Come preparare la gelatina all'anguria

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Preparare la gelatina di anguria non è molto difficile. Il segreto sta nel dosare perfettamente gli ingredienti. Atteniamoci scrupolosamente alla ricetta, se non vogliamo ricevere sorprese. Con l'arrivo dell'estate, il caldo si fa sentire. La frutta estiva ci aiuta molto spesso a sopportare l'afa. Proprio con il loro aiuto, possiamo preparare dolci deliziosi. La gelatina di anguria è una ricetta tipica siciliana. Se preparata in uno stampo, si presenta come una massa lucida e morbida. Una volta in bocca si scioglie subito. La gelatina si prepara con ingredienti molto semplici e genuini, perciò è adatta a tutti. Va servita fredda, magari con qualche scaglia di cioccolato per decorazione. In questa guida vedremo come fare per preparare la gelatina all'anguria.

26

Occorrente

  • 750 gr. di Anguria
  • 50 gr. Zucchero
  • Cannella
  • 40 gr. di amido di frumento
  • Granella e scaglie di cioccolato
36

Se necessario o se magari abbiamo difficoltà, aiutiamoci con la lama di un coltello in questa operazione. Rovesciamo lo stampo con la gelatina in un piatto da portata. Possiamo decorare la gelatina di anguria con scaglie di cioccolato fondente, granella di pistacchi, nocciole o mandorle. In linea di massima si conserva in frigorifero per due o tre giorni, ma state sicuri che difficilmente avanzerà! Infatti è l'ideale per piccoli dessert monoporzione, come merenda per i nostri bambini, ma anche per uno stampo grande, come dessert alla fine di un pasto in famiglia. Procuriamoci un mixer dove frulleremo la polpa di anguria a pezzi. Assicuriamoci di aver eliminato la maggior parte dei semi. Facciamo andare la polpa al mixer fino a che non otteniamo un composto omogeneo. Poi passiamo la polpa in un colino per filtrare semi e filamenti.

46

In una ciotola, versiamo l'amido di frumento con parte del il succo che abbiamo appena ricavato dall'anguria. Mescoliamo i due ingredienti fino a completa soluzione dell'amido. Uniamolo quindi anche al succo rimanente dell'anguria e mescoliamo bene in un pentolino. A questo aggiungiamo lo zucchero e un pizzico cannella, per dare una spinta in più al piatto. Accendiamo il fuoco sul fornello tenendolo comunque abbastanza basso. Mescoliamo continuamente e quando avrà raggiunto l'ebollizione, spegniamo il fuoco.

Continua la lettura
56

Versiamo il composto ottenuto con il succo dell'anguria in uno stampo che sia adatto a questo dolce. Facciamo raffreddare a temperatura ambiente il tutto, poi riponiamolo in frigorifero per almeno cinque o sei ore. Quando sarà arrivato il momento di servire in tavola, stacchiamo la gelatina di anguria dallo stampo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Mescoliamo bene il composto per non avere grumi.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come preparare il budino di anguria alla menta

Dolce, fresca e dissetante anguria! Questo frutto prettamente estivo è un classico dei fine pasto di questa stagione. L'anguria, conosciuta anche come cocomero, è un tipo di frutto prediletto da molti. Ottimo anche da condurre, già sbucciato ed in...
Dolci

Come preparare una cheesecake all'anguria

Uno dei dolci più gustosi da preparare in estate per una merenda fresca e saporita è, senza dubbio, la cheesecake alla frutta. La cheesecake è una torta golosa e freschissima da preparare con il formaggio cremoso ed un ingrediente dolce a scelta, come...
Dolci

Come preparare la gelatina di mele cotogne

La gelatina di mele cotogne consiste in una conserva di frutta, tipica delle regioni dell'Italia meridionale. I frutti del melo cotogno non sono adeguati per la consumazione a crudo, dal momento che sono particolarmente duri ed aspri. Tuttavia le mele...
Dolci

Come preparare la gelatina agli agrumi

La gelatina, a differenza della marmellata e della confettura, è una lavorazione che viene effettuata servendosi solo del puro succo della frutta. Per prepararla è quindi consigliabile impiegare frutti molto succosi, come per esempio gli agrumi, assai...
Dolci

Come preparare la gelatina di menta

La ricetta della gelatina di menta, poco usata e conosciuta nella nostra penisola, è ottima per accompagnare carni dal sapore forte quali agnello, montone o selvaggina, oppure da usare come idea regalo fai da te ed anche per farcire le brioches vuote...
Dolci

Come preparare la gelatina di ribes rosso

La gelatina di ribes rosso è ottima per guarnire i dolci come una farcitura per biscotti, spalmata sulle fette di pane bianco oppure su quelle biscottate, ma anche per accompagnare ed arricchire dei piatti salati e dei secondi a base di carne (maiale...
Dolci

Come preparare una gelatina di pompelmo

All'interno della guida che andremo a sviluppare ci occuperemo di cucina, in quanto proveremo a preparare una ricetta. Come avrete compreso tramite la lettura del titolo che abbiamo posto nella guida, ora andremo a spiegarvi in pochissimi e brevi passi...
Dolci

Come fare la gelatina di melone

La gelatina di melone è un dessert molto invitante e fresco, oltre ad essere colorato e versatile. In effetti si possono aggiungere altri ingredienti per renderlo ancora più ricco e gustoso. Comunque sia, il melone è un frutto che si può definire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.