Come preparare la crema di mirto

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Molti di voi conosceranno il mirto, un liquore sardo a base di bacche di mirto, ma forse non tutti conoscono la crema di mirto. Si tratta di un liquore solitamente servito in accompagnamento a gelati, oppure come post dinner. Alla base della crema di mirto ci sono sempre le bacche di mirto, un arbusto mediterraneo di cui in Sardegna si usano non solo i frutti, ma anche i ramoscelli con le foglie per aromatizzare le carni arrosto. Ma senza addentrarci troppo in dettagli che esulano dalla nostra guida, eccovi la ricetta per preparare in casa la crema di mirto e poterla gustare ogni volta che ne avrete voglia.

25

Occorrente

  • 500 gr di bacche di mirto
  • 500 ml di acquavite o alcool alimentare
  • 1 litro di latte intero fresco
  • 700 gr di zucchero semolato
35

Mettete a macerare le bacche di mirto nell'acquavite

Come già detto, per preparare la crema di mirto avete bisogno delle bacche di mirto, che potete raccogliere da voi se vivete in Sardegna o Sicilia, o in altre zone d'Italia in cui cresce il mirto, oppure potete chiedere in uno di quei negozi in cui vendono frutta e verdura di ogni zona d'Italia e del mondo. Una volta che avete il mirto, mettetelo all'interno di un grosso barattolo di vetro e ricopritelo con l'acquavite o l'alcool a 95°. Tappate il barattolo e fate riposare il tutto per circa 40 giorni. Trascorso il tempo necessario potete iniziare a preparare il liquore di crema di mirto.

45

Sciogliete lo zucchero nel latte

Versate il latte fresco all'interno di una pentola insieme allo zucchero semolato e mettetelo sul fuoco a fiamma bassa in modo che lo zucchero si sciolga completamente. Appena il latte inizia a bollire, toglietelo dal fuoco e fatelo raffreddare. Mi raccomando, se volete ottenere una crema di mirto degna di questo nome allora non abbiate fretta nel prepararla e fate raffreddare per bene il latte con lo zucchero. Se non lo fate rischiate che versando l'alcool nel latte questo si coaguli e perdete tutto ciò che avete fatto, sprecando tempo e soldi.

Continua la lettura
55

Versate l'infuso di mirto nel latte

Prendete l'infuso di mirto e versatelo in un colino; mettete le bacche in un panno di cotone ben pulito e spremetelo per bene. Raccogliete tutto il succo del mirto ottenuto e versatelo dentro al latte ben freddo. Mescolate il tutto in modo da ottenere un liquore cremoso. Fatto ciò, prendete delle bottiglie di vetro che avrete lavato e sterilizzato e versateci al loro interno la crema di mirto. Tappate le bottiglie e conservate il liquore in frigorifero. Prima di consumare la crema di mirto aspettate almeno una settimana. Volendo, potete conservare il liquore direttamente dentro al freezer, visto che l'alcool in esso contenuto impedisce allo stesso di congelarsi. Ora siete pronti per gustarvi un buon bicchierino di crema di mirto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

Come preparare il liquore di mirto bianco

La Sardegna è una regione che ha tanto da offrire, sotto ogni punto di vista: dai paesaggi incontaminati ai reperti archeologici, dall'ospitale folklore ad una enogastronomia ricca e variegata, non c'è persona al mondo che non possa amare un po' di...
Vino e Alcolici

Come preparare il liquore di mirto

Il liquore di mirto è un tipico liquore della regione sarda, ottenuto a partire da una pianta arbustiva spontanea che ricopre gran parte del territorio naturale di questa regione: il mirto. Nei semplicissimi passi successivi di questa breve guida, in...
Vino e Alcolici

Come fare la grappa al mirto

La grappa è un liquore tipico dell'Italia. È ottenuta distillando la vinaccia, cioè la buccia e i vinaccioli. È un ottimo digestivo. In genere la grappa ha una gradazione alcolica molto alta, ma bevuta in piccole dosi, è un ottimo digestivo. Esistono...
Vino e Alcolici

Come preparare la crema di whisky

Quando siete da soli in casa e non avete assolutamente idea di cosa fare, può capitare che vi venga in mente di preparare qualcosa di dolce e sfizioso, come un limoncello, una torta, dei biscotti. In questa guida cercheremo di affrontare invece una ricetta...
Vino e Alcolici

Come preparare un’ottima crema di limoncello

La crema di limoncello è una preparazione delicata, utile per farcire torte e golosi dolcetti. Densa e morbida, conserva il sapore del limone, con un piacevole retrogusto al liquore. La crema al limoncello è ottima anche come dessert al cucchiaio da...
Vino e Alcolici

Come preparare la crema di liquore al cocco

Per una particolare occasione, ma anche per una semplice serata estiva con gli amici, è importante avere a disposizione un fine pasto che sia fresco e gustoso. A tale proposito, nei passaggi seguenti vi mostreremo come preparare la crema di liquore al...
Vino e Alcolici

Come preparare la crema di limoncello

A volte, soprattutto nei momenti caratterizzati dalla noia e dall'ozio, potremmo prendere in considerazione l'idea di produrre qualcosa con le nostre mani. Perché non preparare qualcosa magari da gustare a fine pasto, un qualcosa di genuino e molto semplice...
Vino e Alcolici

Ricette Bimby: crema di limoncello

Per deliziare il palato dei nostri ospiti dopo una cena ricca di sapori, perché non servire in tavola una delicata crema di limoncello? Una crema leggermente alcolica dalla consistenza setosa, morbida e dai frizzanti sentori agrumati. La crema di limoncello...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.