Come preparare la pastella per la tempura

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La tempura è una piatto della tradizione giapponese che consiste nell'impastellare e friggere verdure, code di gambero o calamari. Nonostante si tratti di frittura, il piatto è fresco e delicato, grazie soprattutto alla pastella molto leggera e croccante. Scopriamo insieme come preparare la pastella perfetta per la vostra tempura.

27

Occorrente

  • 200 ml di acqua gassata e fredda
  • 100 gr di farina di riso
  • Una ciotola metallica e una frusta
37

Due ingredienti e qualche accorgimento

La pastella per la vostra tempura si compone di soli due ingredienti: farina e acqua. La farina migliore è quella di riso ma potrebbe andare bene anche quella 00. L'acqua deve essere necessariamente frizzante e gelata per due ragioni: il gas renderà la pastella leggera e spumosa; la bassa temperatura farà subire alla pastella uno shock termico che, a contatto con l'olio bollente, sigillerà gli alimenti con un film. La ricetta originale prevede solo questi due ingredienti, ma qualcuno aggiunge anche un tuorlo, un pizzico di bicarbonato e di zucchero.

47

Procedimento

Munitevi di una ciotola, meglio se metallica, e versatevi dentro gli ingredienti. Il segreto per la riuscita della pastella è mischiare il meno possibile gli ingredienti. Questo procedimento, infatti, consente ai grumi di farina e aria di rendere la pastella ancora più leggera e croccante. I giapponesi usano direttamente le loro bacchette dando una rapidissima mescolata. La pastella deve essere sufficientemente fluida e, per farla incollare bene, sarà necessario infarinare gli alimenti prima di immergerveli.

Continua la lettura
57

Qualche consiglio sulla frittura

La pastella va preparata poco prima di friggere. Nel frattempo, mettete a scaldare dell'olio di semi, meglio se di sesamo, di girasole o di soia, fino alla temperatura di 170°C-180°C (potete aiutarvi con un termometro alimentare, oppure provate a versare un pizzico di pastella che dovrà scendere sul fondo della padella per poi risalire). Gli ingredienti, precedentemente raffreddati in frigorifero, vanno tuffati velocemente nella pastella, vanno immersi nell'olio e cotti per pochissimi minuti, fino a quando non raggiungono una delicata doratura. Fondamentale è non versare nella padella troppi cibi contemporaneamente in quanto tenderanno a unirsi tra di loro, oltre ad abbassare più del dovuto la temperatura dell'olio. Se volete rispettare la tradizione giapponese, l'ideale per la cottura sarebbe una casseruola, e non una padella, in quanto avrete a disposizione più profondità. Per aiutarvi durante la fase della cottura, potrete usare delle pinze da cucina invece della classica paletta. Riponete la tempura su carta assorbente e servitela quando è ancora molto calda.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Vi consigliamo di aggiungere alla pastella dei cubetti di ghiaccio e, una volta preparati, i cibi da friggere vanno tenuti 1 ora in frigorifero.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucina Etnica

Come fare la tempura di pesce alla giapponese

Al giorno d'oggi la cucina giapponese sta riscuotendo molto successo in numerose parti del mondo. Si tratta infatti di una tradizione culinaria caratterizzata da piatti davvero gustosi e leggeri e adatti per essere consumati in diverse occasioni. Una...
Cucina Etnica

Ricetta: tempura di polpo e salsa piccante

Se per deliziare il palato dei vostri familiari o di eventuali ospiti che avete invitato a cena, intendete preparare qualche ricetta particolare e nel contempo gustosa, allora vi conviene optare per una tempura di polpo e salsa piccante. Si tratta di...
Cucina Etnica

Ricetta: tempura mista di pesce e verdure

La cultura orientale in Italia sta entrando sempre più nella vita quotidiana delle persone e ciò avviene soprattutto nell'ambito culinario. La gastronomia dei giapponesi riesce ad abbinare i prodotti del mare a quelli di terra riuscendone a dare il...
Cucina Etnica

Ricetta: tempura giapponese senza glutine

Ultimamente va molto di moda frequentare nuove tipologie di cucine, per provare sapori nuovi e diversi dalle nostre classiche tradizioni. Sicuramente una cucina che sta prendendo sempre più piede negli ultimi anni è quella giapponese. Come ben si sa...
Cucina Etnica

Come preparare la pasta kataifi

La pasta kataifi è una piatto di origine greca e mediorientale. Si tratta di fili sottilissimi di pasta fillo e il suo utilizzo versatile l'ha resa un ottimo alleato sia nelle cucine in cui è nata che nelle cucine occidentali. La pasta kataifi trova...
Cucina Etnica

Come preparare gli involtini primavera di carne

Gli involtini primavera sono un caposaldo della cucina cinese, come il pollo alle mandorle o il gelato fritto. Tradizionalmente, vengono serviti per il capodanno cinese, in primavera. Ne esistono diverse varianti, con carne o verdure fresche di stagione....
Cucina Etnica

Come preparare le beghrir marocchine

Il baghrir è una crepe marocchina che viene tradizionalmente consumata a colazione, spesso accompagnata con burro, miele, marmellata o cioccolato, così come le più note crepes. E secondo la tradizione araba è un cibo che a volte viene consumato durante...
Cucina Etnica

Come preparare una cena vegana di 5 portate

Avete organizzato una cena e siete entusiasti nel pensare al variegato menù. Avete però appena scoperto che uno dei vostri invitati è vegano. Nessun patema d'animo! Bandite dalla lista della spesa carne e derivati animali, e dedicatevi alla realizzazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.