pulite i calamari, e se non sapete come fare, vi basta tagliarli giusto a metà con un coltello ben affilato facendo poi delle piccole incisioni, dopodichè divideteli in quattro parti ed adagiateli in una zuppiera condendoli con un cucchiaio d'olio, la scorza degli agrumi tagliata alla julienne e un pizzico di sale e di pepe. A questo punto fate marinare i calamari per almeno un paio d'ore.

45

Preparare il condimento

Adesso dovete preparare il condimento, per cui fate scaldare in una padella un cucchiaio d'olio con l'aglio in camicia, dopodichè lo eliminate e al suo posto aggiungete dei porri tagliati alla julienne e poi anche delle olive, i pomodorini di collina tagliati a metà e degli zucchini ridotti a rondelle (se usate gli asparagi anziché cuocerli in padella fateli bollire in acqua leggermente salata). A questo punto salate e pepate e poi fate cuocere il composto per una decina di minuti a fuoco medio, prestando però attenzione a non far bruciare le verdure. Adesso fate scaldare per bene una padella con un sottile filo d'olio e mettete a cuocere i calamari per circa 40 secondi su una fiamma abbastanza vivace. Trascorso tale tempo, uniteli alle verdure, in modo da terminate la preparazione del condimento. A questo punto potete procedere con l'ultimo step, che conduce alla cottura finale ovvero al cartoccio.

Continua la lettura
55

Riporre la pasta nei sacchetti

Nel frattempo fate lessare la pasta in acqua salata, dopodiché scolatela al dente e una volta diventata fredda unitela ai calamari e alle verdure, e poi condite il tutto con olio extravergine d'oliva. A questo punto riponete la pasta in sacchetti da forno, aggiungete un rametto di timo, sigillateli bene e fateli cuocere per almeno 10 minuti nel forno a 180 gradi. A questo punto impiattate e servite in tavola. A margine, vale la pena sottolineare che la pasta detta comunemente proprio calamarata, la potete trovare sia secca che fresca. Quest'ultima è tuttavia ideale per la ricetta appena descritta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesce

Come preparare la sogliola al cartoccio alle erbe aromatiche fresche

Se siete alla ricerca di un piatto gustoso, leggero ma ricco di sapore, ecco a voi la sogliola al cartoccio alle erbe aromatiche. Si tratta di una specialità molto semplice da preparare e anche i meno esperti in cucina sapranno ottenere un risultato...
Pesce

Calamarata con zucchine e gamberi

La calamarata con gamberi e zucchine è il top della cucina italiana, un piatto semplice e di veloce preparazione, magari da cucinare quando si hanno degli ospiti improvvisi. Questo è un piatto che preannuncia la bella stagione, ma può essere realizzato...
Pesce

Come preparare i calamari ripieni al cartoccio

I calamari sono molluschi molto comuni nei mari italiani. Risultano essere inoltre ipocalorici, gustosi, un alimento sano, ricco di sali minerali, proteine e Vitamina A. I calamari si prestano benissimo a numerose preparazioni: fritti, arrostiti, ad insalata....
Pesce

Come preparare la trota al cartoccio

La trota è un delizioso e tenero pesce che può essere cotto e condito in diversi modi. Una delle cotture più utilizzate per la preparazione della trota, è quella al cartoccio. La cottura al cartoccio mantiene sicuramente il pesce molto leggero ed...
Pesce

Come preparare il pesce spada al cartoccio

Il pesce spada risulta sicuramente molto adatto a quasi tutti i palati grazie al suo gusto delicato e al ridotto quantitativo di spine presenti. Quest'ultimo pesce si presta amabilmente a numerosi tipologie di ricette. Risulta per esempio davvero buono...
Pesce

Come preparare l'orata al cartoccio

La cottura del pesce non è mai un'operazione molto semplice da eseguire perché la carne del pesce è molto delicata ed una cottura troppo aggressiva potrebbe danneggiarla. Sopratutto se siamo alle prime armi con il mondo dei fornelli, per riuscire ad...
Pesce

Come preparare lo sgombro al cartoccio

Lo sgombro insieme alla sardina è un alimento molto salutare, recenti studi hanno dimostrato che assumere 2 volte a settimana pesce "grasso" riduce di molto il rischio di malattie cardio-vascolari. Molto più utile assumere quest'alimento rispetto ai...
Pesce

Ricetta: cernia al cartoccio con verdure

Le ricette di pesce sono sempre le più belle e delicate, spesso possono sembrare complicate da realizzare, ma esistono procedimenti molto semplici e veloci. La cottura al cartoccio è una di queste, e ci permetterà di cuocere il pesce in maniera omogenea...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.