Come preparare la grappa di ginepro

tramite: O2O
Difficoltà: media
Come preparare la grappa di ginepro
16

Introduzione

La grappa non è altro che un distillato ricavato dalle vinacce. In pratica una volta spremuta l'uva per fare il vino, le bucce che restano vengono trasformate attraverso appositi macchinari, in grappa. Quella così ottenuta avrà un gusto tutto sommato neutro e si presta alla produzione di diversi tipi di grappa aromatizzata. In questa guida vi spiegheremo il procedimento da seguire per preparare la grappa di ginepro. La sua produzione non è difficile e l'unica nota dolente può essere rappresentato dal tempo di infusione delle bacche di ginepro nella grappa. Se quindi volete cimentarvi nella preparazione della grappa di ginepro, oltretutto ottima come digestivo, continuate a leggere questa guida e scoprirete come fare.

26

Occorrente

  • 1 litro di grappa non aromatizzata
  • 4 o 5 bacche di ginepro con un rametto di ginepro, oppure 8 bacche di ginepro.
36

Procuratevi le bacche di ginepro

Per chi fosse interessato ad avere qualche informazione in più sulle bacche di ginepro, sappia che si tratta delle bacche prodotte dall'omonima pianta, un arbusto che cresce in modo spontaneo, soprattutto nelle zone delle Alpi. Le bacche di ginepro hanno la dimensione di un mirtillo e a maturazione completa, che avviene nell'arco di 2 anni, assumono un colore blu scuro. Molto usate in cucina in quanto conferiscono un aroma particolare a piatti a base di carne, le bacche di ginepro sono molto utilizzate sia in campo farmaceutico, che in distilleria. Dopo questa breve parentesi, potete trovare le bacche di ginepro in qualsiasi supermercato nel reparto dedicato alle spezie.

46

Mettete in infusione le bacche di ginepro nella grappa.

Prendete un vaso con chiusura ermetica e mettete al suo interno le bacche di ginepro che precedentemente avrete leggermente pestato e versate dentro la grappa. Chiudete bene il barattolo e lasciate in infusione per almeno due mesi. Se avete la possibilità di procurarvi un piccolo rametto di ginepro fresco, dopo averli lavato e asciugato, potete metterlo in infusione nella grappa insieme alle bacche.

Continua la lettura
56

Filtrate la grappa e imbottigliate

Una volta trascorso il tempo di infusione delle bacche prendete un colino a maglie strette e filtrate la grappa. Se avete messo anche il rametto di ginepro, estraetelo dal vaso e tenetelo da parte. Prendete un bottiglia, versate al suo interno la grappa, tapparella e fatela riposare per almeno un mese prima di consumarla. Se avete adoperato il rametto di ginepro cercate di inserirlo all'interno della bottiglia e poi riempitela con la grappa. Ricordate che le bacche di ginepro sono molto aromatiche e quindi si consiglia di non superare le quantità indicate nella guida. Conservate la grappa lontana da fonti di calore e preferibilmente in un luogo buio.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Quando pestate le bacche di ginepro fatelo con delicatezza in modo da lasciarle intere

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Vino e Alcolici

Come preparare la grappa alla rosa

Avete mai pensato di preparare la grappa alla rosa a casa vostra, con pochi semplici ingredienti? Non occorre essere esperti distillatori per fare in casa questo delizioso liquore, ad alto tasso alcolico quanto delicato nel sapore, per gustarlo voi stessi...
Vino e Alcolici

Come preparare la grappa al miele

La ricetta che stiamo per preparare ha un alimento come unico protagonista: il miele. Questo ingrediente è completo, sano e funge da dolcificante naturale. Nell'antichità veniva utilizzato non solo per dolcificare ma anche come rimedio a diverse sintomatologie...
Vino e Alcolici

Come fare la grappa alla liquirizia

Preparare una grappa aromatizzata può sembrare complesso, ma in pratica è relativamente semplice. Per aromatizzare una grappa si possono utilizzare tanti ingredienti, come la frutta o spezie. Quella che vi presentiamo di seguito è la ricetta per preparare...
Vino e Alcolici

Come fare la grappa all'arancio e caffè

Molto spesso dopo un bel pranzo o una cena coi fiocchi sarebbe il caso di concludere con un grappa. Esistono svariate tipologie di grappa, che possiamo gustare e assaporare. In questa guida molto semplice e chiara vedremo come poterla preparare un tipo...
Vino e Alcolici

Come fare la grappa barricata

Molta gente adora gustare un bicchierino di grappa dopo un bel pranzo o una bella cena abbondante. Il suo consumo avviene soprattutto quando ci si rilassa sopra una poltrona comoda. Le tipologie di grappa presenti in commercio sono numerose. Le differenze...
Vino e Alcolici

Come fare la grappa al limone

La grappa è una bevanda alcolica costituita da una miscela. Essa viene ottenuta attraverso una distillazione e viene classificata un acquavite di vinacce. Mentre, per farla si utilizzano prodotti di origine vegetale. Numerose sono le ricette che si...
Vino e Alcolici

Come fare la grappa alle more

Un pranzo o una cena con degli ospiti stimola i padroni di casa a presentare dei menù ricchi di portate. Spesso si cerca il piatto da ricordare, insieme all'occasione d'incontro. Alla fine tra una chiacchiera e l'altra, ci si ritrova col bicchiere in...
Vino e Alcolici

Come fare la grappa al mirto

La grappa è un liquore tipico dell'Italia. È ottenuta distillando la vinaccia, cioè la buccia e i vinaccioli. È un ottimo digestivo. In genere la grappa ha una gradazione alcolica molto alta, ma bevuta in piccole dosi, è un ottimo digestivo. Esistono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.