Come preparare la cioccolata calda alla Nutella

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

A chi, quando il tempo è particolarmente cupo e fa freddo, non piace coccolarsi con vivande che riscaldano e danno quella straordinaria energia, utile per poter svolgere grandemente tutto quel che la vita richiede? Diciamo che a quasi tutti, grandi e piccini, soprattutto nel caso specificato, vien voglia di assaporare e preparare, per se e per i propri cari la sempre più apprezzata cioccolata calda, da poter organizzare, in base ai propri gusti, molto densa, come se fosse un budino, o cremosa, agendo sulla quantità di latte o di acqua da usare e gustare insieme a qualche sfizioso biscottino, possibilmente tiepido e fatto in casa, considerando che se si è davvero golosi e prediligono bevande non eccessivamente corpose, né liquide, si potrebbe utilizzare la crema al cucchiaio più amata e famosa nel mondo, seguendo l'intero contenuto che spiegherà come farle alla nutella.

25

Occorrente

  • amido di mais (maizena) o farina
  • latte
  • nutella
  • cacao amaro
  • zucchero
35

Selezionare gli ingredienti utili

Questo passo è importante perché, seguendo i propri gusti che, solitamente variano in base al carattere di ognuno e al momento che, lo stesso sta vivendo, bisogna selezionare gli ingredienti utili per preparare la cioccolata calda alla nutella, semplice o, particolarmente scura ed intensa usando, oltre al latte, alla maizena (amido di mais), o alla farina e alla crema al cucchiaio, oggetto d'argomento, il cacao amaro e lo zucchero.

45

Iniziare la preparazione

Dopo aver deciso l'entità, la consistenza, il colore e il sapore che si vuol ottenere, si deve iniziare la preparazione della cioccolata calda alla nutella, versando in un pentolino l'amido di mais, o la farina e il latte, al fine di portare il tutto in ebollizione, mescolando sempre e perfettamente per evitare di formare grumi e di aggiungere, in ultimo la crema al cucchiaio in questione che, abbassando la fiamma, dovrà ben inserirsi, per formare una bevanda particolarmente omogenea e gustosa, bollendo per altri 5 minuti.

Continua la lettura
55

Rettificare in base ai gusti

Come si è ben sottolineato nel primo passo, la cioccolata calda alla nutella si può preparare in diversi modi. Se si volesse organizzare una bevanda più scura e dal gusto più intenso e deciso, bisogna aggiungere il cacao amaro e lo zucchero, seguendo, sempre i gusti di ognuno e considerando che, se si dovesse decidere, inoltre di fare una cioccolata calda alla nutella più liquida, si deve omettere del tutto l'amido di mais (maizena) o di farina, o diminuire notevolmente la quantità degli stessi ingredienti, a seconda di quel che si è deciso di usare o che abbiamo in casa, facendo bollire il latte con la nutella per qualche minutino in più.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Analcolici

Ricette Bimby: cioccolata calda

Nelle fredde sere d'inverno ciò che più desideriamo è qualcosa di dolce e caldo, proprio come una buonissima cioccolata calda. In commercio ce ne sono diverse, ma il sapore di una buonissima cioccolata calda fatta in casa è sicuramente migliore. Questa...
Analcolici

Come preparare una granita alla mela

Durante la stagione più calda, si è soliti cercare i rimedi più disparati per rinfrescarsi e riprendersi dalle botte di calore causate dalla temperatura eccessivamente elevata. Tra questi rimedi, è possibile citare le deliziose e rinfrescanti granite...
Analcolici

Come preparare un caffè marocchino

Dovete sapere che il Marocco non ha la medesima cultura del caffè posseduta da molti paesi del Medio Oriente. Infatti, il caffè è una bevanda che viene gustata prevalentemente durante la prima colazione o a metà mattinata. Essenzialmente, si possono...
Analcolici

Come preparare il tè verde al limone

Il tè verde al limone è una gustosa bibita che può essere gustata sia calda che fredda. Estremamente dissetante, questa bevanda, ha anche molti effetti benefici sull'organismo quali l'effetto disintossicante e rienergizzante. Se anche voi volete gustare...
Analcolici

Come preparare il banana coffee shake

Sovente, la frutta si abbina ad altri ingredienti per preparare degli ottimi dolci che contengano sostanze anche nutritive, oltre ad essere gustosi e sfiziosi. La banana, ad esempio, viene solitamente accompagnata al cioccolato e preparata in veste di...
Analcolici

Come preparare un caffè shakerato

Noi italiani siamo famosi in tutto il mondo per essere amanti del caffè e, infatti, lo si consuma a tutte le ore della giornata e in tanti modi diversi. Basti pensare alla classica "pausa caffè", che sta ad indicare una rapida interruzione, spesso una...
Analcolici

Come preparare il the in foglie

Al di là della tradizione inglese in materia di the, a tutti fa piacere gustarne una buona tazza calda nei periodi più freddi. D'altra parte si tratta di una bevanda non nociva, che se presa con moderazione, fa bene anche all'organismo. Rispetto al...
Analcolici

Come preparare il mate

Con le sue antichissime origini, la preparazione del mate viene appresa e divulgata dai colonizzatori spagnoli nella Provincia Real Guayra. Originariamente gli Indios Guaranì preparavano questa bevanda utilizzando dell'acqua fredda ed una bombilla, una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.