Come preparare la piada dei morti

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In occasione della Festa di Ognissanti, anche a tavola non si dimentica di commemorare i defunti. La cucina regionale italiana propone un ricettario molto vario per la preparazione di quelli che normalmente vengono definiti “i dolci dei morti”, spaziando da Nord a Sud (isole comprese), ne esistono davvero numerose varianti. Nelle prossime righe vedremo come preparare un dolce tipico della tradizione romagnola: la “piada dei morti”.
L’antica Romagna, nel giorno di Ognissanti festeggiava il proprio capodanno. Quella notte in particolare era considerata una “porta aperta” tra il mondo dei vivi e quello dei morti. In quella occasione quindi venivano preparati, in omaggio ai defunti, cibi particolari. Uno di questi era appunto la “piada dei morti”, la tradizione non si è fermata ed ancora oggi possiamo godere di questo prezioso prodotto culinario.
Ma attenzione, questo dolce non ha nulla a che vedere con la piadina che tutti conosciamo, è molto simile ad una focaccia dolce abbastanza alta i cui ingredienti principali sono farina, lievito, zucchero, uova e frutta secca. La sua preparazione può seguire diverse ricette a seconda della zona geografica e delle tradizioni tramandate negli anni.

26

Occorrente

  • Impasto: 70 gr. di uvetta, 30 gr. pinoli, 20 gr. di lievito di birra, 250 gr. di farina 00, 250 gr. di farina di grano duro, 50 gr. di vino, 2 uova, 100 gr. di olio exrta vergine di oliva, 100 gr. di zucchero, 150 gr. di latte
  • Farcitura: 80 gr. di gherigli di noci, 80 gr. di mandorle, 30 gr. di pinoli
  • Glassatura: 1 tuorlo d’uovo, 2 cucchiai di latte
36

Impasto

Versate in una ciotola le farine, unite il vino, lo zucchero, il latte, le uova, l’uvetta (che avrete messo precedentemente in ammollo in una tazza di acqua calda), i pinoli, l’olio e per ultimo il lievito (sciolto in mezzo bicchiere di acqua calda con 1 cucchiaino di zucchero mescolando bene). Lavorate i vostri ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio e non appiccicoso. Se necessario aggiungete poca farina, un impasto liscio garantirà una stesura migliore.

46

Lievitazione

Coprite il vostro impasto con della pellicola trasparente e lasciatelo lievitare 4 ore circa in un posto fresco ed asciutto. Trascorso il tempo, stendete con un mattarello l’impasto tra 2 fogli di carta forno e ponetelo in una teglia, lasciate lievitare per un’altra ora.
Alcune varianti prevedono che l'impasto lieviti per una notte intera.

Continua la lettura
56

Farcitura e Cottura

Ricoprite l’impasto con le noci, le mandorle ed i pinoli, spennellate con il tuorlo d’uovo sbattuto con due cucchiai di latte. Infornate la torta in forno già caldo, la temperatura ottimale è tra i 180° ed i 190°, l'impasto dovrà cuocere per 15 minuti circa, in ogni caso fino a completa doratura della superficie.
Servite la piada tiepida, a spicchi, accompagnata da un buon bicchiere di vino rosso se siete maggiorenni o da un bicchiere di latte se siete giovanissimi. Buon appetito!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Nell'impasto il vino rosso (possibilmente Sangiovese) può essere sostituito con il latte.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Dolci

Come preparare il pan dei morti

Il pan dei morti è un dolce della tradizione milanese molto diffuso anche nel resto del nord Italia. Questa ricetta è molto antica e si lega alla ricorrenza dei defunti. Secondo la tradizione, infatti, questo dolce veniva preparato nei giorni antecedenti...
Dolci

Come preparare il torrone dei morti

Il torrone dei morti è uno squisito dolce che si prepara in occasione della Festa del 1 Novembre. La ricetta è molto antica e proviene dalla tradizione delle cucina napoletana. La differenza con il torrone tradizionale sta nella consistenza morbida...
Dolci

Come preparare la torta fredda al mascarpone

I dessert risultano particolarmente graditi in qualsiasi momento della giornata. Tanto che, non esiste regola per poterli servire. Ma, il menù delle feste deve necessariamente contenerle. In questo caso vi propongo una buonissima torta fredda al mascarpone....
Dolci

Come preparare il torrone al pistacchio

I dolci sono sempre molto apprezzati dalla maggioranza: sia adulti che piccoli!! Sicuramente le feste natalizie o qualsiasi genere di feste sono l'occasione di preparare oltre che le decorazioni e gli addobbi, anche alcuni dolci fra i più caratteristici....
Dolci

Come preparare il crème caramel al pepe rosa

Dopo il cioccolato al peperoncino sembra andar di moda utilizzare le spezie per la preparazione di tanti dolci. Un esempio è l'uso del pepe nel pan pepato o nel pan de morti, dolci dal sapore unico e inconfondibile. La ricetta che vi propongo oggi è...
Dolci

Come preparare la crostata con salsa di prugne al melograno fresco

In questa guida va darò dei consigli fondamentali per preparare la vostra crostata nel migliore dei modi. La crostata è da sempre considerata uno dei dolci più apprezzati dagli italiani e proprio per questo ancora oggi escono diverse ricette su come...
Dolci

Come preparare il migliaccio dolce con gli spaghetti

In cucina si possono preparare molteplici dolci, ma non solo. Infatti un piatto gustoso che non può mancare nella cucina degli italiani, è la pasta. La pastasciutta è un tipico piatto della tradizione culinaria italiana. Difatti gli spaghetti vengono...
Dolci

Come preparare i tartufini al liquore

La pasticceria consente di fare un infinità di dolci e pasticcini. Le ricette variano secondo gli ingredienti e le modalità di preparazione. Si possono creare torte classiche ed elaborate. Infine i piccoli e minuziosi dessert. Tra questi i tartufini...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.