Come preparare la polenta con i fegatini

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La polenta (conosciuta anche come polenda o pulenda, in Veneto come poenta, pulenta nelle Marche e poulento in provenzale) è un antichissimo piatto di origine italiana a base di farina di cereali. Pur essendo conosciuto nelle sue diverse varianti pressoché sull'intero suolo italiano, ha costituito, in passato, l'alimento base della dieta delle persone in alcune zone settentrionali alpine, prealpine, pianeggianti e appenniniche di Lombardia, Veneto, Piemonte, Valle d'Aosta, Trentino, Emilia, Romagna, Toscana, Umbria, Lazio, Marche e Friuli-Venezia Giulia, regioni nelle quali è tuttora piuttosto diffuso. La polenta è tradizionalmente cucinata anche, pur non essendo l'alimento base, nelle zone di montagna dell'Abruzzo. Il cereale di base più usato in assoluto è il mais, importato in Europa dalle Americhe nel XV secolo, che le dà il caratteristico colore giallo, mentre precedentemente era più scura perché la si faceva soprattutto con farro o segale e, più tardivamente anche con il grano saraceno, importato dall'Asia. La prima coltivazione di mais documentata nel Nord Italia risale a Lovere, in Val Camonica, da parte di un nobile, Pietro Gajoncelli, che, nel 1658 pare che avesse importato i primi 4 chicchi di mais dalle Americhe. In questa semplice e veloce guida vi spiegherò, nella maniera più chiara e comprensibile possibile, come preparare la polenta con i fegatini.

26

Occorrente

  • 500 g di farina gialla a grana fine
  • 400 g di fegatini di pollo
  • 200 g di formaggio tipo gruyère
  • 2 cipolle
  • 3 rametti di timo
  • 1 foglia di alloro
  • 1/2 bicchiere di vino rosso secco
  • 30 g di burro
  • Sale
  • Burro
36

Portate a bollore 2 litri di acqua salata e versatevi a pioggia la farina gialla, mescolando con una frusta per evitare che si formino grumi; continuate a mescolare anche durante la cottura (circa 40 minuti). Togliete la pentola dal fuoco e, aiutandovi con due cucchiai, formate delle quenelle di polenta, che disporrete su una placca da forno foderata con l’apposita carta.

46

Private il formaggio della crosta e affettatelo sottilmente; disponete su ogni quenelle una fetta di formaggio e profumate con due rametti di timo lavati e tagliuzzati. Cuocete in forno già caldo a 210 °C per 10 minuti. Nel frattempo sbucciate e tritate finemente le cipolle; in un tegame fate sciogliere il burro, aggiungete le cipolle, la foglia di alloro lavata e asciugata e i fegatini ridotti a tocchetti.

Continua la lettura
56

Lasciate insaporire e rosolare, regolate di sale e di pepe, sfumate con il vino e cuocete per 5 minuti, quindi spegnete il fuoco ed eliminate la foglia di alloro. Distribuite nei piatti individuali le quenelle di polenta affiancandovi i fegatini; decorate con il timo rimasto e servite molto caldo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Un'abbondante spolverata di parmigiano è l'ideale tocco finale.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Primi Piatti

Come preparare il risotto con zucca, fegatini e marsala

Se hai degli ospiti a tavola e vuoi fare una gran bella figura con essi, sorprendili con un piatto decisamente originale che avvolge tutti i sensi: risulta infatti tanto scenografico alla vista e suadente all’olfatto, quanto irresistibile nel gusto....
Primi Piatti

Come preparare la polenta in carrozza

La polenta è una preparazione ottenuta dalla cottura prolungata in acqua bollente della farina di cereali. È una ricetta povera, ma non per questo priva di proprietà nutritive; si accompagna molto bene a piatti, come le carni in umido, il cui sugo...
Primi Piatti

Come preparare la polenta taragna

Con l'arrivo del freddo un buon piatto di polenta è un toccasana da non sottovalutare. In particolare la polenta taragna è una specialità valtellinese e non solo. Il perfetto connubio tra la farina di mais e il grano saraceno. Il condimento più conosciuto...
Primi Piatti

Come preparare la polenta pasticciata

La polenta è un alimento sano e nutriente, un piatto considerato "povero" ma, al contempo, gustoso, molto versatile e che si presta a tantissime ricette diverse. In un'epoca in cui si è tornati alla ricerca dei piatti genuini, possiamo dire che la polenta...
Primi Piatti

Ricetta: spaghetti alla chitarra con ragù di fegatini e arancia

In questa guida vi spiegherò brevemente come realizzare una ricetta davvero semplice e gustosa. Parlo degli spaghetti alla chitarra con ragù di fegatini e arancia. Si tratta di una ricetta per i palati fini. Se siete alla ricerca di nuovi gusti e sapori,...
Primi Piatti

Come preparare la polenta alla valdostana

La polenta, come ben sappiamo, si prepara con acqua e farina: è un piatto molto conosciuto e preparato nelle regioni del nord Italia ma, ormai, è diventata famosa in tutto il mondo. Può essere condita con varie salse o accompagnare pietanze a base...
Primi Piatti

Come preparare la polenta con straccetti ai chiodini

La polenta con straccetti ai chiodini è un goloso piatto, perfetto per scaldare le fredde serate invernali. Il sapore aromatico dei funghi ben si abbina a quello della classica polenta creando una specialità irresistibile per tutta la famiglia. La polenta...
Primi Piatti

Come preparare la polenta di castagne

La polenta di castagne è il piatto tradizionale dei piccoli paesi montani. È una pietanza preparata da secoli, un tempo pasto principale delle dieta dei contadini, oggi prelibatezza per coloro che apprezzano i sapori particolari. La polenta di castagne,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.