Come preparare la gelatina di lamponi

Tramite: O2O 17/06/2017
Difficoltà: media
16
Introduzione

La gelatina di lamponi si accompagna benissimo ai dolci al cucchiaio, come ad esempio la panna cotta, o alla tradizionalissima cheesecake. Prepararla è semplicissimo: l'unica accortezza che dobbiamo avere, è quella di reperire lamponi freschi e di ottima qualità o con pazienza coltivarli direttamente noi. Vediamo allora come preparare la gelatina di lamponi.

26
Occorrente
  • Ingredienti: 500 gr di succo di lampone
  • 375 gr di zucchero
  • 100 gr di acqua
  • il succi di un limone
36

Lavaggio dei lamponi

Laviamo accuratamente i lamponi, controlliamo che non ve ne siano di rovinati, nel caso semplicemente togliamoli e buttiamoli via, se sono marci altrimenti possiamo anche preparare una macedonia e consumarli al momento. Una volta lavati mettiamoli su di un canovaccio pulito. Posizioniamo il canovaccio su di una ciotola, in modo che il succo che filtrerà attraverso venga raccolto. Lasciamo i lamponi sul telo per una giornata. Badiamo bene però che il succo di lamponi macchia i tessuti irrimediabilmente, perciò evitiamo di utilizzare il migliore che abbiamo.

46

Cottura

Trascorse le 24 ore, pesiamo il succo che abbiamo raccolto, e preleviamone la quantità necessaria (500 gr). Intanto, in un pentolino mettiamo lo zucchero e l'acqua; accendiamo il fuoco fino a quando non arriva a bollore. A questo punto, aggiungiamo il succo di lamponi ed il succo di un piccolo limone (preferibilmente biologico) e lasciamo bollire fino a quando il composto avrà la consistenza di una gelatina. Se ne avanza un po', possiamo conservarla in vasi di vetro sterilizzati e chiusi ermeticamente. Tuttavia, se vogliamo che abbia una maggiore consistenza, possiamo aggiungere della colla di pesce, che avremo precedentemente messo in ammollo.

Continua la lettura
56

Test del cucchiaio

Per determinare quando la miscela forma un gel, si può fare il test del cucchiaio: immergere un cucchiaio di metallo nella miscela calda, sollevarlo immediatamente e, lontano dal vapore, girarlo orizzontalmente. All'inizio del processo di cottura, il liquido scende in gocce chiare e sciroppate. Riprovare un minuto o due dopo, quando le gocce saranno più pesanti. L'addensamento avviene quando le gocce sono molto spesse e bon si uniscono prima di cadere dal cucchiaio. Il lungo processo di adeensamento è dovuto al fatto che non viene aggiunta la pectina, la quale accelera tale processo ma necessita di più zucchero, che altera il sapore naturale del frutto. Fare l'addensamento senza aggiunta di pectina richiede sicuramente una cottura più attenta, ma lo sforzo supplementare viene ripagato con un prodotto deliziosamente fruttato e naturale.

66
Consigli
Non dimenticare mai:
  • usiamo le foglie dei lamponi per fare un decotto, sarà un toccasana per il nostro organismo
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Come preparare il patè alle noci

Secondo la cucina classica, i patè sono preparazioni costituite da un involucro di pasta (brisée, frolla o sfoglia) farcito di carne, soprattutto selvaggina, pesce o verdure. Oggi, altrettanto comuni sono, però, quelli non in crosta, spesso avvolti...
Antipasti

Come preparare i bignè al prosciutto glassati

I bignè al prosciutto glassati sono un goloso antipasto da presentare in tavola durante le occasioni speciali. Sono abbastanza semplici da realizzare e chi ha un po’ più di abilità in cucina, può preparare da solo i bignè da farcire. In caso contrario...
Antipasti

Patè di ceci con carote e zucchine

Se intendete preparare un antipasto veloce, gustoso, leggero e fresco non c'è niente di meglio che optare per un patè di ceci con carote e zucchine. Il composto tra l'altro è anche facile da elaborare, e se avete degli ospiti a pranzo o a cena lo...
Antipasti

Come preparare un antipasto a base di cavolo rosso

Preparare un buon antipasto originale non è affatto facile. Se si hanno anche ingredienti difficili diventa quasi un'impresa. Questo è il caso del cavolo rosso, all'apparenza una verdura semplice da trattare. Ma come utilizzare il cavolo rosso in un...
Antipasti

Come preparare la verza ripiena con mortadella

La verza è una verdura che appartiene alla famiglia del cavolo, proprio per la sua forma a cappuccio. A differenza dell'insalata iceberg, la verza è molto più dura e richiede una preparazione differente. Infatti questa viene adoperata nella preparazione...
Antipasti

Come preparare i panzerotti di cipolla

Trovare un buon antipasto per le occasioni speciali non è facile. Soprattutto perché non tutti gli antipasti sono semplici da preparare. La cipolla è un bulbo difficile da abbinare. Se volete utilizzarla, potreste fare dei panzerotti. Nel preparare...
Antipasti

Come preparare la frittata di calamari

Tra le ricette più semplici e veloci che si possano preparare, la frittata è certamente una di queste. La semplicità di preparazione la rende un piatto ottimo e comodo quando non si altro in casa. Esistono diverse varianti con cui preparare una buona...
Antipasti

Come preparare i vol-au-vent al salmone

Qualsiasi occasione è buona per inventare qualcosa in cucina. Soprattutto quando si hanno ospiti la voglia è quella di stupire e presentare qualcosa di gustoso e originale. In questo caso i vol-au-vent sono un'ottima soluzione perché consentono, grazie...