Come preparare la crema di whisky

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando siete da soli in casa e non avete assolutamente idea di cosa fare, può capitare che vi venga in mente di preparare qualcosa di dolce e sfizioso, come un limoncello, una torta, dei biscotti. In questa guida cercheremo di affrontare invece una ricetta sicuramente particolare che molti di voi non avranno mai preparato: stiamo parlando della crema di whisky, dunque una crema a base di alcool ma non per questo meno buona. Non perdiamo ulteriore tempo e cerchiamo di capire subito come preparare la crema di whisky in tre semplici passaggi. Ecco a voi la ricetta che abbiamo pensato potesse servirvi al fine di ottenere questa delicata crema!

26

Occorrente

  • 400 g di zucchero
  • 400 ml di latte fresco intero
  • 400 ml di panna liquida
  • 2 cucchiaini di caffè solubile (tipo Nescafè)
  • 120 ml di whisky
  • 120 ml di alcol puro
  • 2 fialette di vaniglia
36

Mescolate gli ingredienti

Per capire subito come preparare la crema di whisky in tre semplici passaggi partiamo subito dal primo. Il primo passaggio consiste nel mettere insieme gli ingredienti principali. Gli ingredienti principali che vi andrò ad elencare a breve potrete trovarli in qualunque supermercato a basso costo. Inoltre, questa ricetta prevede solo ingredienti di qualità e molto convenienti. Per prima cosa prendete un pentolino e mettetelo sulla fiamma lenta. Non appena si inizia a scaldare iniziate a versare a poco a poco lo zucchero e la vaniglia. Mescolate per bene nel pentolino spesso. A questo punto è il turno del latte, della panna e del whisky, insomma di tutti quegli ingredienti che si trovano allo stato liquido. Questi serviranno ad amalgamare meglio lo zucchero e la vaniglia. Infatti, questi ultimi verranno assorbiti del tutto. Infine, aggiungete il caffè per dare un tocco di aroma a tutta la crema.

46

Cuocete la crema

La fase successiva riguarda principalmente l'attesa. Bisogna infatti aspettare che il composto ottenuto raggiunga l'ebollizione. Prestando molta attenzione al fuoco che deve essere costante e leggero. Dal momento dell'ebollizione, bisognerà mescolare per un altro minuto, spegnendo poi il fuoco facendo attenzione che nella crema ormai formatasi non si creino dei grumi: deve rimanere omogenea. Una volta ottenuto un composto ben legato, lo si lascia raffreddare e riposare e solamente dopo si potranno aggiungere i due elementi fondamentali: l'alcol puro, per dosarne il livello liquoroso, e il Whisky.

Continua la lettura
56

Usate il frigo

È consigliabile poi utilizzare una bottiglia di vetro (ben tappata), materiale ideale per conservare il composto per almeno qualche ora in frigo prima di poterlo servire. La crema di Whisky, che non contiene conservanti chimici essendo fatta in casa, va conservata in frigorifero e consumata entro pochi mesi. In ogni caso, il miglior modo per valutare se la bevanda è ancora commestibile, a distanza di settimane o mesi, consiste semplicemente nel fidarsi delle proprie papille gustative. Whisky, alcol e anche lo zucchero non rappresentano un problema, ma latte e panna liquida hanno una "data di scadenza" più breve.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Vi consigliamo di calcolare bene le dosi in quanto in questa ricetta sono indicate per un totale di grammi che può non coincidere con quello che preferite voi.
  • Accompagnate la vostra crema di whisky con un dessert alla fine dei pasti.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

Come fare il whisky in casa

Il whisky è uno dei distillati più famosi nel mondo, sia per le sue qualità gustative, sia per il grande spazio che si è conquistato nel mondo del cinema. Esso si produce dalla distillazione di cereali tra cui il grano, il mais, la segale e l'orzo....
Vino e Alcolici

Come preparare la crema di mirto

Molti di voi conosceranno il mirto, un liquore sardo a base di bacche di mirto, ma forse non tutti conoscono la crema di mirto. Si tratta di un liquore solitamente servito in accompagnamento a gelati, oppure come post dinner. Alla base della crema di...
Vino e Alcolici

Come preparare un’ottima crema di limoncello

La crema di limoncello è una preparazione delicata, utile per farcire torte e golosi dolcetti. Densa e morbida, conserva il sapore del limone, con un piacevole retrogusto al liquore. La crema al limoncello è ottima anche come dessert al cucchiaio da...
Vino e Alcolici

Come preparare la crema di liquore al cocco

Per una particolare occasione, ma anche per una semplice serata estiva con gli amici, è importante avere a disposizione un fine pasto che sia fresco e gustoso. A tale proposito, nei passaggi seguenti vi mostreremo come preparare la crema di liquore al...
Vino e Alcolici

Come preparare la crema di limoncello

A volte, soprattutto nei momenti caratterizzati dalla noia e dall'ozio, potremmo prendere in considerazione l'idea di produrre qualcosa con le nostre mani. Perché non preparare qualcosa magari da gustare a fine pasto, un qualcosa di genuino e molto semplice...
Vino e Alcolici

Ricette Bimby: crema di limoncello

Per deliziare il palato dei nostri ospiti dopo una cena ricca di sapori, perché non servire in tavola una delicata crema di limoncello? Una crema leggermente alcolica dalla consistenza setosa, morbida e dai frizzanti sentori agrumati. La crema di limoncello...
Vino e Alcolici

Crema di limoncello senza panna

La crema di limoncello è uno dei liquori più apprezzati dai palati raffinati. Ottimo da servire nel dopo cena o magari per accompagnare un coppa di gelato alla vaniglia, la crema di limoncello racchiude in se tutto il sapore e il profumo dei limoni....
Vino e Alcolici

Come preparare il cocktail Brooklyn

I cocktails non sempre richiedono occasioni speciali per essere gustati e non necessariamente devono essere consumati in un bar o in un locale in compagnia. Al contrario, ognuno può preparare dei deliziosi cocktails, divertendosi e comodamente a casa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.