Come preparare la gelatina di menta

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La ricetta della gelatina di menta, poco usata e conosciuta nella nostra penisola, è ottima per accompagnare carni dal sapore forte quali agnello, montone o selvaggina, oppure da usare come idea regalo fai da te ed anche per farcire le brioches vuote per una colazione diversa e sfiziosa. Vediamo quindi come preparare la nostra gelatina di menta, facile e veloce da realizzare.

27

Occorrente

  • 200g di menta; 1 kg di mele; zucchero q.b.; barattoli con tappo a vite.
37

Preparazione menta

Iniziamo la preparazione della nostra gelatina col lavare sotto l'acqua corrente le nostre foglie di menta fresca, per eliminare ogni eventuale residuo di terra o di sporcizia, e ad asciugarle accuratamente. Adesso facciamo un infuso con esse lasciandole macerare per circa un'ora dentro un pentolone contenente 2,5 decilitri di acqua che avremo già messo a bollire precedentemente.

47

Preparazione mele

Nel frattempo sbucciamo le mele, eliminiamo il torsolo e tagliamole a fette. Dopodiché procediamo col metterle dentro ad una pentola capiente contenente circa un litro e mezzo d'acqua già portata ad ebollizione, cuocendole fino a quando non si saranno completamente sfatte. Adesso passiamole al setaccio e raccogliendo il loro succo.

Continua la lettura
57

Preparazione base gelatina

Adesso provvediamo col pesare il succo di mela ottenuto e mescoliamolo ad una pari quantità di zucchero, nel caso non vi piaccia esagerare con la dolcezza del saccarosio, potremmo anche metterne un pochino di meno, orientatevi in base ai vostri gusti. Concludete mettendo il composto che ne è venuto fuori sul fuoco, a fiamma bassa, nella stessa pentola utilizzata in precedenza. Portare la gelatina ottenuta a cottura mescolando regolarmente fino a quando non la riterremo sufficientemente solidificata.

67

Finitura budino

Unite adesso l’infuso di menta realizzato precedentemente, aggiungendo ad esso anche qualche fresca ovviamente già lavata e strizzata per bene. Trascorsi 20 minuti circa dall'inizio della cottura, procediamo col togliere il prodotto ottenuto dal fuoco ed a versarlo, ancora ben caldo, dentro i vasetti che avremo provveduto a lavare in precedenza. Vi potete sbizzarrire con le forme e le misure degli stampi a vostro piacimento.

77

Aggiunta colorante

Come tocco finale per rendere più invitante la nostra gelatina, possiamo aggiungere un paio di gocce, due al massimo, di colorante alimentare verde. I nostri vasetti di mint jelly saranno così belli sia da vedere che, soprattutto, da gustare. Lasciamo raggiungere la temperatura ambiente e solamente dopo, onde evitare di danneggiare il frigorifero e la qualità stessa del budino, lo riporremo in frigorifero a riposare per un po'.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come preparare una gelatina di pompelmo

All'interno della guida che andremo a sviluppare ci occuperemo di cucina, in quanto proveremo a preparare una ricetta. Come avrete compreso tramite la lettura del titolo che abbiamo posto nella guida, ora andremo a spiegarvi in pochissimi e brevi passi...
Dolci

Come preparare la gelatina all'anguria

Preparare la gelatina di anguria non è molto difficile. Il segreto sta nel dosare perfettamente gli ingredienti. Atteniamoci scrupolosamente alla ricetta, se non vogliamo ricevere sorprese. Con l'arrivo dell'estate, il caldo si fa sentire. La frutta...
Dolci

Come preparare la gelatina di mele cotogne

La gelatina di mele cotogne consiste in una conserva di frutta, tipica delle regioni dell'Italia meridionale. I frutti del melo cotogno non sono adeguati per la consumazione a crudo, dal momento che sono particolarmente duri ed aspri. Tuttavia le mele...
Dolci

Come preparare la gelatina agli agrumi

La gelatina, a differenza della marmellata e della confettura, è una lavorazione che viene effettuata servendosi solo del puro succo della frutta. Per prepararla è quindi consigliabile impiegare frutti molto succosi, come per esempio gli agrumi, assai...
Dolci

Come preparare un budino ciocco-menta

Il mondo dei dolci ci offre tantissimi spunti per qualsiasi occasione. Durante l'anno, che si tratti dei mesi estivi o di quelli invernali, siamo sempre alla ricerca di una buona idea per preparare un dessert come degna conclusione di un pranzo o una...
Dolci

Come preparare la gelatina di ribes rosso

La gelatina di ribes rosso è ottima per guarnire i dolci come una farcitura per biscotti, spalmata sulle fette di pane bianco oppure su quelle biscottate, ma anche per accompagnare ed arricchire dei piatti salati e dei secondi a base di carne (maiale...
Dolci

Come preparare la panna cotta alla menta

La panna cotta è un dolce al cucchiaio, di origine piemontese ma apprezzato in tutto il mondo, molto semplice e veloce da preparare. Richiedendo un riposo in frigorifero di alcune ore possiamo prepararla in anticipo, così da non dover fare tutto all'ultimo!...
Dolci

Come preparare la Mousse di menta e cioccolato

I dolci, rappresentano quel piatto che a fine pasto rendono la giornata migliore. Questo perché il cioccolato ci rende sempre felici. In cucina è possibile preparare una vasta gamma di dolci. Tra quelli più amati troviamo la mousse. In questa guida,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.