Come preparare la gallina in brodo di giuggiole

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se volete preparare un ottimo bollito da gustare in qualche occasione particolare come ad esempio la vigilia di Natale, ecco a voi la ricetta per preparare una deliziosa gallina in brodo di giuggiole. Per preparare questa specialità avrete la necessità di reperire una gallina ruspante allevata da un contadino. Se non abitate in campagna potete sempre rivolgervi al vostro macellaio di fiducia che su prenotazione vi farà trovare in negozio la carne che desiderate cucinare.
Se avete a portata di mano tutti gli ingredienti necessari, mettetevi subito ai fornelli per realizzare questo squisito piatto.
Leggendo le indicazioni fornite a seguire non vi risulterà difficile comprendere come preparare un'ottima gallina in brodo con giuggiole da presentare in tavola alla prossima occasione utile.

25

Occorrente

  • una gallina ruspante
  • uno scalogno
  • 15 giuggiole
  • 10 castagne lessate
  • 5 spicchi d'aglio
  • una radice di ginseng
  • un peperoncino rosso
  • erba cipollina
  • sale integrale
  • brodo granulare
  • olio extravergine d'oliva
35

Lavate accuratamente la gallina sotto il getto della fontana adoperando acqua calda. Se ancora ha le interiora toglietele tutte e poi lavatela di nuovo. Salatela sia sulla superficie che all'interno ma senza eccedere per evitare di ottenere una carne eccessivamente salata.
Mettete nel robot da cucina la radice pulita di ginseng privata della scorza più esterna, aggiungete l'aglio sbucciato e frullate il tutto.
Quando avrete ottenuto un composto dall'aspetto omogeneo, incorporate anche le giuggiole senza nocciolo, il peperoncino tagliato a pezzetti e le castagne bollite.

45

Frullate di nuovo gli ingredienti e poi versate quanto ottenuto in una ciotola. Aggiungete poco olio extravergine d'oliva e poi mischiate adoperando un cucchiaio di legno. Con questa farcia riempite la gallina e poi cucite la apertura terminale per evitare che durante la cottura il ripieno possa fuoriuscire. Sigillatela cucendo la pelle con un comune ago e un filo di cotone bianco adatto anche per alimenti.
Mettete la gallina sul fondo di una pentola a pressione, aggiungete poca acqua nella quale avrete disciolto un cucchiaio di brodo granulare e poi coprite la pentola.

Continua la lettura
55

Cuocete la gallina nella pentola a pressione trenta minuti dopo l'emissione del classico fischio. Appena sarà pronta lasciatela leggermente intiepidire prima di presentarla in tavola. Decoratela con giuggiole intere fresche e qualche filo di erba cipollina tagliato a pezzetti.
La gallina in brodo di giuggiole è ottima da gustare assieme a un ricco purè di patate o accompagnata con verdure stufate e cipolline glassate. Abbinate un vino rosso ben strutturato come ad esempio il Chianti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Carne

Ricetta: lesso di manzo e gallina

In inverno il fabbisogno di nutrirsi in maniera diversa, aiuta a mantenersi sazi durante la giornata. Ma spesso per la fretta si preparano piatti veloci, che spesso dopo poche ore fanno ritornare fame. Per questo risulta utile sostituire il tradizionale...
Carne

Ricetta: tonno di gallina

Cucinare è un po' la passione di tutti noi italiani che ogni giorno ci adoperiamo per trovare ricette nuove e gustose da portare in tavola, tanto da essere diventate piuttosto rinomate anche nel resto del mondo.Per tutti coloro che amano passare del...
Carne

Come disossare la gallina faraona

La gallina faraona ha perso ormai la sua prerogativa di piatto per le grandi occasioni; essa compare sempre più di frequente nei menù familiari grazie anche alle più perfezionate tecniche di allevamento che ci permettono di gustare una carne più nutriente...
Carne

10 consigli per un ottimo brodo di carne

Il pranzo del sabato ha in genere un menu fisso in quasi tutta Italia: il brodo di carne. Questo piatto molto amato ed allo stesso tempo odiato, è facilissimo da preparare, ma pochi sono in grado di farlo "a regola d'arte". Infatti esistono delle regole...
Carne

Come fare il cappone in brodo

In occasione delle feste si preparano sempre menù elaborati. Quindi ogni portata richiede una certa lavorazione. Sono piatti gustosi, ricchi e di sicuro successo. Partendo dai primi che hanno una relativa importanza e i secondi che chiudono la prima...
Carne

Come riciclare il brodo di carne

Un piatto tipico del Natale è il brodo di carne con i cappelletti, che si prepara solitamente per il pranzo con i parenti o gli amici. Può capitare però di farne una quantità abbondante e che parte di esso avanzi. Per evitare sprechi in tempi di crisi...
Carne

Come preparare il bollito misto speziato

In questa lista vedremo come preparare il bollito misto speziato. Il bollito misto speziato è una classica ricetta Lombarda - Piemontese dove vengono usati diversi tipi di carne. In questa ricetta aggiungeremo delle componenti moderne e alcuni procedimenti...
Carne

Come preparare le polpette con il lesso

Quando si cucina è necessario fare sempre attenzione a non buttare via nulla, perché quello che può sembrare poco saporito in un piatto, può trasformarsi in un elemento fondamentale per un piatto eccellente. Un esempio tipico di avanzo che può essere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.