Come preparare la giardiniera all'olio d'oliva

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Se siete alla ricerca di antipasto da leccarsi i baffi, la giardiniera all'olio di oliva farà certamente al caso vostro. Questa ricetta, infatti, stupirà i convitati e se ne avanzerà, potrete conservarla in un contenitore ermetico per utilizzarla in una fresca insalata di riso. La giardiniera all'olio d'oliva è perfetta per accompagnare un antipasto di affettati toscani, un trancio di tonno fresco, del pesce spada affumicato o un menù di carni fredde. Preparatela in casa con ingredienti freschi e scegliendo fra quelli che più preferite: avrete così un contorno genuino e sfizioso. Vediamo quindi come preparare questa prelibatezza.

27

Occorrente

  • 3 carote
  • 1 peperone rosso
  • 1 peperone giallo
  • Qualche cimetta di cavolfiore
  • 2 cetrioli (facoltativi)
  • 2 gambi di sedano
  • Cipolline bianche
  • 2 manciate di fagiolini verdi
  • 2 zucchine
  • Aceto bianco
  • Olio di oliva
  • Vino bianco
  • Zucchero
37

Pulire gli ortaggi

Come prima cosa, sciacquate bene gli ortaggi e tagliateli a bastoncino o a cubetti di medie dimensioni. Dividete il cavolfiore in cime e, se nella giardiniera all'olio d'oliva gradite aggiungere anche i cetrioli, tagliateli a fette lasciando anche la buccia (ciò li renderà molto più croccanti). Una volta fatto ciò, dividete tutte le verdure poiché dovrete cuocerle separatamente.

47

Cuocere le verdure

In una pentola capiente, portate ad ebollizione dell'abbondante acqua salata insieme a mezzo litro di aceto, un bicchiere di vino bianco e 4 cucchiaini di zucchero. In questo modo, gli ortaggi della giardiniera all'olio d'oliva acquisteranno un gusto leggermente agrodolce. Oltre a ciò, regolate lo zucchero in base al vostro gusto personale. Adesso, versate in pentola le carote, i fagiolini e le cipolline, lasciate cuocere 10 minuti quindi unite i cavolfiori, il sedano, i cetrioli ed i peperoni. Attendete ancora 6 minuti circa ed inserite anche le zucchine, facendole scottare per altri 5 minuti.

Continua la lettura
57

Porre la giardiniera in una ciotola di vetro

A cottura ultimata, ponete le verdure prima in un colapasta e poi su un canovaccio affinché perdano tutta l'acqua in eccesso e si raffreddino più velocemente. Se la giardiniera all'olio d'oliva è destinata ad esser consumata entro poco tempo, trasferitela in una ciotola di vetro di grande dimensioni oppure in una pirofila. Successivamente, versate l'olio di oliva fino a coprire tutti gli ingredienti e lasciate riposare finché le verdure non si saranno completamente raffreddate.

67

Servire la giardiniera

Conservate quindi la giardiniera all'olio d'oliva in frigorifero. Prima di servirla, lasciatela riposare almeno mezz'ora a temperatura ambiente, dopodiché portatela in tavola direttamente nel contenitore di vetro con un piccolo mestolo per servirla. Le verdure così cucinate andranno benissimo anche per insaporire la tradizionale insalata di riso freddo. Buon appetito!

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Quando lessate gli ortaggi state molto attenti alla cottura.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Antipasti

Ricetta: giardiniera sott'aceto

Se siete persone che curano molto il proprio orto e la propria terra, vi capiterà sicuramente che avrete una "sovrapproduzione" di ortaggi. Spesso, in questi casi, questi ultimi finiscono per marcire, non sapendo come usarli. Ma perché non utilizzarli...
Antipasti

Come preparare l'olio aromatizzato

Potete scegliere tra spezie ed aromi come condimento al vostro olio aromatizzato: entrambi hanno uno scarso potere nutritivo ma una grande influenza sulla digestione con riflessi olfattivi e gustativi. Di seguito vi verranno proposti tre tipi di oli...
Antipasti

Come preparare i pomodorini sott'olio

I pomodorini sott'olio sono una conserva tipica del sud Italia davvero simpatico e gustoso. Potrete usarlo come contorno, come antipasto, come condimento per pasta, su una bella bruschetta o una fresella o in un panino. Li troverete in supermercato già...
Antipasti

Come preparare i carciofini sott'olio

La cucina nostrana possiede tra i propri piatti numerose prelibatezze, si va dai primi piatti ai secondi fino a passare per i dessert. Una categoria a volte poco menzionata ma che fa da importante contorno alla cucina italiana principale è quella della...
Antipasti

Come preparare la zucca sott'olio

Durante il periodo autunnale e invernale, uno degli ortaggi che più facilmente si possono trovare sui banchi del mercato è la zucca. Ricca di sali minerali e di vitamine, la zucca è uno degli alimenti più versatili che esista. Se per molti la zucca...
Antipasti

Come preparare i peperoncini sott'olio

I peperoncini, meravigliosi frutti della terra, giunsero in Europa dalle Americhe con Cristoforo Colombo e divennero velocemente "la spezia dei poveri", proprio grazie alla loro capacità di crescere facilmente in qualsiasi clima e senza la necessità...
Antipasti

Come preparare le melanzane sott'olio

Le melanzane sott'olio sono fra le conserve alimentari più saporite e facili da preparare (con qualche accortezza e un po' di pazienza), e se correttamente conservate possono durare mesi conservando tutto il loro sapore. Questa preparazione permette...
Antipasti

Come preparare i peperoni ripieni sott'olio

I peperoni ripieni sott'olio sono un piccante antipasto del sud Italia che si sta diffondendo anche nel settentrione. Per prepararli bisogna avere pazienza e buona volontà, anche se l'esecuzione non è difficile. Per questa ricetta sono due i ripieni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.